Inarrestabile Donny Schatz, dalla LCS al settimo Knoxville Nationals

Donny Schtaz. Questo nome resterà per sempre stampato nella memoria di tutti gli appassionati di terra, fango e derapate, perché quello che questo paffuto 36enne di Fargo, North Dakota, è riuscito a fare ieri sera sul circuito di Knoxville nel prestigioso appuntamento con i Nationals è qualcosa che riscrive per sempre la storia dello sport e tramuta persone in leggende.

Nella sua corsa al settimo titolo sull’ovale dell’Iowa il pilota del Tony Stewart Racing ha rischiato grosso già da Mercoledì in occasione delle prime eliminatorie che man mano hanno scremato il folto gruppo di iscritti fino ad arrivare alle finali del Sabato, dove solo i migliori riescono ad accedere. Dopo aver fallito anche l’appuntamento con la Speed Sport News World Challenge (corsa ad invito) la quale garantisce al vincitore la partecipazione alla finalissima, questa notte però Schatz ha dovuto addirittura partecipare alla Last Chance Showdown, l’ultima possibilità di potersi presentare al via della A-Main, la finale che porta al titolo dei Nationals.

Sono stati probabilmente i nove giri più intensi della sua vita; una rasoiata tremenda al penultimo giro l’ha portato al comando fino alla vittoria su Brown, uscito un po’ male da curva 2. L’insperata vittoria nella LCS lo ha catapultato alla ventunesima posizione di partenza nella A-Main, con premio finale di 150mila dollari al vincitore.

Dopo il solito saluto alla folla ed fuochi d’artificio di contorno, il direttore di gara ha dato il via all’impresa di Schatz, che già al decimo giro si trovava a battagliare con Danny Lasoski, un’altro nome tosto di Knoxville, per l’ottava posizione. Altri otto giri altra posizione prima della terza caution della serata (dopo le due iniziali appena dopo il via) firmata Ian Madsen.

Il successivo restar ha portato Schatz a lottare con Brown e Saldana, leader fino a quel momento della gara. Dopo cinque giri è arrivata la consueta bandiera rossa di metà gara (altra peculiarità di Knoxville) per il rifornimento e cambio gomme, con il top della classifica invariata e Schatz saldamente in quinta piazza.

Al 27esimo giro Brown precedeva Saldana con un buon vantaggio, mentre Schatz se la vedeva con Henderson per la terza piazza, conquistata due giri più tardi. Con un vantaggio di Brown salito a tre secondi su Saldana, Schatz ha mosso l’attacco per la seconda piazza, incontrando poca resistenza.

Il 34esimo giro è il punto chiave della gara, il momento in cui i tre secondi di vantaggio di Brown svaniscono e Schatz è pronto a riscrivere la storia di Knoxville. Fino al 41esimo giro Brian Brown ha tirato tutto quello che poteva da lui stesso e dal messo meccanico per resistere a Schtaz, ma gli attacchi erano man mano più duri e incisivi ed in curva quattro Brown si è visto infilare all’interno dallo scatenato Schatz che nei successivi nove giri ha controllato la situazione ed ha tagliato per primo la linea del traguardo, accompagnato dalle urla deliranti del pubblico.

Brian Brown ha lottato con Henderson negli ultimi giri per mantenere la seconda piazza, dietro ai due McMahan ha conquistato la quarta piazza davanti a Kemenah e Kyle Larson, che si dimostra ancora una volta prodigio del motorsport USA destinato a grandi cose anche in NASCAR, dove già fa parlare di sé

E’ stata una gara divertente” ha detto Schatz. “Potevo essere dove volevo, in alto o in basso del circuito, anche se la linea bassa funzionava poco. Non posso che ringraziare i ragazzi del team STP Gas Booster. Abbiamo provato a vincere il Speed Sport News World Challenge, provando varie soluzioni sulla macchina per migliorare le cose. Ho dato molti dubbi a parecchie persone perché di solito al World Challenge vado bene, ma arrivato al punto in cui non ho niente da perdere preferisco sbattere che arrivare ventesimo o quinto“.

Per Schatz è stata la sedicesima partecipazione alla A-Main, con 177 giri al comando nella finale dai Nationals, ancora lontano dai 302 di Steve Kinser.

World of Outlaws STP Sprint Car Series / FVP Knoxville Nationals Night 4; Knoxville (Iowa) Raceway; Aug. 10, 2013

A-Main (50 laps):

1. Donny Schatz (21) ($150,000)
2. Brian Brown (2) ($75,000)
3. Justin Henderson (4)($37,500)
4. Paul McMahan (6)($26,000)
5. Chad Kemenah (19)($21,000)
6. Kyle Larson (17)($20,000)
7. Joey Saldana (1)($19,000)
8. Danny Lasoski (13)($18,000)
9. Steve Kinser (12)($17,000)
10. Cap Henry (18)($16,000)
11. Dusty Zomer (23)($15,000)
12. Greg Hodnett (16)($14,000)
13. Brad Sweet (5)($13,000)
14. Daryn Pittman (11)($12,000)
15. Cody Darrah (10)(11,00O)
16. Kerry Madsen (8)(10,500)
17. Shane Stewart (3)($10,000)
18. Roger Crockett (15) ($10,000)
19. Brooke Tatnell (25) ($10,000)
20. Kevin Swindell (9) ($10,000)
21. Ian Madsen (24) ($10,000)
22. Lynton Jeffrey (22) ($10,000)
23. David Gravel (7) ($10,000)
24. Jac Haudenschild (20) ($9,500)
25. Stevie Smith (14) ($9,500)

 

[button color=”blue” size=”medium” link=”http://www.knoxvilleraceway.com/LiveResults.aspx” ]Classifica Completa 4th Night[/button]

[follow id=”Papix27″ size=”large” count=”true” ]