Indy 500: La pole è di Briscoe.

Ryan Briscoe, 30 anni, australiano, scrive il suo nome nella storia di Indianapolis, aggiudicandosi la pole position dell’edizione numero 96 della 500 miglia.
Il pilota di Roger Penske, alla sua settima partecipazione alla classicissima dell’Indiana, era già partito in prima fila due volte (secondo nel 2009, terzo nel 2008).
Le prove di qualificazione hanno attribuito le posizioni delle prime 8 file, cioe i primi 24 posti in griglia: le restanti 9 caselle se le giocheranno nel bump day i piloti che non sono riusciti a garantirsi oggi la qualificazione.
Tra questi Alesi e la De Silvestro, che, consci della scarsa competitività del motore Lotus, hanno preferito non scendere in pista oggi (ben difficilmente avrebbe ottenuto un posto utile nei 24, quindi hanno preferito concentrarsi direttamente sul bump day).
Anche Clauson, Carpenter e Servia, coinvolti in incidenti senza conseguenze, dovranno ricorrere al bump day per ottenere la qualificazione.
Le qualifiche hanno evidenziato il predominio della Chevrolet, che ha portato nella top nine (in pratica nelle prime tre file) ben 8 vetture: unico “intruso” è Joseph Newgarden.
Il giovane americano,settimo, è il più veloce dei piloti Honda. Male, o comunque non all’altezza delle attese, i piloti di Chip Ganassi: Dixon e Franchitti scatteranno, rispettivamente, dalla piazza quindici e sedici.
Barrichello sarà al via della sua prima Indy 500 aprendo la quarta fila. Per quanto riguarda gli altri ex-F1, Sato è diciannovesimo, mentre Bourdais e Alesi cercheranno, come detto, la qualificazione nel bump day, al pari di due delle tre donne in pista (Katherine Legge e Simona De Silvestro). La terza, Ana Beatriz, ha conquistato un ottimo tredicesimo posto in griglia.
In ottima forma sono apparsi i team Penske (Briscoe è in pole, Power è quinto, Castroneves sesto), Andretti (Hinchcliffe è secondo, Hunter-Reay terzo, Marco Andretti quarto) e KV Racing (i cui piloti, Kanaan,Viso e Barrichello occupano, in quest’ordine, l’ottavo,il nono e il decimo posto): tutte queste vetture sono motorizzate Chevrolet.
A seguire le prime 8 file dello schieramento:

Rank Driver Avg SPD
1 Ryan Briscoe 226.484
2 James Hinchcliffe 226.481
3 Ryan Hunter-Reay 226.240
4 Marco Andretti 225.456
5 Will Power 225.422
6 Helio Castroneves 225.172
7 Josef Newgarden 224.037
8 Tony Kanaan 224.751
9 EJ Viso 224.422
10 Rubens Barrichello 224.264
11 Alex Tagliani 224.000
12 Graham Rahal 223.959
13 Ana Beatriz 223.920
14 Charlie Kimball 223.868
15 Scott Dixon 223.684
16 Dario Franchitti 223.582
17 James Jakes 223.482
18 JR Hildebrand 223.422
19 Takuma Sato 223.392
20 Townsend Bell 223.134
21 Justin Wilson 222.929
22 Michel Jourdain 222.893
23 Simon Pagenaud 222.891
24 Sebastian Saavedra 222.811