IndyCar – Castroneves centra la pole al Barber, bene Filippi

indycar-barber-2015-helio-castroneves-team-penske-chevrolet

Tutto ‘regolare’ al Barber Motorsport Park di Bimingham, Alabama, se così possiamo definire l’ennesimo dominio del Team Penske in qualifica con il brasiliano Helio Castroneves che ha centrato la pole aiutato dall’acquazzone che si è abbattuto sul circuito proprio nella fase calda della Fast-Six, costringendo Will Power & co. a tirare letteralmente i remi in barca.

Il campione in carica è stato beffato dal team-mate che ha piazzato il suo miglior tempo nei primi minuti della sessione finale e a nulla sono valsi i successivi tentativi di Power di prendersi la pole visto l’aumentare costante della pioggia che ha addirittura costretto la direzione gara ad anticipare la conclusione della qualifica. La prima fila resta comunque un buon risultato in un circuito dove è possibile effettuare varie manovre di sorpasso all’interno di un singolo giro. Il dominio del team Penske è completato da Simon Pagenaud, terzo davanti a al fresco trionfatore di Long Beach Scott Dixon.

La terza fila di partenza sarà composta da Josef Newgarden, sempre più una sicurezza di risultati per il neonato team CFH e Tony Kanaan che da quando è diventato secondo pilota del team Ganassi dopo l’uscita di Franchitti è tornato ad una seconda giovinezza.

Luca Filippi è riuscito a tirar fuori gli artigli in un circuito più ‘europeo’ del solito e in previsione della gara considerata la competitività della vettura di Newgarden – suo compagno di squadra – una rimonta fino alle posizioni di vertice non è assolutamente da escludere.

Nel computo generale la situazione vede ancora una volta Chevrolet in netto dominio rispetto ad Honda e solo Graham Rahal e James Hinchcliffe sono riusciti a portare i motori giapponesi in una top-10 che altrimenti sarebbe stata dominata dalle unità americane.

Dopo l’avvicendamento con Saavedra a Long Beach, la giovane promessa Sage Karam ha piazzato una buona sesta fila, eliminato subito Montoya che montando le gomme hard in Q1 ha nettamente sbagliato strategia mentre gli altri facevano i loro tempo sulle gomme bordate di rosso, le soft.

Lo schieramento di partenza

1. fila
Helio Castroneves (Dallara DW12-Chevy) – Penske – 1’07″1925 – Fast Six
Will Power (Dallara DW12-Chevy) – Penske – 1’07″3833 – Fast Six
2. fila
Simon Pagenaud (Dallara DW12-Chevy) – Penske – 1’07″6383 – Fast Six
Scott Dixon (Dallara DW12-Chevy) – Ganassi – 1’07″6938 – Fast Six
3. fila
Josef Newgarden (Dallara DW12-Chevy) – CFH – 1’07″8922 – Fast Six
Tony Kanaan (Dallara DW12-Chevy) – Ganassi – 1’07″9426 – Fast Six
4. fila
Sebastien Bourdais (Dallara DW12-Chevy) – KV – 1’07″2462 – Q2
Graham Rahal (Dallara DW12-Honda) – Rahal – 1’07″3903 – Q2
5. fila
Luca Filippi (Dallara DW12-Chevy) – CFH – 1’07″6302 – Q2
James Hinchcliffe (Dallara DW12-Honda) – Schmidt – 1’07″6626 – Q2
6. fila
Charlie Kimball (Dallara DW12-Chevy) – Ganassi – 1’07″8405 – Q2
Sage Karam (Dallara DW12-Chevy) – Ganassi – 1’07″8930 – Q2
7. fila
Marco Andretti (Dallara DW12-Honda) – Andretti – 1’07″6295 – Q1 Gr.1
James Jakes (Dallara DW12-Honda) – Schmidt – 1’07″9671 – Q1 Gr.2
8. fila
Juan Pablo Montoya (Dallara DW12-Chevy) – Penske – 1’07″7235 – Q1 Gr.1
Stefano Coletti (Dallara DW12-Chevy) – KV – 1’07″9947 – Q1 Gr.2
9. fila
Gabby Chaves (Dallara DW12-Honda) – Herta – 1’07″8191 – Q1 Gr.1
Ryan Hunter-Reay (Dallara DW12-Honda) – Andretti – 1’07″9984 – Q1 Gr.2
10. fila
Jack Hawksworth (Dallara DW12-Honda) – Foyt – 1’08″0082 – Q1 Gr.1
Takuma Sato (Dallara DW12-Honda) – Foyt – 1’08″2541 – Q1 Gr.2
11. fila
Rodolfo Gonzalez (Dallara DW12-Honda) – Coyne – 1’08″5259 – Q1 Gr.1
Carlos Munoz (Dallara DW12-Honda) – Andretti – 1’08″3533 – Q1 Gr.2
12. fila
Francesco Dracone (Dallara DW12-Honda) – Coyne – 1’10″1133 – Q1 Gr.2

 

Roberto Del Papa – @papix27