IndyCar – Will Power vola sull’infield di Indy, è monopolio Chevy in top-10

050815-motor-will power pole indy gp indycar.vresize.1200.675.high.1

Pole e nuovo record del circuito: chi ben inizia è a metà dell’opera si dice e Will Power prendendo alla lettere il famoso proverbio ha regalato la quinta pole su cinque gare finora disputate al Team Penske, forte del dominio dei motori e kit aerodinamici Chevy che anche sul circuito infield di Indianapolis hanno confermato la loro superiorità sulle controparti della Honda.

Lo strapotere in qualifica del team di Roger Penske è confermato dalla presenza degli altri tre piloti nella top-5, con la presenza in prima fila di Scott Dixon a spezzare un quadro generale che altrimenti avrebbe del clamoroso. Alla sua 300esima gara in IndyCar – CART inclusa – Helio Castroneves condividerà la seconda fila con il leader del campionato Juan Pablo Montoya, sempre più conferma dopo un avvio di stagione davvero esaltante.

Il vincitore dell’edizione inaugurare dell’anno scorso Simon Pagenaud prenderà la green flag dalla terza fila insieme al Tony Kanaan, in una lotta Penske/Ganassi che ci riporta indietro negli anni d’oro della CART. Per pochi decimi fuori dalla Fast-Six un sempre veloce Sebastien Bourdais che ha trovato la quadra con sia con la monoposto sia col team dopo anni difficili passati a navigare nelle posizioni centrali correndo per team di secondo piano. Un ottimo Saavedra e gli altrettanto bravi Filippi e Coletti completano la top-10 tutta all’insegna del cravattino di Detroit.

Per trovare il primo motore Honda bisogna scendere all’undicesima piazza conquista con il coltello tra i denti da Jack Hawksworth, mentre chi finora era stato il portabandiera dei motori giapponesi in pista, cioè Graham Rahal, è solamente diciassettesimo, appaiato dal rientrante Justin Wilson con la monoposto del team Andretti. Ottava fila per un altro eccellente ritorno, quello di JR Hildebrand con il team di Carpenter e Fisher.

Lo schieramento di partenza

1. fila
Will Power (Dallara DW12-Chevy) – Penske – 1’09″4886 – Fast Six
Scott Dixon (Dallara DW12-Chevy) – Ganassi – 1’09″7156 – Fast Six
2. fila
Helio Castroneves (Dallara DW12-Chevy) – Penske – 1’09″7388 – Fast Six
Juan Pablo Montoya (Dallara DW12-Chevy) – Penske – 1’09″8072 – Fast Six
3. fila
Simon Pagenaud (Dallara DW12-Chevy) – Penske – 1’09″8715 – Fast Six
Tony Kanaan (Dallara DW12-Chevy) – Ganassi – 1’10″2772 – Fast Six
4. fila
Sebastien Bourdais (Dallara DW12-Chevy) – KV – 1’10″0230 – Q2
Sebastian Saavedra (Dallara DW12-Chevy) – Ganassi – 1’10″1572 – Q2
5. fila
Luca Filippi (Dallara DW12-Chevy) – CFH – 1’10″1969 – Q2
Stefano Coletti (Dallara DW12-Chevy) – KV – 1’10″3679 – Q2
6. fila
Jack Hawksworth (Dallara DW12-Honda) – Foyt – 1’10″4558 – Q2
Josef Newgarden (Dallara DW12-Chevy) – CFH – 1’10″8321 – Q2
7. fila
James Hinchcliffe (Dallara DW12-Honda) – Schmidt – 1’10″6273 – Q1 Gr. 1
Charlie Kimball (Dallara DW12-Chevy) – Ganassi – 1’10″5031 – Q1 Gr. 2
8. fila
JR Hildebrand (Dallara DW12-Chevy) – CFH – 1’10″6380 – Q1 Gr. 1
Gabby Chaves (Dallara DW12-Honda) – Herta – 1’10″5282 – Q1 Gr. 2
9. fila
Graham Rahal (Dallara DW12-Honda) – Rahal – 1’10″6480 – Q1 Gr. 1
Justin Wilson (Dallara DW12-Honda) – Andretti – 1’10″5776 – Q1 Gr. 2
10. fila
Ryan Hunter-Reay (Dallara DW12-Honda) – Andretti – 1’10″8345 – Q1 Gr. 1
James Jakes (Dallara DW12-Honda) – Schmidt – 1’10″6749 – Q1 Gr. 2
11. fila
Carlos Munoz (Dallara DW12-Honda) – Andretti – 1’10″8786 – Q1 Gr. 1
Takuma Sato (Dallara DW12-Honda) – Foyt – 1’10″7391 – Q1 Gr. 2
12. fila
Carlos Huertas (Dallara DW12-Honda) – Coyne – 1’12″5038 – Q1 Gr. 1
Marco Andretti (Dallara DW12-Honda) – Andretti – 1’11″1636 – Q1 Gr. 2
12. fila
Francesco Dracone (Dallara DW12-Honda) – Coyne – 1’12″5814 – Q1 Gr. 2

 

Roberto Del Papa – @papix27