Truck Series – Johnny Sauter trionfa a Daytona

johnny-sauter-2-19_p3

Johnny Sauter ha aperto nel migliore dei modi la sua stagione nella NASCAR Camping World Truck Series, aggiudicandosi la NextEra Energy Resources 250 e con essa un posto nella Chase, introdotta quest’anno come una versione, ridotta a sette gare, dei playoff in vigore dal 2004 .

“Ieri avevo questa sensazione, il nostro truck era perfetto, sapevo che se non avessi commesso errori avrei avuto una possibilità” ha detto il 37enne del Wisconsin. “E’ incredibile, sono contentissimo di essere il primo a finire in victory lane… non so proprio cosa aggiungere, è semplicemente l’opportunità di una vita!”

Come spesso capita sui Superspeedway come Daytona, i veri protagonisti della gara sono stati i big one, grandi incidenti che hanno scandito il ritmo della corsa, distruggendo innumerevoli vetture e i sogni di gloria dei rispettivi piloti. In particolare, a otto giri dalla fine, Timothy Peters arriva a spingere un po’ troppo il truck di Cameron Hayley, che perde il controllo provocando una reazione a catena e coinvolgendo più della metà dei piloti in pista. Tra i tanti a rimediare danni, ci sono anche molti protagonisti di giornata: Austin Theriault, in testa per quasi un terzo della corsa, il due volte campione della serie Matt Crafton, Tyler Reddick, vincitore della corsa nel 2015 e il celebre messicano Daniel Suarez.

La Nascar espone la bandiera rossa per ripulire la pista e dopo 30 minuti di attesa si riparte, con due soli giri da percorrere. Il primo di questi è guidato da Ryan Truex, ma pochi metri dopo la bandiera bianca Johnny Sauter prende il comando, grazie ad una notevole spinta di Christopher Bell, che non riesce però a mantenere il controllo del proprio truck e si ribalta a piena velocità, rotolando nella prima curva del Daytona International Speedway. La gara finisce ovviamente sotto bandiera gialla e, nonostante gli attimi di paura, Christopher viene portato in ospedale solamente per precauzione, venendo dimesso nel corso della notte.

“Devo ringraziare la numero 4 per la spinta” ha aggiunto il vincitore “stavo perdendo il controllo ed ero convinto che non sarebbe finita bene, ma Christopher è riuscito in qualche modo a spingermi ancora e ancora, portandomi in testa!”

Questo primo appuntamento del 2016 ha visto anche l’esordio del tanto discusso Caution Clock, ovvero un conto alla rovescia di venti minuti con lo scopo di interrompere i “lunghi” regimi di bandiera verde con una caution. Come molti prevedevano, però, non l’abbiamo visto in azione, in quanto i tipici incidenti di Daytona hanno portato i commissari a interrompere la gara con una frequenza maggiore, sebbene in un paio di occasioni fossero rimasti solamente una manciata di secondi sul cronometro. Nonostante la sua presenza abbia comunque influenzato le strategie di gara, il giudizio popolare su questa controversa regola è dunque rimandato a sabato prossimo, per la Georgia 200 all’Atlanta Motor Speedway.

Simone Alberti

Ordine D’arrivo della NextEra 250

Fin Str Trk Driver Laps Pts Bns

1

2

21

Johnny Sauter

100

36

4

2

20

81

Ryan Truex

100

32

1

3

23

92

Parker Kligerman

100

30

4

22

86

Brandon Brown

100

29

5

32

50

Travis Kvapil

100

29

1

6

21

2

Tyler Young

100

27

7

24

41

Ben Rhodes #

100

26

8

18

19

Daniel Hemric

100

25

9

26

14

Scott Lagasse Jr(i)

100

0

10

6

88

Matt Crafton

100

24

1

11

29

7

Michel Disdier

100

22

12

25

36

Bobby Gerhart(i)

100

0

13

13

9

William Byron #

100

20

14

30

49

Timmy Hill

100

20

1

15

3

17

Timothy Peters

100

19

1

16

8

4

Christopher Bell #

99

17

17

15

8

John H Nemechek

99

16

18

12

29

Tyler Reddick

99

16

1

19

19

22

Austin Wayne Self

99

14

20

1

33

Grant Enfinger #

98

14

1

21

11

23

Spencer Gallagher

96

12

22

17

78

Chris Fontaine

95

11

23

31

11

Ben Kennedy

93

10

24

10

0

Cole Custer #

93

9

25

14

13

Cameron Hayley

92

9

1

26

7

5

John Wes Townley

92

7

27

4

2

Austin Theriault

92

8

2

28

5

51

Daniel Suarez(i)

92

0

29

16

98

Rico Abreu #

92

4

30

27

66

Jordan Anderson

75

3

31

9

18

Cody Coughlin #

41

2

32

28

44

Tommy Joe Martins

11

1