Categorie
Camping World Truck Series Monster Energy Cup Series Nascar Xfinity Series

Brevi NASCAR – Il futuro incerto di Dodge, Rusty Wallace vorrebbe meno gare e altro.

SPRINT CUP

Dodge non sa ancora che faccia avrà il suo 2013: Tre mesi dopo che il Penske Racing ha lasciato la Dodge, a tutt’oggi, la casa di proprieta della Chrysler non sa come sarà il suo 2013 non avendo sottomano nessun contratto da parte di nessun team della NASCAR. Le ultime notizie dicono che l’Andretti Autosport, team dell’Indycar, potrebbe trasferirirsi in NASCAR e avrebbe chiesto proprio se la Dodge appoggiasse il loro progetto di switch. Un annuncio dovrebbe aver luogo tra due settimane al Michigan International Speedway. Al momento nulla di tutto ciò è ufficiale e Dodge non ha nemmeno un fornitore di motori stabile. La casa di Auburn Hills, Michigan, potrebbe chiedere aiuto al Penske Racing . Il tempo stringe! La NASCAR, infatti, passerà ad un nuovo modello di vetture l’anno prossimo e , quindi, le auto presentaranno una nuova forma e avranno nuovi pezzi di carrozzeria. I team cominceranno ad assemblare le nuove vetture dal primo ottobre, assai in anticipo rispetto agli anni passati. Inutile dire che la Dodge, se vorrà partecipare alla prossima stagione della Sprint Cup, dovrà sbrigarsi a trovare uno o più team che, per esempio, potrebbero essere il Richard Petty Motorsports, il Furniture Row Racing o il Front Row Motorsports.

Danica Patrick appare nel magazine di ESPN: Women in Sports: Dopo una brillante carriera in Indycar, Danica Patrick non ci ha messo molto a rendersi popolare nell’ambiente delle stock-car. Certo, la sua popolarita non deriverà dal numero di vittorie , attualmente ferme a zero, ma per la sua grinta e la sua determinazione a correre e a fare bene. I non simpatizzanti della Patrick affermano che lei si trova dov’è solo per la sua bellezza e non per la sua bravura. Nel magazine “Women in Sports”, la Patrick racconta le difficoltà di essere una donna in un ambiente dominato solo esclusivamente da uomini e , inoltre, spiega il perchè di così tante apparizioni in vari spot televisivi.

Rusty Wallace vorrebbe vedere ridotto il numero di gare della Sprint Cup: Rusty Wallace, recentemente selezionato per la NASCAR Hall of Fame, ha dichiarato che gli piacerebbe rivedere una stagione di 31-32 gare , esattamente come ai tempi di quando lui correva. Rusty Wallace ha vinto 55 gare in Sprint Cup e lo scorso weekend, al Charlotte Motor Speedway, ha detto: “Personalmente vorrei un ritorno ad una stagione composta da 31-32 gare. Credo ancora nell’enorme popolarità della NASCAR ma, sinceramente, penso che 36 gare siano troppe. Ritengo che sia legittimo che ognuno esprima la propria opinione e perciò spero che la NASCAR non si arrabbi con me”.

Livrea speciale per Jeff Gordon a Dover: Jeff Gordon sfoggerà, domenica al Dover Int’l Speedway, una livrea tutta particolare per continuare a celebrare i 20 anni di collaborazione con DuPont. La collaborazione ,con una delle aziende chimiche più famose al mondo, è cominciata 20 anni fa quando il giovane e inesperto Jeff correva all’ Atlanta Motor Speedway. 20 anni dopo con 4 titoli e 85 vittorie in Sprint Cup, Jeff si è detto orgoglioso di sfoggiare questa livrea commemorativa. La partnership tra Gordon e DuPont è la più lunga attualmente nella Sprint Cup. In proposito, Jeff ha dichiarato: “Sono molto fortunato ad avere uno sponsor incredibile come DuPont che ha investito tanto per l’Hendrick Motorsports nel corso di questi anni. Supportare sempre lo stesso pilota, la stessa macchina per 20 anni consecutivi, è qualcosa d’incredibile!”. La livrea è stata progettata da Sam Bass, ormai affermato designer per Hendrick.

NATIONWIDE

Due team della Nationwide Series penalizzati: La NASCAR ha penalizzato due team della Nationwide Series per aver commesso varie infrazioni lo scorso weekend al Charlotte Motor Speedway. La macchina #41, guidata da Timmy Hill, non presentava l’altezza adeguata e si è scoperto, inoltre, che aveva pezzi di carrozzeria non conformi alla regole della NASCAR. Alla fine, il crew chief, George Church, è stato multato di $10,000 mentre Timmy Hill, il pilota, è stato penalizzato di sei punti sia nella classifica degli owner che in quella piloti. Un’altra macchina, la #43 di Philippe Lopez, è stata anch’essa penalizzata per non aver rispettato la forma dei contorni della vettura, per l’installazione di dispositivi d’aria direzionali e deflettori non a norma con le regole della NASCAR per la stagione 2012. Lopez è stato multato di $10,000 e messo in probation fino al 31 dicembre 2012 assieme al suo crew chief Wright .

Piquet & Paludo correranno a Road America: Il Turner Motorsports ha annunciato che i piloti brasiliani, Nelson Piquet Jr. e Miguel Paludo, si uniranno a Justin Allgaier e Brad Sweet per la gara del 23 giugno prossimo al circuito da poco più di 4 miglia di Elkhart Lake, Wisconsin, meglio conosciuto, come Road America. Paludo guiderà la Chevy Impala #32 e debutterà nel campionato Nationwide. Paludo ha una grandissima esperienza per quanto concerne i circuiti stradali, dato che ha corso nella Porsche GT3 Cup Challenge brasiliana ma all’attivo ha solo una partecipazione ,con una stock-car, su un circuito stradale ovvero in una gara della NASCAR K&N Pro Series East al Lime Rock Park.
Piquet Jr. , invece, guiderà la Chevy Impala #30. Il giovane brasiliano ha già corso in F1 e ha debuttato, su un circuito stradale, con una stock-car, nel 2010 a Watkins Glen ottenendo una buon settimo posto.

CAMPING WORLD TRUCK SERIES

Il Red Horse Racing chiude il team #7 e appieda John King: John King, il rookie che ha vinto la gara inaugurale della Truck Series a Daytona, è stato appiedato dal Red Horse Racing per mancanza di liquidità da parte del Team. La notizia è stata annunciata martedì, quando è stato dato l’annuncio che il team #7 non correrà finchè non sarà trovato uno sponsor per supportare i costi del progetto. Nel frattempo, il Red Horse Racing si concentrerà sul pick-up #17 di Timothy Peters e quello #11 di Todd Bodine. Peters è, attualmente, secondo nella classifica della Camping World Truck Series, mentre Bodine è nono. King, dopo la vittoria a Daytona, è sprofondato, in quattro gare, dalla prima alla tredicesima posizione ma, comunque, è secondo nella classifica dei rookie. Si spera, ovviamente, che il giovane pilota di Fort Blackmore, Virginia, possa ritornare nel giro dei Truck molto presto.

Di Federico Floccari

Dal mio nickname si possono capire già moltissime cose. Per me la NASCAR è uno stile di vita, non solo un semplice sport. Seguitemi su Twitter (@NASCARCountryUS) se volete veramente saperne di più sul mondo delle stock-cars americane e non solo. Qui, su Motorsportrants, scrivo solo ed esclusivamente sulla NASCAR e non me ne pento. Anzi.