Minassian a ruota libera. “Peugeot quanti errori!”

Gli anni di lotta Peugeot ed Audi sono stati tra i migliori dell’endurance ed io ho ricordi bellissimi. La 908 era un auto stupenda da guidare però…

Ecco i però. E’ un Minassian che parla liberamente al direttore di Motorsport quello che leggiamo nel giornale in edicola in queste mese. Forse il primo a dire come andavano le cose nelle casa francese in questi anni.

Ritiro Peugeot:

Minassian vede le due facce della medaglia. Ritiene giusto il ritiro dalle corse a fronte del licenziamento di 8000(!) operai in Francia. Di fronte alla crisi dice, non si può sperperare soldi nelle corse quando non hai da pagare gli stipendi agli operai che devono mantenere le famiglie. D’altro lato, il rammarico di vedere una vettura fortissima come la 908 chiudere la carriera anzitempo quando era pronta la versione ibrida in ogni suo componente.

Rapporto coi compagni:

Buono, ma a differenza di Audi, sempre in lotta tra loro. Pug faceva contratti che duravano un solo anno (o una sola le mans) quindi per giocarsi e mantenersi il posto tutti andavano troppo veloci sempre, anche nei test privati dove Pug stessa metteva a confronto i tempi e creava una situazione di malessere tra i vari drivers.Una situazione quasi insostenibile  Non è un caso se l’unica Pug vincitrice a Le Mans è stata quella degli esperti Brabham Wurz Genè che facevano poca lotta tra loro.

Solo una vittoria a Le mans

Incredibile ma vero, nonostante la 908 fosse sempre più veloce dell’Audi, è riuscita ad ottenere una sola vittoria nel 2009. Minassian dice che la gestione di gara non è mai stata perfetta, che le lotte tra piloti spesso hanno portato ad un uso eccessivo della vettura. Che Pug stessa, nel 2010, portò modifiche al motore su tutte e 4 le vetture non necessarie che tanto il vantaggio era enorme sulle rivali tedesche. Sappiamo tutti come finì, tripletta Audi ed onta francese.

Rapporto con i capi

Quasi al ridicolo negli ultimi periodi. Nessuno che decideva, nessuno che dava una risposta. 

Insomma Minassian si è tolto molti sassolini dalle scarpe e forse ci aiuta a capire il perché di una sola vittoria a Le Mans da parte della Peugeot nonostante la vettura nettamente più performante dell’Audi in tante edizioni.

I cugini galletti ci riproveranno, forse, nel 2014, ma Minassian per allora avrà altri progetti, tipo vincere finalmente Le Mans, ma in Lmp2.