A Darlington ritorna il pacchetto a basso carico che ha fatto successo in Kentucky

Darlington Raceway  May 6 & 7, 2011 SHOWTIME Southern 500 Race Weekend

L’unico – e nuovo – pacchetto aerodinamico della NASCAR che ha ricevuto critiche positive – fino ad ora in questa stagione – avrà un altro banco di prova nella Southern 500 che si correrà domenica sera – con green flag alle 1.20 italiane – al Darlington Raceway.

Il primo uso del pacchetto a basso carico (quello preferito dai piloti) è stato lo scorso luglio in occasione della gara della Sprint Cup Series al Kentucky Speedway e ha prodotto una gara stellare sia a livello visivo che statistico. I piloti volevano un decadimento delle gomme piuttosto repentino nel corso di uno stint e sono stati – praticamente – accontentati visto che la vettura era molto meno “docile” che col pacchetto ufficiale del 2015.

Ci sono stati 2,665 sorpassi sotto bandiera verde in confronto ai 1,147 dell’edizione 2014 e – inoltre – ci sono stati 22 sorpassi per la leadership della gara sotto green flag: un record. Addirittura, a volte, ci sono state situazioni di three o four-wide per delle posizioni in mezzo al gruppo che hanno reso ancor più spettacolare la gara in quel di Sparta, Kentucky.

In Kentucky mancavano le gomme giuste

In Kentucky, Goodyear non ha portato le gomme adatte per il nuovo pacchetto aerodinamico. Non sarà la stessa cosa per la gara di questo weekend a Darlington. Con l’aiuto di un test specifico per le gomme, lo scorso giugno, grazie a Matt Kenseth, Brad Keselowski e Tony Stewart, Goodyear debutterà con nuovo compound di gomme specifiche proprio per l’appuntamento di Darlington di questo fine settimana.

In confronto con cosa si è corso lo scorso anno a Darlington – e in responso al nuovo pacchetto a basso carico portato dalla NASCAR –  l’anteriore e la posteriore sinistra avranno dei cambiamenti sulla forma, mentre quelle destre avranno un diverso compound tale da avere più grip.

E’ ciò che vogliono i piloti

L’ex pilota della Sprint Cup Series –  Jeff Burton – ora analista televisivo per NBC Sports – ha detto che il pacchetto che verrà usato questo weekend è ciò che i piloti cercavano da molto tempo.

“ I piloti volevano una gomme che avesse più grip e creasse meno downforce. Ed è senza dubbio una grande idea…. ognuno mi ha detto che questa gomma è quasi un secondo più veloce di quella che in principio era stata optata per Darlington. Poi togli più downforce possibile e ele velocità saranno simili. I piloti volevano un decadimento della gomma – vogliono che la vettura sia veloce all’inizio e poi rallenti durante lo stint per avere una chance – durante un long run – di prendere qualcuno e passarlo e non essere intrappolati dalla downforce che arriva dalla vettura davanti.”

L’usura delle gomme a Darlington

Storicamente, l’usura degli pneumatici è stato un componente fondamentale delle gare a Darlington. Quando l’ovale è stato riasfaltato prima della stagione 2008, si è un po’ persa questa caratteristica. Il passare del tempo, combinato al nuovo pacchetto e alle nuove gomme, potrebbe essere la ricetta per una gara eccellente.

“Se la superficie di Darlington è invecchiata abbastanza quanto speriamo, allora darà un’opportunità unica ai crew chief di avere più tentativi per cambiare il set up delle vetture e la battaglia in pista per le posizioni non sarà così scontata come sugli altri tracciati appena riasfaltati,” ha dichiarato Steve Letarte, ex crew chief e ora anche lui analista tecnico per NBC.

Mancano solo due gare alla fine della regular season prima che diventi definitiva la lista dei 16 partecipanti alla Chase for the Sprint Cup 2015. Un motivo in più per non perdere Darlington.

Federico Floccari