It’s Kurt’s time! Il campione NASCAR 2004 al via della 500 Miglia

Kurt-Busch-eligible-to-run-Indy500

E’ arrivata oggi la tanto attesa ufficializzazione della partecipazione di Kurt Busch alla Indianapolis 500 con il team Andretti Autosport. Un lungo viaggio durato un anno o quasi, con un rincorrersi continuo di voci, speculazioni,  di accordi prima presi e poi annullati, che a modo suo ha appassionato perché in fin dei conti avere un campione della serie stock-car n.1 a Mondo al via della gara più bella al Mondo non capita ogni anno.

Ero come un bambino dentro il negozio di caramelle“, ha detto Kurt riferendosi al suo primo test con Andretti dello scorso anno. Dopo undici mesi Kurt si dice pronto ad affrontare Indianapolis e gli altri 32 piloti al via, conscio che sarà ben diverso dal test in solitaria. “Sentivo l’adrenalina e capivo finalmente la differenza tra guidare qui una vettura formula ed una stock-car. Mi son detto ‘lo voglio fare’ e sono eccitato all’idea che tutto si è realizzato.

Dopo Robby Gordon nel 2004 il campione NASCAR 2004 sarà il primo pilota ad effettuare la cosiddetta ‘double’, cioè la sfida titanica di affrontare nello stesso giorno a poche ore di distanza la Indy 500 e la Coca-Cola 600 di Charlotte, la gara più lunga della stagione NASCAR, affrontando anche 430 miglia che separano Indianapolis da Concord, North Carolina che verranno coperte con un charter privato offerto dalla Cessna. Verrà aiutato da Tony Stewart, suo grande amico che in passato ha provato la sfida della ‘double’.

“Nella mia vita ho fatto di tutto, stock-cars, off-road, dragster, dirt, e questo è l’ultimo tassello che manca al mosaico. Voglio essere ricordato come un pilota completo”.

Molto probabilmente Kurt guiderà la vettura n.26, monoposto fortunata che condusse un incredibile Carlos Munoz al secondo posto nell’edizione 2013 alle spalle di Tony Kanaan. Farà anche da talismano portafortuna per Kurt? Vedremo, l’unica certezza è che lui saprà metterci del suo.

Derrick Walker della IndyCar è sicuro di una cosa: “Se Kurt andrà bene sarà l’inizio di un trend“. Noi da parte nostra diciamo ‘speriamo’!

Juan Pablo Montoya, Jacques Villeneuve e Kurt Busch: What else!.

 

Roberto Del Papa