Categorie
K&N Pro Series

K&N East – Kwasniewski si impone di prepotenza a Langley

Dylan Kwasniewski, precedendo al traguardo Daniel Suárez, ha vinto la Visit Hampton VA 175 al Langley Speedway, settimo appuntamento stagionale della NASCAR K&N Pro Series East.

Per il 18enne pilota di Las Vegas si tratta della terza vittoria stagionale e dell’ottavo successo in carriera NASCAR K&N Pro Series.

Kwasniewski, partito dalla seconda posizione, è rimasto in testa per ben 132 giri sui 175 previsti, non male per uno alla prima apparizione sullo short track della Virginia. Il sorpasso decisivo è arrivato al giro 46, quando il giovane pilota del Turner Scott Motorsports ha superato il pole-sitter, Brett Moffitt. Per portare a casa la vittoria, Dylan ha dovuto difendersi da molti attacchi da parte degli avversari nei vari restart della corsa, ben dodici,  compreso un finale green-white-checkered in cui Suárez ha tentato di tutto per passarlo, ma senza successo. La seconda piazza per Suarez rappresenta il miglior risultato in carriera.

“E’ stato veramente difficile resistere agli attacchi di Suarez in quei restart. Sentivo che eravamo noi la macchina da battere”, ha detto Kwasniewski. “La chiave del nostro successo è stata avere molta calma nelle ripartenze e averli effettuati nel miglior modo possibile, senza pattinare le gomme o altro.”

Completano la top-10: Jesse Little, miglior piazzamento in carriera per il rookie di Mooresville, North Carlina,  Cale Conley e Ryan Gifford., Matt Tifft, Ben Kennedy, Austin Dyne, Eddie MacDonald e Brandon Gdovic.

Grazie a questa vittoria, Kwasniewski è riuscito a prendersi il comando della classifica generale ai danni di Moffitt, che così scivola in seconda posizione staccato di 18 punti da Dylan. Ben Kennedy, Brandon Gdovic and Ryan Gifford risiedono rispettivamente in terza, quarta e quinta posizione.

Prossimo appuntamento con la NASCAR K&N Pro Series East al Columbus Motor Speedway, in Ohio, per la NAPA Auto Parts 150 il 13 luglio.

Federico Floccari

[follow id=”nascarfannation” size=”large” count=”true” ]

[divider]

Ordine d’arrivo

1 2 98 Dylan Kwasniewski Royal Purple/Rockstar Energy Drink Chevrolet 177 48 5 Running
2 12 6 Daniel Suarez Toyota Racing Development Toyota 177 42 Running
3 14 97 Jesse Little * NASCAR Technical Institute Chevrolet 177 41 Running
4 13 47 Cale Conley Tait Stages/axs.tv Toyota 177 40 Running
5 6 2 Ryan Gifford Universal Technical Institute/NTI Toyota 177 39 Running
6 17 89 Matt Tifft * DOC 360 Chevrolet 177 38 Running
7 3 96 Ben Kennedy Ben Kennedy Racing Chevrolet 177 37 Running
8 15 99 Austin Dyne KMC Wheels Chevrolet 177 36 Running
9 7 71 Eddie MacDonald Grimm Construction/National MS Society Chevrolet 177 35 Running
10 4 46 Brandon Gdovic Windstax.com/Aquis Communications Toyota 177 34 Running
11 11 21 Mackena Bell * Toyota Racing Development Toyota 177 33 Running
12 8 34 Kenzie Ruston * AccuDoc Solutions Chevrolet 177 32 Running
13 20 18 Sam Hunt Denny Hamline Foundation/DOW Toyota 177 31 Running
14 16 1 Johnny VanDoorn * Karl Performance Chevrolet 177 30 Running
15 19 72 Scott Heckert * Project Lifesaver Chevrolet 177 29 Running
16 21 81 Jeremy Burns * Williams-Ebeling Ent./M&E Products Toyota 177 28 Running
17 5 20 Gray Gaulding * Krispy Kreme Doughnuts Toyota 176 27 Running
18 18 37 Trey Hutchens * Kroger/Herr’s Potato Chips Chevrolet 175 26 Running
19 22 63 John Salemi John Salemi Racing Toyota 171 25 Running
20 1 11 Brett Moffitt Saitama Toyopet Toyota 169 25 1 Running
21 23 73 Daniel Graeff * Children’s Tumor Foundation Chevrolet 169 23 Running
22 10 4 Bryan Ortiz Toyota Racing Development Toyota 109 22 Electrical
23 9 00 Cole Custer * Haas Automation Chevrolet 78 21 Engine

 

Di Federico Floccari

Dal mio nickname si possono capire già moltissime cose. Per me la NASCAR è uno stile di vita, non solo un semplice sport. Seguitemi su Twitter (@NASCARCountryUS) se volete veramente saperne di più sul mondo delle stock-cars americane e non solo. Qui, su Motorsportrants, scrivo solo ed esclusivamente sulla NASCAR e non me ne pento. Anzi.