IndyCar – Detroit, Gara 1: Strepitoso Conway, team Coyne a podio anche con Wilson

Mike Conway ha dominato a Detroit la prima gara del weekend IndyCar sul tracciato della motown. Il pilota inglese, chiamato all’ultimo dal team Coyne per rimpiazzare Ana Beatriz, si è imposto comandando le ostilità senza mai apparire in difficoltà.

Al via E.J. Viso scattato dalla Pole position viene sopravanzato da quasi tutto il gruppo, finendo oltre la dodicesima posizione, Conway, partito secondo, viaggia in solitaria seguito a debita distanza da Hunter-Reay, senza mai apparire in difficoltà anche quando, in occasione del primo pit-stop, era finito in terza posizione.

Ripreso il comando nei confronti di Ryan Hunter-Reay al 42° passaggio su 70, Conway ha costruito un vantaggio impressionante poi amministrato nel finale quando le sue gomme “rosse” hanno iniziato a consumarsi. Justin Wilson ha dato al team Coyne un doppio piazzamento a podio, storico per la IndyCar. Quarto, Scott Dixon ha pagato il prezzo di un danno riportato ad inizio corsa, quando per un errore di valutazione, AJ Allmendinger era decollato sul suo posteriore.

Da segnalare l’incidente tra Sebastian Saavedra e Marco Andretti, col pilota colombiano che va a muro proprio a causa del nipote della leggenda Mario. Sebastian aspetterà il giro dopo proprio il transito di Andretti per riservargli un saluto non proprio amichevole ma molto significativo.

Sabato 1 giugno 2013, gara

1 – Mike Conway (Honda) – Rahal – 70 giri
2 – Ryan Hunter-Reay (Chevy) – Andretti – 70
3 – Justin Wilson (Honda) – Coyne – 70
4 – Scott Dixon (Honda) – Ganassi – 70
5 – Helio Castroneves (Chevy) – Penske – 70
6 – Dario Franchitti (Honda) – Ganassi – 70
7 – Josef Newgarden (Honda) – Fisher – 70
8 – Will Power (Chevy) – Penske – 70
9 – Graham Rahal (Honda) – Rahal – 70
10 – James Jakes (Honda) – Rahal – 70
11 – Tristan Vautier (Honda) – Schmidt – 70
12 – Simon Pagenaud (Honda) – Schmidt – 70
13 – Tony Kanaan (Chevy) – KV – 70
14 – Charlie Kimball (Honda) – Ganassi – 70
15 – James Hinchcliffe (Chevy) – Andretti – 70
16 – Simona de Silvestro (Chevy) – KV – 70
17 – Ernesto Viso (Chevy) – Andretti – 70
18 – Ed Carpenter (Chevy) – Carpenter – 69
19 – Takuma Sato (Honda) – Foyt – 68
20 – Marco Andretti (Chevy) – Andretti – 67

Ritirati
67° giro – Ryan Briscoe
33° giro – Sebastian Saavedra
29° giro – Alex Tagliani
20° giro – Sebastien Bourdais
1° giro – AJ Allmendinger