NWES Monza – Ander Vilarino: “Niente pretattica: cercherò di essere il più veloce in ogni sessione”

Non potevamo che iniziare da Ander Vilarino, campione in carica della NASCAR Whelen Euro Series e leader della classifica generale di questa stagione, la marcia di avvicinamento alla prima prova italiana della serie ufficiale NASCAR europea.

Vilarino ha dato un avvio bruciante alla sua stagione con 6 vittorie consecutive e si presenta all’appuntamento monzese con 28 punti di vantaggio su Frederic Gabillon, vincitore delle due gare su ovale del Tours Speedway. A partire dall’appuntamento italiano avranno però inizio i playoffs, in cui ogni manche attribuirà punteggi raddoppiati, rendendo potenzialmente apertissimo il risultato finale.

Lo spagnolo, al volante della Chevrolet SS #2 del team TFT-Banco Santander si presenta comunque da favorito per il successo finale. Proprio in virtù del fatto che la gara di Monza potrebbe rappresentare un momento chiave nella corsa al titolo, ha intenzione di far suo il detto secondo cui “la miglior difesa è l’attacco”, partendo al 110% fin dalle prime libere ,come dimostrano le sue parole, pronunciate col piglio del campione determinato a difendere il trono!

[column col=”1/2″]

NWES a Monza

Quando: 27/28/29 settembre 2013
Dove: Autodromo Nazionale di Monza
Qualifiche: Sabato 28 dalle 9:00
Gara 1 Elite: Sabato 28 ore 12:10
Gara 1 Open: Sabato 28 ore 17:15
Gara 2 Elite: Domenica 29 ore 10:45
Gara 2 Open: Domenica 29 ore 15:50
Ingresso: 10€ paddock NASCAR incluso

[/column]

Il week end di Tours è stato piuttosto controverso per te. Ora che hai avuto circa un mese per ragionarci a mente fredda, quali sono le tue considerazioni in merito alle due gare su ovale disputate in Francia?

Sono state esattamente come me le ricordavo dall’anno precedente. Tanti contatti e tanti incidenti, praticamente due lotterie. Proprio per questo volevamo vincere a tutti i costi più gare possibile all’inizio dell’anno, in modo da arrivarea Tours con la possibilità di non perdere la leadership in campionato in caso il week-end non fosse andato nel migliore dei modi. Le sei vittorie della nelle prime sei gare hanno pagato e abbiamo mantenuto un buon vantaggio nonostante i due risultati negativi di Tours, dovuti a diversi contatti con altri piloti. Le gare sugli short track sono così e lo sapevo prima di arrivare a Tours.

Credi che il margine di 28 punti che hai in questo momento ti dia un po’ di tranquillità in caso qualcosa andasse storto? I playoff attribuiranno punteggio doppio: quali piloti pensi che possano lottare fino alla fine per il campionato?

Assolutamente no! 28 punti non sono un gran vantaggi con i punteggi doppi delle prossime 4 gare, ma è comunque molto meglio avere quei punti più, Nelle prossime 4 gare riceveremo gli stessi punti che sono stati distribuiti nelle prime 8, quindi può davvero accadere di tutto. Ti dirò: vincere due corse nei playoffs può essere la chiave per laurearsi campione. Credo che chiunque si trovi nella top-8 in questo momento sia in lotta per il titolo, ma credo che i primi quattro siano quelli con le carte migliori.

Monza sarà una gara molto esigente per i motori. Quali sono le tue aspettative per il fine settimana italiano? Attaccherai fin dalle libere o adotterai un approccio più tattico?

Monza è un circuito molto veloce e sono fiducioso perché avevamo un’ottima vettura a Digione, l’ultima pista veloce che abbiamo affrontato. L’approccio sarà lo stesso di sempre: cercherò di essere il più veloce in ogni sessione. La cosa più importante però è il risultato in gara e non importerà la tattica, penso solo a dare tutto quello che ho per essere in Victory Lane a Monza.

[quote align=”right” color=”#999999″]La cosa più importante però è il risultato in gara e non importerà la tattica, penso solo a dare tutto quello che ho per essere in Victory Lane a Monza.[/quote]

Il team Rapido Racing by Still sembra essere la squadra da battere in questo momento. Con il team TFT state lavorando a qualcosa per recuperare quel piccolo divario? Conti di lavorare con i tuoi compagni del team TFT per sfruttare le scie sui lunghi rettilinei di Monza?

Non prenderla male, ma… sul serio? Abbiamo vinto 6 volte consecutive sugli stradali e loro hanno vinto le altre due corse su un ovale corto. Le prossime 4 gare sono su circuiti stradali e anche se sappiamo che sia la #5 che la #44 saranno molto veloci non pensiamo assolutamente di essere in svantaggio. Anche altri team saranno forti, come la #64 e la #1 e anche altri. I ragazzi del team TFT non si riposano mai e sono costantemente al lavoro per mettere in pista la miglior macchina possibile e non è cambiato nulla in questo. A Tours la #5  era la vettura dominante ma ora cambiamo campo di gioco… non penso che a Monza cercheremo di sfruttare il draft, perché un giro sarebbe perso per un pilota e il successivo per l’altro. Nel mio caso, lavorerò come ho sempre fatto.

Quali sono le tue sensazioni al pensiero di correre su un tracciato con tanta storia?

Amo Monza, ci ho corso altre volte in World Series e in Sport Prototipi. Non vedo l’ora di sentire come si comporta la NASCAR europea alla Parabolica e alle “due di Lesmo”. Di sicuro la macchina si muoverà parecchio in quei punti.

Questa estate ha visto diversi piloti della NASCAR Whelen Euro Series cimentarsi negli Stati Uniti tra la Nationwide Series e la K&N Pro Series e la serie NASCAR europea sta guadagnando attenzione da parte dei media. Pensi che il livello della competizione si stia alzando ancora di più?

E’ fantastico vedere che se sei un pilota NWES e trovi il giusto budget puoi andare negli Stati Uniti e correre in Nationwide Series o in K&N Pro Series. Team Fj ha fatto un grandissimo lavoro e ora possiamo trarne profitto e gareggiare negli USA. Il livello della NWES è stato, è e sarà sempre molto alto, perchè tutti vogliono essere campioni NASCAR!

C’è qualcosa che vorresti dire ai NASCAR fans italiani per invitarli a Monza a vivere in prima persona una gara NASCAR?

Non perdetevela! Vedrete potenti NASCAR V8 scivolare, entrare in contatto e lottare fino all’ultimo metro. Gialle, restart in doppia fila… vi divertirete girando nel paddock e parlando con i piloti. E ci sarà anche Max Papis!!

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia