Categorie
International GT Open

International GT Open:Spielberg, gare La prima di Ramos-Chaves

Rimane cortissima la classifica generale dell’International GT Open dopo il terzo appuntamento di Spielberg. L’equipaggio di punta del team Teo Martin, composto da Miguel Ramos ed Henrique Chaves ha conquistato il successo in gara 1 a motori spenti dopo la squalifica della KTM X-Bow GTX Concept, ma nel finale della seconda corsa Ramos è stato beffato da Louis Prette, chiudendo in quarta posizione mentre i diretti rivali in campionato di casa TF Sport e AF Corse sono saliti sul primo e secondo gradino del podio, mantenendosi rispettivamente a 8 e 7 punti di ritardo in classifica.

Il grande protagonista della giornata di sabato è stato certamente Fran Rueda, che al rientro in campionato ha fatto segnare la pole position, allungando poi sugli inseguitori di oltre 15”. L’ingresso della safety car, in seguito ad un contatto tra Niki Leutwiler e Patryk Krupinsky, ha però azzerato il suo vantaggio e quando Marcelo Hahn ha rilevato il volante della McLaren di TeoMartin nulla ha potuto per contenere il rientro di Patric Niederhauser e Chaves. Il pilota svizzero ha ereditato la KTM di Reiter Engineering da Stefan Rosina, e dopo aver superato il gentleman brasiliano si è involato in solitaria verso una bella vittoria. Tuttavia nel corso delle verifiche i commissari tecnici hanno trovato dei freni maggiorati sulla vettura, squalificandola.

Gara 2 ha invece visto Chaves sorprendere Eastwood al via, ma il portoghese è stato costretto a cedere la posizione per aver effettuato il sorpasso fuori dai limiti della pista. I due hanno dato vita ad una bella battaglia, vinta dall’alfiere di TeoMartin, che ha però pagato caro l’handicap tempo derivante della vittoria di gara 1. Salih Yoluc ha ereditato il volante da Charlie Eastwood in prima posizione, mentre Prette nel finale è stato furbo a scavalcare Ramos prima dell’esposizione dei cartelli della safety car, beffando anche Krupisnky alla ripartenza. Il pilota polacco ha conquistato un’altra vittoria di classe Pro-Am dopo quella del round inaugurale di Budapest, chiudendo nuovamente sul podio assoluto davanti a Ramos.

L’Aston Martin di TF Sport ha reagito dopo un sabato difficile,per conquistare la sua seconda vittoria della stagione, mentre Charlie Eastwood (che ha firmato la sua seconda pole nella serie) e Salih Yoluç si sono imposti in Gara 2 al Red Bull Ring. Hanno battuto l’AF Corse APM Monaco Ferrari di Louis Prette-Vincent Abril, che ha preso il secondo posto nell’ultimo giro a Patric Krupinski-Christian Klien (JP Motorsport Mercedes) e Miguel Ramos-Henrique Chaves (TMM McLaren).

La coppia portoghese mantiene la leadership in classifica, 7 punti di vantaggio su Prette-Abril e 8 su Yoluc-Eastwood. Per Krupinski e Klien c’è stata la gioia di vincere in ProAm, davanti a Ortelli-Negro (AF Corse APM Monaco Ferrari) e Hahn-Rueda (TMM McLaren), con la JP Motorsport e il brasiliano a pari punti come leader della classe Pro-Am .

In Am, bellissimo primo successo stagionale per la coppia russa Alex Moiseev-Alexey Nesov, con la loro Mercedes AKM Motorsport, ora a soli due punti dai leader della classe Am Scholze-Liebhasuer (GetSpeed ​​Mercedes).

LA GARA – Al via il poleman Eastwood viene superato all’esterno alla prima curva da Chaves. Klien è terzo in pieno combattimento con Abril, che viene superato da Osborne, poi Macleod, Hahn, Niederhauser e Nesov, che guida in Am. A seguito di una decisione degli steward, Chaves restituisce la P1 a Eastwood, in quanto si ritiene che fosse fuori dai limiti della pista durante il sorpasso iniziale. Il duello tra i due è intenso e il portoghese si porta in testa al sesto giro.

Grande stabilità nelle posizioni nella fase successiva, con il distacco del leader che cresce fino a 4 secondi al 12esimo giro. Klien è terzo seguito da Osborne e Abril, tutti molto vicini, poi Macleod, Niederhauser, Nesov e Hahn. Nesov supera Niederhauser al 15 ° giro per prendere il 7 ° posto. Al 17 ° giro si apre la finestra di cambio pilota.

Dopo tutte le soste, al giro 23, Yoluc conduce con 5 secondi su Krupinski, 11 su Ramos, 18 su Prette e Moiseev, poi Moss, De Haan, Millroy e Rueda. Gli ultimi cinque formano un gruppo compatto che inizierà presto a lottare, con Moiseev che dovrà cedere la sua posizione ma mantenendo saldamente la leadership in Am. Nel frattempo, Ramos ha catturato Krupinski, mentre Millroy finisce nella ghiaia dopo il contatto con De Haan che poco dopo è coinvolto in un incidente simile con Rueda e finisce anche lui nella ghiaia. La safety-car è fuori e l’unico giro di gara rimasto dopo la ripartenza vede Prette scavalcare sia Ramos che Krupinski per prendere il secondo posto.

Photo Luca Machetti Photography

SPEED RACER MOTORSPORT

Sabato 12 settembre 2020, gara 1

1 – Ramos/Chaves (McLaren 720S) – TeoMartin – 45 giri – 1h 10’25″668
2 – Rueda/M.Hahn (McLaren 720S) – TeoMartin – 8″361
3 – De Haan/Macleod (Mercedes AMG GT3) – Ram – 11″334
4 – Prette/Abril (Ferrari 488) – AF Corse – 20″476
5 – Moss/Osborne (McLaren 720S) – Optimum – 29″920
6 – Millroy/Iribe (McLaren 720S) – Optimum – 31″084
7 – Liebhauser/Scholze (Mercedes AMG GT3) – GetSpeed – 31″752
8 – Moiseev/Nesov (Mercedes AMG GT3) – Antonelli – 33″511
9 – Yoluc/Eastwood (Aston Martin Vantage) – TF Sport – 34″146
10 – Lauck/Hook (Mercedes AMG GT3) – SPS – 41″932
11 – Krupisnki/Klien (Mercedes AMG GT3) – JP – 49″914
12 – Negro/Ortelli (Ferrari 488) – AF Corse – 55″163
13 – Leutwiler (Porsche 911) – TFT – 2 giri

Domenica 13 settembre 2020, gara 2

1 – Yoluc/Eastwood (Aston Martin Vantage) – TF Sport – 38 giri – 1h 00’08″266
2 – Prette/Abril (Ferrari 488) – AF Corse – 0″698
3 – Krupisnki/Klien (Mercedes AMG GT3) – JP – 1″946
4 – Ramos/Chaves (McLaren 720S) – TeoMartin – 2″319
5 – Negro/Ortelli (Ferrari 488) – AF Corse – 2″534
6 – Rueda/M.Hahn (McLaren 720S) – TeoMartin – 2″713
7 – Moss/Osborne (McLaren 720S) – Optimum – 3″866
8 – Moiseev/Nesov (Mercedes AMG GT3) – Antonelli – 4″703
9 – Niederhauser/Rosina (KTM X-Bow) – Reiter – 5″778
10 – Leutwiler (Porsche 911) – TFT – 6″195
11 – Liebhauser/Scholze (Mercedes AMG GT3) – GetSpeed – 6″531
12 – Lauck/Hook (Mercedes AMG GT3) – SPS – 6″577
13 – De Haan/Macleod (Mercedes AMG GT3) – Ram – 4 giri

Di Redazione

INDYCAR insider. Tutto su IndyCar Series, Indy Lights, Pro Mazda Championship e USF2000. Seguo anche AutoGP, USAC e World of Outlaws. Kartista nel tempo libero. Follow me on twitter @papix27