Categorie
Camping World Truck Series

Joey Coulter la spunta a Pocono per la sua prima vittoria in Truck Series

Prima vittoria in Camping World Truck Series per Joey Coulter, che si è imposto al Pocono Raceway, al volante del Silverado #22 del Richard Childress Racing, nella Pocono Mountains 125, undicesima prova del campionato.

Il successo al “Tricky Triangle”, arrivato in occasione della 36esima presenza nella serie, è maturato grazie ad uno sprint finale magistrale, che lo ha visto risalire dalla terza alla prima posizione dopo un restart a 7 giri dal termine.

La gara

Le 2.5 miglia dell’anomalo tracciato della Pennsylvania hanno prodotto una gara lineare per i primi due terzi, che si è però fatta decisamente più frenetica nelle fasi finali.

Dalla pole è partito, per la seconda volta in stagione, Nelson Piquet Jr., che è rimasto in testa per tutta la prima metà di gara e complessivamente per 33 dei 60 giri di gara. Alla partenza Johnny Sauter è incappato immediatamente in problemi alla trasmissione che lo hanno costretto ad una lunga sosta ai box e alla 27esima posizione finale.

Intorno al 20esimo giro, molti piloti, tra cui Denny Hamlin, che partiva 16esimo e si era velocemente portato nella top-10, hanno dato inizio all’unica tornata di soste ai box della corsa, in occasione della quale Piquet ha ceduto il comando delle operazioni per qualche giro, salvo poi riportarsi in testa in coincidenza della prima bandiera gialla, fatta scattare da un incidente di Timothy George Jr. alla Tunnel Turn.

Ricompattato il gruppo, gli animi si sono decisamente scaldati e al restart un contatto tra Todd Bodine e Nelson Piquet in uscita di curva 1 ha spedito il Toyota Tundra #11 del veterano di Chemung contro le barriere interne. Bodine non l’ha presa affatto bene e ha scagliato il proprio casco in direzione del truck dell’avversario al passaggio del gruppo dietro la pace car.

“Mi prendo la colpa dell’accaduto perchè avrei dovuto sapere che non potevo sperare che un idiota facesse la cosa giusta” ha detto Bodine. “Mi sono mosso per uscire dalla scia di Buescher e dovevo sapere che Nelson non sarebbe stato abbastanza intelligente da seguirmi. Se fosse stato l’ultimo giro, avrei capito. Credo che pensi di dovermi una sportellata dalla gara in Kansas, ma è un peccato.”

“E’ successo proprio in uscita di curva” ha glissato Piquet. “James era al mio esterno e mi hanno passato da quella parte, poi non ho avuto nemmeno il tempo di inserirmi dietro a Bodine. Il suo spotter avrebbe dovuto dirgli che ero al suo fianco. Non potevo farci nulla.”

Un altro incidente ha nuovamente interrotto la gara al giro 40, quando Timothy Peters ha perso il controllo del suo Tundra #17 e ha finito con il coinvolgere anche Paulie Harraka, Ron Hornaday, Miguel Paludo e Sean Corr per quella che si è rivelata essere l’ultima delle tre gialle di giornata.

Al successivo restart, Coulter è stato lesto a portarsi al comando e abile a sfruttare il vantaggio di avere un flusso d’aria pulito per tagliare il traguardo con 1.2 secondi di vantaggio su Buescher. Dopo un’esitazione in ripartenza, Piquet è riuscito ad acciuffare il terzo posto, davanti a Crafton, Hamlin e Dillon. Klingerman, Townley, Lofton e Chastain hanno chiuso la top-10.

Le dichiarazioni dei protagonisti

“Appena lo spotter ha detto ‘Verde’, ho affondato il piede sull’acceleratore e ho lasciato che i cavalli del motore Chevrolet ECR facessero il resto” ha detto Coulter. “Dovevamo muoverci in fretta, stare davanti è fondamentale. Il nuovo asfalto ha fatto alzare le velocità e ha reso difficile sorpassare. Sapevo che dovevo risolvere tutto in quel momento o non avremmo avuto una seconda possibilità.”

[minigallery id=”10545″ pretty=”1″]

“L’ultimo restart è stato problematico” ha dichiarato Piquet. “La pista è larghissima. Non sapevo se difendermi a sinistra o se cercare di mantenere la mia traiettoria con Buescher al mio fianco, e alla fine siamo arrivati in three-wide alla prima curva. Lì ho perso parecchie posizioni e poi ho recuperato fino al terzo posto, ma è stato un peccato. Avevamo il truck più veloce e puntavamo a vincere.”

La classifica

Si accorcia la classifica generale della Camping World Truck Series: Peters è sempre in testa con 418 punti, 8 in più di Dillon (410). Al terzo posto c’è Buescher (403), che precede Lofton (400), Crafton (385) e Klingerman (383).

Ordine d’arrivo della Pocono Mountains 125

1 4 22 Joey Coulter RCR / darrellgwynnfoundation.com Chevrolet 50 47 4 119.8 $34,800 Running 1 7
2 5 31 James Buescher Koike Aronson / Ransome Chevrolet 50 43 1 124.7 $24,565 Running 2 6
3 1 30 Nelson Piquet Jr. AutoTrac Chevrolet 50 43 2 139.0 $25,685 Running 3 33
4 9 88 Matt Crafton Jeld Wen / Menards Toyota 50 40 111.4 $14,950 Running
5 16 18 Denny Hamlin(i) GNC Live Well / M&M’s Toyota 50 0 99.7 $11,475 Running
6 2 3 Ty Dillon # Bass Pro Shops / Tracker Boats Chevrolet 50 38 91.0 $12,400 Running
7 17 29 Parker Kligerman Cooper Standard RAM 50 37 84.8 $10,900 Running
8 11 09 John Wes Townley # Toyota Care Toyota 50 36 89.6 $10,675 Running
9 35 6 Justin Lofton MillenniumPrivateJetServices/LoftonCattle Chev 50 35 77.7 $10,625 Running
10 20 08 Ross Chastain # Melon 1 / SC Watermelon Association Toyota 50 34 74.4 $11,825 Running
11 14 23 Jason White GunBroker.com Ford 50 34 1 84.8 $10,500 Running 1 2
12 18 98 Dakoda Armstrong # EverFi.com Toyota 50 32 71.3 $10,375 Running
13 3 32 Miguel Paludo Duroline Brakes Chevrolet 50 31 90.4 $10,325 Running
14 15 33 Cale Gale # Rheem Chevrolet 50 30 78.2 $10,275 Running
15 6 2 Timothy George Jr. Applebee’s Chevrolet 50 29 75.3 $11,225 Running
16 25 27 C.E. Falk HotTorque.com Chevrolet 49 28 55.7 $10,050 Running
17 19 99 Bryan Silas # Rockingham Speedway Ford 49 27 57.9 $9,950 Running
18 23 84 Chris Fontaine Glenden Enterprises Chevrolet 49 26 46.0 $9,825 Running
19 10 9 Ron Hornaday Jr. Joe Denette Motorsports Chevrolet 47 25 71.4 $9,725 Running
20 34 57 Norm Benning Norm Benning Racing Chevrolet 47 24 43.0 $8,050 Running
21 32 59 Kyle Martel PA Breast Cancer Coalition Chevrolet 47 PE 41.2 $7,275 Running
22 8 17 Timothy Peters TOYOTA / Red Horse Racing Toyota 40 23 1 100.1 $8,175 Running 1 2
23 27 28 Wes Burton FDNY Racing Chevrolet 39 21 47.3 $7,075 Accident
24 7 5 Paulie Harraka # Wauters Motorsports Ford 38 20 85.3 $8,000 Accident
25 30 82 Sean Corr LeonardBusSales/AmrcnHeroesRacing/RshYates Ford 37 19 50.7 $7,115 Accident
26 12 11 Todd Bodine Northeast Toyota Dealers Toyota 33 18 92.0 $6,925 Accident
27 13 13 Johnny Sauter Hot Honeys / Curb Records Toyota 28 17 40.7 $7,900 Running
28 21 93 Dennis Setzer RSS Racing Chevrolet 18 16 45.2 $6,875 Handling
29 26 39 Ryan Sieg RSS Racing Chevrolet 11 15 54.1 $6,850 Engine
30 31 25 Brandon Knupp Hillman Racing Chevrolet 8 PE 36.5 $7,325 Vibration
31 22 07 Jeff Agnew Wear Your Gear / BOBBER.info Toyota 7 13 46.8 $6,800 Vibration
32 29 74 Scott Riggs(i) kona Unwind Chevrolet 6 PE 37.0 $6,775 Overheating
33 36 75 Adam Edwards Norm Benning Racing Chevrolet 5 11 36.3 $6,750 Vibration
34 28 38 Chris Jones RSS Racing Chevrolet 3 10 36.9 $6,725 Vibration
35 33 0 Chris Lafferty Driven2Honor.org RAM 1 9 32.7 $6,700 Accident
36 24 10 Jennifer Jo Cobb Driven2Honor.org RAM 0 8 30.9 $6,672

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.