Truck Series – Christopher Bell vince una gara pazza a Gateway

13466372_1429652550393932_4326928509215057801_n

E’ successo un po’di tutto durante la Lineman 200 che si è tenuta al Gateway Motorsports Park la scorsa notte e ha visto vincitore Christopher Bell, la vittoria è arrivata da una scelta rischiosa ovvero effettuare il restart a due giri dal termine scegliendo la corsia più bassa, quella sfavorevole, ma che infine ha pagato e portato alla vittoria il Tundra #4 del Kyle Busch Motorsports che taglia il traguardo della sua 50esima vittoria.

Il tempo è stato molto inclemente per tutto il weekend infatti la partenza della gara è stata posticipata di 1 ora e 15 minuti proprio per le cattive condizioni atmosferiche, nella prima fase di gara il pilota più performante è stato Johnny Sauter rimasto in testa fino alla caution clock del 26° giro quando Tyler Reddick ha preso la leadrship, ceduta poi al vincitore delle ultime due gare William Byron che ha mantenuto per 47 giri fino a quando è stata conquistata definitivamente da Christopher Bell fino alla fine eccetto per per 4 giri dove il leader è stato Ben Rhodes.

“Questa è per i miei ragazzi, fanno sempre un lavoro straordinario e oggi si sono superati, nonostante siamo rimasti a secco di vittorie per tutto l’anno a volte anche per colpa di errori miei, loro non hanno mai mollato e tutti quanti ai box, al KBM e al JGR hanno sempre fatto grandi cose e non posso fare altro che ringraziarli” ha detto Christopher Bell in victory lane, per lui è la seconda vittoria in NCWTS e prima del 2016.

Secondo chiude Ben Rhodes che ha solo sfiorato la sua prima vittoria in carriera ma chiude con un secondo posto, miglior piazzamento personale, terzo Daniel Hemric seguono: Johnny Sauter, Erik Jones, John H. Nemechek, German Quiroga, Kaz Garla e Ben Kennedy a chiudere la top 10.

Molti incidenti durante la gara che ha visto la caution per 9 volte e per ben 3 volte in red flag; il secondo in classifica generale Matt Crafton è stato costretto al ritiro a 12 giri dal termine dopo essere stato centrato da Tyler Reddick che aveva cercato un sorpasso all’esterno ai danni di John H. Nemechek ma fallendolo e finendo a muro per poi rientrare i pista e colpire il Tundra #88; altro grande impatto ha coinvolto il truck di Jennifer Joe Cobb e qello di Austin Wayne Self al 120° giro; ma il piatto forte è arrivato a 5 giri dal termine quando John Wes Townley e Spencer Gallagher sono arrivati alle mani a seguito di un contatto tra i loro truck, cimentandosi così in una specie di incontro di wrestling misto a ballo di coppia in mezzo al tracciato, Townley senza dubbio era il più contrariato tant’è che proprio lui è andato a cercare la rissa e più volte ha cercato di colpire Gallagher sul volto, una manciata di secondi concitati fino a quando sono intervenuti i commissari a sedare la lite.

Chase Watch

William Byron (Kansas, Texas, Iowa)

Matt Crafton (Dover, Charlotte)

Johnny Sauter (Daytona)

John Hunter Nemechek (Atlanta)

Christopher Bell (Gateway)

Drivers standings following Gateway:

(1) W. Byron # 226;

(2) M. Crafton 225;

(3) T. Peters 221;

(4) D. Hemric 216;

(5) J. Sauter 204;

(6) J. Nemechek 192;

(7) B. Kennedy 192;

(8) T. Reddick 191;

(9) C. Bell # 185;

(10) B. Rhodes # 181.

Marco Russo