Categorie
Indycar

IndyCar: Penske conferma Allmendinger per Indy e Barber, Bruno Senna in orbita Coyne e altro…

Allmendiger torna alle origini: Oggi all’Indianapolis Motor Speedway il Team Penske in una sontuosa conferenza stampa ha annunciato ufficialmente l’ingaggio di AJ Allmendinger per il secondo round stagionale al Barber Motorsports Park ed ovviamente per la Indy500 di fine Maggio, corsa faro del campionato.

Nulla di nuovo quindi, l’asso californiano sarà di nuovo in pista con la Dallara/Chevy #2 sponsorizzata IZOD già la prossima settimana ai test collettivi al Barber, ma la notizia vera è un possibile allargamento dell’impegno di Allmendinger in IndyCar, per un definitivo passaggio (ritorno è il termine giusto…) alla ruote scoperte dal 2014.

“Non vedo l’ora di debuttare in IndyCar. Correre la Indy500 con Penske è il sogno di ogni pilota e questa esperienza sarà sicuramente incredibile” ha detto il 31enne di Los Gatos. “Cercherò di trarne il massimo e dopo tutto quello che è successo lo scorso anno (fu allontanato dalla NASCAR per uso di stupefacenti, ndr) è bello riabbracciare Roger Penske ed il team; per me è una famiglia”.

Bruno Senna vicino al team Coyne: Il team di Dale Coyne non ha ancora annunciato chi si siederà al volante della seconda vettura affiancando il (quasi) confermato Justin Wilson, ma dall’America nelle ultime ore sono rimbalzate voci di un possibile interessamento di Bruno Senna, che sarà impegnato nel WEC con il team ufficiale Aston Martin. Il brasiliano non sembra volersi accontentare dell’impegno nel mondiale endurance (il calendario è molto permissivo a riguardo) e così con il suo entourage sta studiando l’ipotesi USA per i molti week-end liberi, ed al momento l’unico team con ancora un sedile libero è proprio quello di Coyne. I suoi concorrenti a quanto pare sono la connazionale Ana Beatriz e l’indiano Narain Karthikeyan, come anticipato nella puntata di RetroBox del 6 Marzo.

Graham Rahal non esclude un ritorno da Ganassi: Nemmeno il tempo di iniziare la stagione con il team di papà Bobby ed ecco che Graham Rahal non ha escluso un suo possibile ritorno al team Ganassi per il futuro. “Penso che il team Ganassi sia un passo fondamentale per il proseguo della mia carriera”, malgrado i due anni trascorsi nel team di ‘Chip’ non siano stati proprio rose e fiori. “Voglio rimanere in IndyCar per molti anni e chissà uno di questi giorni tornerò con loro”. Per ora sarà bene raccogliere qualche risultato concreto con il team di famiglia…

Munoz il più veloce nei test Lights a Sebring: Il colombiano Carlos Munoz (Andretti) è stato il più veloce nei test Indy Lights a Sebring di questa settimana. Nel primo giorno ha fermato cronometro sul 56.1486. Jack Hawksworth (Schmidt-Peterson) è secondo con 56.2189, Mikael Grenier (Moore) terzo con 56.4220. Secondo giorno ancora nel segno di Munoz con 55.623, davanti a Veach (Andretti) a +0.389 poi Cheves a +0.653. Il team Schmidt-Peterson ha annunciato l’ingaggio dello statunitense Sage Karam, che si aggiungerà ai confermati Hawksworth e Chaves. Al momento sono solo 9 i piloti confermati, ma i vertici del campionato si dicono fiduciosi di aver in pista a St.Petersburg almeno 12 piloti.

Partita al COTA la stagione 2013 Pro Mazda: La scorsa settimana sul circuito di Austin è partita l’edizione 2013 della Pro Mazda, seppur con soli sedici piloti in pista. A vincere gara 1 è stato Diego Ferrerira (Juncos), davanti a Spencer Pigot (Pelfrey), distanziato di 4 secondi. Terzo posto per Brabham (Andretti) a poco meno di 9 secondi. Gara 2 è andata nelle mani di Brabham, seguito dal vincitore di gara 1 Ferreira e da Shelby Blackstock (Andretti). Prossimo appuntamento il 23-24 Marzo a St.Petersburg.

Risultati gara1, gara 2

Di Redazione

INDYCAR insider. Tutto su IndyCar Series, Indy Lights, Pro Mazda Championship e USF2000. Seguo anche AutoGP, USAC e World of Outlaws. Kartista nel tempo libero. Follow me on twitter @papix27