La NASCAR acquista l’Iowa Speedway: un caso isolato?

Con una mossa decisamente a sorpresa, la NASCAR ha acquistato l’Iowa Speedway, ovale da 0,875 miglia situato nei pressi di Des Moines, Iowa, che da diversi mesi era in predicato di essere ceduto dalla società guidata dalla famiglia Clement.

Si tratta della prima acquisizione di questo tipo in ambito strettamente NASCAR – il colosso di Daytona Beach aveva già messo le mani su Sebring e Road Atlanta nel processo di fusione tra Grand-Am e American Le Mans Series – e promette di dare il via a una serie di discussioni non da poco. Se da un lato, infatti, la mossa della famiglia France potrebbe assicurare un futuro all’impianto di Des Moines, dall’altro potrebbe anche rappresentare un “esperimento” da parte della NASCAR, volto a capire se integrando le piste all’interno della propria struttura si può configurare un modello di business più sostenibile in un periodo in cui molti impianti, come ad esempio Talladega, tendono a ridurre il numero di posti in tribuna.

“L’Iowa Speedway è un grande impianto per l’intrattenimento con un futuro molto luminoso,” ha detto Eric Nyquist, vice presidente della NASCAR per lo sviluppo strategico. “La pista ha il supporto della regione, ha una posizione nel cuore del Midwest e anno dopo anno ha offerto un grande spettacolo per i fans del motorsport. Passare la proprietà alla NASCAR ci permetterà di attingere a tutte le risorse dell’azienda. Ci permetterà anche di mettere in piedi in prima persona tutta una serie di iniziative e idee per l’intrattenimento dei fans.”

Il cambio di proprietà non assicurerà, almeno a breve, una gara della Sprint Cup Series all’Iowa Speedway, che a maggio aveva ricevuto dallo Stato dell’Iowa l’impegno per un finanziamento da 8 milioni di dollari proprio per puntare alla massima serie NASCAR. Torneranno invece Nationwide Series, Camping World Truck Series, Indycar Series e le due K&N Pro Series. L’ovale disegnato con il contributo di Rusty Wallace e aperto nel 2006  potrebbe quindi essere anche un cardine di quella strategia di valorizzazione delle serie “minori” che tanti fans aspettano.

La prospettiva di acquistare altri circuiti in futuro è stata smentita dal portavoce della NASCAR David Higdon, che ha definito l’operazione svolta con l’Iowa Speedway un evento particolare, che consentirà di organizzare anche molti eventi al di fuori delle competizioni in un mercato importantissimo. La famiglia France è anche proprietaria di una bella fetta di International Speedway Corporation, la società che possiede 12 dei tracciati in calendario, ma ha preferito non “utilizzarla” nell’operazione, perché già finanziariamente impegnata nella ristrutturazione del Daytona International Speedway.

Maggiori informazioni sulla cessione dell’Iowa Speedway e sul suo futuro saranno divulgate in un evento che si terrà presso il circuito il 12 dicembre prossimo.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia

[divider]

[space height=”20″]

Calendario 2014 IOWA SPEEDWAY

 Sabato 17 maggio – NASCAR K&N Pro Series East vs. West Challenge
Domenica 18 maggio – NASCAR Nationwide Series

Venerdì 11 luglio – American Ethanol 200, NASCAR Camping World Truck Series
Sabato 12 luglio – Iowa Corn Indy 300, IndyCar Series

Venerdì 1 agosto – NASCAR K&N Pro Series East vs. West Challenge
Sabato 2 agosto – NASCAR Nationwide Series