Truck Series – Vince John Hunter-Nemechek dopo un un finale vietato ai deboli di cuore

3_a_160904_cts_john_hunter_canada.vresize.1200.675.high.95

In quasi tutte le volte che si corre al Canadian Motorsports Tire Park, sono sempre assicurati i primi 30 giri di tranquillità per poi scatenare l’inferno e dare alla gara tantissimi colpi di scena. Oggi probabilmente è stata l’edizione più pazza della Chevrolet Silverado 250, specialmente per il finale, come sempre indescrivibile e ricco di colpi di scena, da notare prima di ieri quello del 2013, con Chase Elliott che sperona Ty Dillon, mandandolo a muro, e  andando a vincere la sua prima gara in carriera.

 

Ieri non è stato un remake, ma qualcosa di ben più spettacolare, mai visto un finale concluso sull’erba, con Custer e Nemechek stretti contro il muro esterno, alla fine la spunta quest’ultimo, in un photofinish da paura, dopo esser riuscito a buttare fuori pista Custer. Questo è stato probabilmente il finale più pazzo della storia della NASCAR Camping World Truck Series.

Inizialmente la vittoria era stata aggiudicata ad Hemric, classificando Custer e Nemechek al 21° e al 22° posto, cioè ultimi tra i piloti a giri pieni, ma dopo una revisione, gli ufficiali hanno rimesso la classifica a posto, mettendo Nemechek primo e Custer secondo, e quindi Hemric 3°. Alla fine, c’è stata una violenta rissa stile Wrestling Raw tra i piloti della #00 e della #8, con Custer che ha violentemente scazzottato Nemechek dopo averlo inseguito ma entrambi hanno continuato a darsela, finchè non sono arrivati i team a separare un Custer inviperito e Nemechek, che invece di aspettare la bandiera a scacchi, ha avuto un Custer vendicativo, che aveva appena perso l’accesso alla Chase e che ora ha solo un’opportunità a Chicagoland.

 

Per John Hunter-Nemechek si tratta della seconda vittoria stagionale, la terza di carriera, dopo aver ottenuto la prima nel 2015 proprio a Chicagoland, ovale in cui si correrà tra due settimane.

“E’ stato davvero eccitante farlo alla fine. Non posso che non ringraziare i ragazzi per il duro lavoro che hanno fatto per darmi questo truck veloce” ha detto John Hunter-Nemechek, figlio di Joe Nemechek e nipote del deceduto John Nemechek.

Ecco anche le parole dello stesso Nemechek riguardo alla rissa da wrestling con Custer.

“Cole e io, avevamo due truck molto veloci, e sapevo che anche lui, come me, meritava il posto in victory lane, ma è finita male tra noi due”.

Per Custer, dopo aver dominato il weekend, e la gara, conquistando anche pole e record della pista, lascia il Canada con tanto fumo e poco arrosto. E il suo disappunto è espresso anche dalla seguente intervista:

“Nemechek, non ha corso pulitamente, buttandomi fuori all’ultima curva, toccandomi al posteriore, e facendomi andare fuori pista. Dopo di che mi ha fatto strisciare contro il muro esterno e le fence, fin quando lui non ha concluso 1°.  Io me lo aspettavo, perchè tanti piloti come lui fanno questo, ma rimane comunque un vero peccato, perchè lui mi ha tolto una grandissima opportunità per entrare nella chase” ha detto Custer.

Concludono la top-5 Crafton e Christopher Bell. Il vincitore della gara di Michigan, Brett Moffitt, ha concluso 17° dopo essere stato coinvolto in un big-one al 54°giro, che ha messo fuori gioco Abreu, e che ha danneggiato anche Hayley e Klutt, sino a quel momento autore di una bella gara. Il rookie proviene da sei stagioni nella NASCAR Pinty’s Series.

Un vero peccato per Kaz Grala, autore di un brutto incidente al 58°giro mentre si trovava terzo, Grala stava disputando una gara veramente bella. Stessa cosa anche per Spencer Gallagher, anche lui mandato in testacoda durante il caos dell’ultimo giro, era terzo, quando è stato spedito a muro da Cindric, che poi è finito anche lui a muro, entrambi concludono rispettivamente 22° e 23°.

La gara è stata fermata da 6 caution, tra cui due clock, ma quella più importante è stata sicuramente la seconda, arrivata al 45° giro, che ha dato pepe alla gara, sino a quel momento senza particolari acuti e sorpassi, fino a quel momento era segnalabile solo il crash di Rhodes al sesto giro.

CHASE WATCH

1
Kyle Busch Motorsports
William Byron
9 402 Leader 15 5 8 10 1 0
2
Brad Keselowski Racing
Daniel Hemric
19 374 -28 15 0 7 12 0 0
3
GMS Racing
Johnny Sauter
21 356 -46 15 1 7 11 1 1 Position Up
4
ThorSport Racing
Matt Crafton
88 352 -50 15 2 5 11 3 1 Position Up
5
Red Horse Racing
Timothy Peters
17 350 -52 15 0 4 9 0 -2 Position Down
6
GMS Racing
Ben Kennedy
33 334 -68 15 1 2 7 1 0
7
Kyle Busch Motorsports
Christopher Bell
4 333 -69 15 1 6 10 3 0
8
SWM-NEMCO Motorsports
John Hunter Nemechek
8 324 -78 15 2 4 8 1 0
9
JR Motorsports
Cole Custer
00 318 -84 15 0 4 7 3 1 Position Up
10
ThorSport Racing
Cameron Hayley
13 312 -90 15 0 4 8 1 -1 Position Down
11
Brad Keselowski Racing
Tyler Reddick
29 311 -91 15 0 4 7 2 0
12
ThorSport Racing
Ben Rhodes
41 267 -135 15 0 2 5 2 0

Kevin Salerno