Categorie
Camping World Truck Series

Una gara su terra per la NASCAR Camping World Truck Series?

Il rumor è di quelli da prendere con le pinze, sebbene la fonte sia l’autorevole ESPN.com, perché rappresenterebbe una novità colossale per un’organizzazione come la NASCAR, che impiega sempre molto tempo a muoversi, ma non si può fare a meno di parlarne, visto che esaudirebbe i desideri di legioni di fans americani e non.

Tenetevi forte allora: secondo quanto riportato da David Newton su ESPN.com, la NASCAR starebbe considerando di aggiungere al calendario della Camping World Truck Series una gara su sterrato (o “dirt”, come dicono da quelle parti) all’Eldora Speedway, ovale da mezzo miglio situato in Ohio.

Il mezzo miglio dell’Eldora Speedway, uno dei più importati tracciati sterrati degli Stati Uniti, è di proprietà di Tony Stewart, che vi organizza annualmente la gara di beneficenza Prelude to The Dream. La NASCAR ha ovviamente evitato di commentare qualsiasi voce riguardante in particolar modo l’ovale dell’Ohio, ma l’attesa non dovrebbe essere di lunga durata, visto il calendario della Truck Series 2013 è atteso alla pubblicazione a breve:

“Abbiamo visitato diversi circuiti nel corso degli ultimi mesi, per osservare possibili nuove sedi di gara per la Nationwide e la Camping World Truck Series” ha detto Kerry Tharp, il portavoce del colosso di Daytona. “Pensiamo di poter diramare i calendari ufficiali per il 2013 dei due campionati nelle prossime settimane”.

Una serie “maggiore” della NASCAR non corre su terra dal 1970, anno in cui Richard Petty vinse per l’ultima volta a Raleigh, North Carolina, ma le gare per stock-cars sono nate, prima della seconda quella mondiale, proprio sul “dirt”, grazie a circuiti come il Lakewood Speedway e a personaggi come Roy Hall, Lloyd Seay, Red Biron, Bill France e i fratelli Flock.

I trucks della NASCAR avrebbero sicuramente bisogno di gomme specifiche e di qualche adattamento per correre su terra, soprattutto per quanto riguarda molle, ammortizzatori e si sistema di raffreddamento, ma la ARCA Series, che adotta telai simili, già disputa con successo due gare sul dirt, allo Springfield Raceway e al DuQuoin Fairgrounds Speedway.

La gran parte di tifosi, addetti ai lavori e piloti incrocia le dita e  possiamo solo immaginare che sorriso covino sotto i baffi due maniaci delle gare su terra come Tony Stewart e Clint Bowyer. Tenete in fresco lo champagne per ora, e lustratevi gli occhi con qualche immagine che avevamo postato un po’ di tempo fa.

Stay Tuned!

 

 

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.