K&N Pro Series East – Il dominio di Dylan Kwasniewski si allunga anche in South Carolina

Sei vittorie nei dodici appuntamenti disputati, quattro delle quali nelle ultime sei gare. Non è il ruolino di marcia di Kyle Busch nella Nationwide Series, ma è il palmarès della stagione in corso di Dylan Kwasniewski, già vincitore l’anno passato della NASCAR K&N Pro Series West ed ora in testa con largo margine nella divisione gemella East. L’ultima affermazione del diciassettenne di Las Vegas è arrivata proprio nella giornata di Lunedì, quando al volante della vettura #98 sponsorizzata Royal Purple/Rockstar Energy Drink si è aggiudicato la Kevin Whitaker Chevrolet 140 sull’ovale da mezzo miglio del Greenville Pickens Speedway.

In una gara in cui Dylan e il suo team sentivano concretamente di poter ambire al successo con discreta facilità, Kwasniewski non ha sbagliato nulla, seguendo alla lettera la scaletta pianificata dalla squadra, tanto nel perdere posizioni per far riposare le gomme quanto per poi recuperarle nel corso del finale di gara.

E’ stata proprio la gestione degli pneumatici la chiave della corsa, fattore che ha premiato sia il vincitore che Daniel Suarez, il messicano giunto secondo al traguardo. Entrambi i giovani piloti hanno ceduto nel corso della prima metà di gara la leadership dopo varie tornate al comando, indietreggiando nella pancia del gruppo per permettere alle gomme di usurarsi di meno e abbassare l’alta temperatura dovuta alla giornata rovente.

Una volta compiuta l’operazione, è stato più semplice per i due piloti risalire il gruppo e portarsi a una ventina di giri dal termine della corsa in testa al plotone. Non c’è stata storia però tra i due in quanto alla vittoria finale: ben 2 secondi e mezzo hanno separato sotto la bandiera a scacchi le auto rispettivamente di Kwasniewski e Suarez.

[column col=”1/3″][mc4wp-form][/column]

Prestazione senza dubbio da sottolineare è stata quella del giovanissimo Gray Gaulding, appena quindicenne e alla sua prima stagione nella categoria. Il terzo posto al traguardo, dopo una rimonta cominciata dalla settima posizione gli è valsa la terza top 5 dell’anno, insieme alla possibilità di conquistare il riconoscimento di “Rookie of the year”, per il quale è in lotta con Kenzie Ruston, oggi ottava al traguardo.

Hanno completato la top 10 Eddie MacDonald, Mackena Bell, Ben Rhodes, Jesse Little, Kenzie Ruston, Brett Moffitt e Ben Kennedy. Gli ultimi due, rispettivamente secondo e terzo in classifica generale, perdono molto terreno dal leader di campionato in una giornata che si è rivelata ricca di colpi di scena in particolare ai danni degli abituali contendenti alle posizioni di testa, premiando per una volta chi di solito è impegnato a lottare per i piazzamenti di rincalzo.

La Classifica

Grazie alla vittoria, Dylan Kwasniewski consolida una leadership che assume ora proporzioni piuttosto importanti in vista del rush finale del campionato. Il pilota della Chevrolet numero#98 ha ora 453 punti, 40 in più di Brett Moffitt e 53 di vantaggio su Ben Kennedy.

Si avvicina a questi Eddie MacDonald, ora a quota 396, mentre segue più staccato Ryan Gifford a 372. Sale in sesta posizione Daniel Suarez, a 371. Stessi punti e primo posto fra i Rookie per Kenzie Ruston, tre in meno per il suo antagonista Gray Gaulding.

La NASCAR K&N Pro Series East sarà nuovamente in scena tra poco meno di tre settimane, nella giornata di Sabato 21 Settembre, per la North American Power 100 sul New Hampshire Motor Speedway.

Fabio Valente

Segui @FabioBassoon