24H Le Mans 2014. Penelope Pitstop ne sarebbe contrariata

Nella Wacky Races Penelope Pitstop lo usa per truccarsi. Noi lo usiamo (mi raccomando!) tutti i giorni.
Fino al 1911 non veniva nemmeno preso in considerazione nel campo automobilistico.
Poi Ray Harroun ad Indianapolis si domandò…“ma che cavolo me lo porto a fare il meccanico in auto con me solo per guardare dietro gli avversari? Non risparmio peso se mi metto uno specchio in auto?” Detto fatto…e senza volerlo ha inventato lo specchietto retrovisore.
Mentre nelle auto di tutti i giorni è uno strumento indispensabile, nelle corse, benchè importante, lo (gli) specchietto (i) retrovisore (i) è sempre stato visto come un ingombro aerodinamico. Adirittura in F1 sono dovuti intervenire con regole ad hoc per regolamentarne misure e posizione.
Nel 2012 l’Audi ha inserito nella suo prototipo chiuso uno schermo amoled per aiutare i piloti nella visione del posteriore.
Quest’anno la Nissan con la sua Zeod si è spinta anche oltre…ha levato gli specchietti e lasciato solo lo schermo nell’abitacolo.

BpDNAsLIUAA5uCi
Ora qui non ci siamo mai lamentati delle trovate che guardano al futuro, e questa indubbiamente lo è, ma una domanda sorge spontanea. E se la telecamera smette di funzionare nel bel mezzo della gara? Magari di notte nell’Hunadieres, cosa succede?
Non sarebbe meglio continuare (come fa Audi anche tra l’altro) ad avere anche gli specchietti normali vecchio stile? A voi i commenti…quelli di Penelope Pitstop mi sa che li posso intuire.

tumblr_m44nwuU1Bb1r0pn5so1_500

10307404_624289754323538_3280441500753405880_n