Ad Atlanta arriva la seconda vittoria consecutiva di Denny Hamlin

Seconda vittoria consecutiva, la quarta stagionale per Denny Hamlin, che imponendosi nella Advocare 500, 25esima prova della Sprint Cup, conferma l’ottima intesa raggiunta con il crew chief campione in carica della Series, Darian Grubb.

Quella ottenuta in volata all’Atlanta Motor Speedway  è per Hamlin la 21esima vittoria in carriera su 498 presenze in Sprint Cup, un’affermazione fondamentale perché, quando manca solo la gara di Richmond per completare la Regular Season, lo collocherebbe da solo in vetta alla classifica della Chase For The Cup.

La gara

Greg Biffle ha scavalcato il poleman Tony Stewart prima ancora di completare il primo giro, ma il campione uscente della Sprint Cup ha immediatamente restituito il favore, riportandosi in testa. Sono bastati pochi giri però per capire che per Stewart non era giornata. Prima Jeff Gordon e poi Kyle Busch sono passati al comando sfruttando il maggior grip della traiettoria esterna, mentre la Chevrolet Impala #14 ha progressivamente perso terreno fino a precipitare alla 15esima posizione. Chi invece ha risalito rapidamente il gruppo è stato Kevin Harvick, partito dalla 24esima posizione, che si è prodotto in un ottimo long run per portarsi nella top-10 molto rapidamente.

Al 35esimo giro Denny Hamlin ha passato il compagno di team per la prima posizione, poco prima che la rottura del motore della Ford Fusion #43 di Aric Almirola facesse scattare la prima bandiera gialla della gara: Al restart, Kyle Busch è scattato davanti a tutti, mentre Jimmie Johnson è riuscito ad avere la meglio su Hamlin per la seconda piazza, ma non è riuscito a reggere il ritmo del pilota di Las Vegas, rimanendo staccato di 2 secondi e venendo poi scavalcato sia da Hamlin che da Harvick.

In questa fase, in gruppo si sono fatti notare per le posizioni recuperate sia Martin Truex Jr. che Clint Bowyer, partito dal fondo dello schieramento per aver sostituito il motore della Toyota Camry #15 del Michael Waltrip Racing.

Hamlin è tornato la comando al 92esimo giro, proprio mentre avveniva il doppiaggio di Stewart, sempre più contrariato dal comportamento della sua vettura, e ha preso il largo, fino ad accumulare un vantaggio superiore ai 4 secondi, per poi cedere qualcosa a un Harvick molto in palla sulla lunga distanza.

[minigallery id=”11030″ pretty=”1″]

La seconda neutralizzazione della serata è arrivata al giro 131 per detriti in pista e ha visto tutto il gruppo rientrare ai box per montare gomme fresche per ovviare all’elevato degrado tipico della pista di Atlanta, nonostante si fosse appena svolta una tornata di pit stop in regime di bandiera verde.

Al restart, un’esitazione di Kyle Busch e un bello scatto di Harvick hanno lanciato al comando la Chevy #29, davanti a Hamlin e Truex. Harvick è sembrato avere qualcosa in più nelle fasi centrali di gara e ha portato il suo vantaggio su Hamlin intorno ai 2 secondi, con Truex saldamente in terza piazza, seguito da Busch e dal duo del Penske Racing, formato da Sam Hornish Jr. e Brad Keselowski.

Harvick ha inanellato giri in testa a vallo di metà gara, ma Hamlin è progressivamente cresciuto mano a mano che si delineavano le strategie in vista del finale della Advocare 500. Il pilota della Toyota Camry #11 del Joe Gibbs Racing è stato l’unico ad allungare i propri stint il più possibile per rifornire qualche giro dopo rispetto a tutti gli altri in occasione della tornata di soste iniziata intorno al giro 215. Hamlin si è fermato al giro 221 per quella che avrebbe potuto essere la sua penultima sosta, contro le due necessarie ai rivali, ma una gialla, sopraggiunta per una strisciata a muro di Juan Pablo Montoya, ha ricompattato il gruppo e messo tutte le strategie sullo stesso piano.

Hamlin ha scavalcato Harvick in pit road e si è involato al restart, seguito da un Truex in splendida forma. Proprio mentre Il pilota del Michael Waltrip Racing attaccava il leader all’esterno, Edwards ha perso improvvisamente velocità a causa di un problema al motore, che lo ha relegato in 36esima posizione alla fine, ha compromesso ulteriormente le sue possibilità di accedere alla Chase e ha fatto scattare la quarta neutralizzazione della serata quando mancavano 57 giri alla bandiera a scacchi.

In ripartenza Truex è scattato malissimo e ha dovuto cedere diverse posizioni. In mezzo al gruppo Johnson, che aveva perso tre posti in pit road, ha dato origine ad un contatto con Hornish che ha finito con il coinvolgere anche Ran Newman e ha causato l’immediato ritorno in pista della Pace car. Il pilota della Chevrolet #39 è stato poi classificato in 35esima posizione, appena alle spalle di Johnson, 34esimo.

Harvick, Keselowski e Gordon, tra gli altri, hanno deciso di fermarsi per montare gomme nuove e fare un rabbocco di carburante, sacrificando la posizione in pista. Alla bandiera verde, Truex ci ha messo un paio di giri ad infilare Hamlin per la prima posizione e Keselowski e si è portato subito in terza piazza, seguito da Gordon e Busch. Più in difficoltà Harvick, un po’ bloccato nelle posizioni di rincalzo.

Truex ha guadagnato subito qualche secondo e si è messo a risparmiare carburante, mentre gli unici cambiamenti nella classifica sono venuti dal recupero di Harvick, che si è portato in quarta posizione, sorpassando Keselowski.

A 3 giri dal termine, proprio quando Truex stava cominciando ad assaporare la vittoria, lo scoppio di una gomma sulla vettura di Jamie McMurray ha causato la sesta e ultima neutralizzazione. TUtti si sono fermati per quattro gomme nuove e a uscire per primo dalla pit road è stato Hamlin, davanti a Truex e Gordon.

In restart, in regime di Green-White-Checkered, Truex è scattato malissimo e Hamlin ha allungato davanti a Gordon e Keselowski. Gordon ha dapprima scavalcato la Dodge #2 e poi ha provato ad affiancare Hamlin in t3 dell’ultimissimo giro, ma non è riuscito a completare la manovra e ha chiuso al secondo posto, davanti a Keselowski, Truex e Harvick. Busch, Earnhardt, Menard, Kenseth e Martin hanno completato la top-10.

Le dichiarazioni dei protagonisti

“Volevamo fortemente questa vittoria. Quella della scorsa settimana è stata importate, senza dubbio, ma sono andato molto bene qui negli ultimi anni e non avevo mai vinto. La mia pit crew ha vinto la gara per me. E’ così che funziona una squadra che punta al campionato, deve funzionare al meglio sotto tutti gli aspetti e quest’anno credo che possiamo farcela.”– Denny Hamlin

“Ha fatto un errore uscendo da curva 2 e ho avuto un’occasione, ma ho fatto la scelta sbagliata. Avrei dovuto tamponarlo entrando in curva 3 e spostarlo all’esterno. Credo di essere diventato un po’ troppo buono con l’età. 15 anni fa l’avrei spostato. A quest’ora saremmo in Victory Lane e potremmo contare su un’altra vittoria. Partecipare a questa Chase è troppo importate per me per non compiere una manovra del genere. Non avrei sicuramente voluto buttarlo fuori, ma mi sarebbe piaciuto avere una vittoria in più.” – Jeff Gordon

“Dopo le libere non pensavo che saremmo stati molto competitivi, ma ancora una volta il team della #2 ha dato il massimo. Abbiamo fatto qualche aggiustamento azzeccato stamattina che ci ha portati a fare una gara consistente intorno al quinto, sesto posto, di cui sono orgoglioso. Certamente vorrei vincere, ma a volte manca qualcosa e noi avevamo bisogno di un po’ più di velocità. Onestamente mi dispiace per Martin. Sembrava che ormai avesse vinto quando è scattata la gialla, ma sono le corse: a volte hai fortuna e altre no.” – Brad Keselowski

“Non è il massimo dover battere Kyle Busch a Richmond. Va parecchio forte lì. Penso che dobbiamo solo concentrarci sulle nostre prestazioni come facciamo sempre. Concentrarci sulla vettura, sulla comunicazione e sell’assetto facendo il meglio possibile e provare ad avere la macchina più veloce del lotto. Poi occorrerà evitare qualsiasi errore.” – Jeff Gordon sulla situazione di classifica in vista della gara di Richmond

La classifica

Dopo i tre della settimana scorsa, anche Kenseth, Truex, Keselowski, Hamlin, Bowyer e Harvick si sono matematicamente aggiudicati un posto nella top-10. In vetta alla classifica c’è sempre Greg Biffle (879), con 8 punti di vantaggio su Dale Earnhardt Jr. (871) e 21 su Matt Kenseth (858). Scende di due posizioni Jimmie Johnson (848), che precede Martin Truex Jr. (838), Brad Keselowski (831) e Denny Hamlin (822). Ottavo è Clint Bowyer (811), davanti a Kevin Harvick (807) e Tony Stewart (769), il quale è matematicamente sicuro di avere un posto nella Chase, almeno come Wild Card, ma ha solo 18 punti di vantaggio su Kasey Kahne (751).

La lotta per le wild card

La vittoria di Hamlin, o meglio la mancata affermazione di Gordon, lascia ancora almeno 5 piloti con concrete possibilità di accedere alla Chase, indipendentemente dal fatto che sia Stewart o Kahne a occupare il primo slot, tutti con un successo in stagione. Si tratta di Kyle Busch (746), dello stesso Jeff Gordon (734), di Marcos Ambrose (706), Ryan Newman (697) e Joey Logano (664). Missione pressoché impossibile per tutti gli altri, a partire da Carl Edwards (720).

Stay Tuned!

Ordine d’arrivo della Advocare 500

1 7 11 Denny Hamlin Sport Clips Toyota 327 48 5 141.0 $355,716 Running 7 105
2 5 24 Jeff Gordon DuPont Chevrolet 327 43 1 113.7 $245,976 Running 1 6
3 21 2 Brad Keselowski Miller Lite Dodge 327 41 106.6 $197,435 Running
4 28 56 Martin Truex Jr. NAPA Shocks Toyota 327 41 1 113.3 $173,354 Running 1 40
5 24 29 Kevin Harvick Rheem Chevrolet 327 40 1 123.8 $172,101 Running 4 101
6 3 18 Kyle Busch Wrigley / Doublemint Toyota 327 39 1 120.7 $162,398 Running 3 66
7 35 88 Dale Earnhardt Jr. National Guard / Diet Mountain Dew Chevrolet 327 37 80.2 $127,490 Running
8 18 27 Paul Menard Quaker State / Menards Chevrolet 327 36 87.5 $120,390 Running
9 4 17 Matt Kenseth Ford Eco Boost Ford 327 35 98.5 $153,801 Running
10 6 55 Mark Martin Aaron’s Dream Machine Toyota 327 34 93.8 $107,790 Running
11 15 22 Sam Hornish Jr.(i) Shell Pennzoil Dodge 327 0 95.6 $145,730 Running
12 26 31 Jeff Burton Caterpillar Chevrolet 327 32 79.7 $142,255 Running
13 16 51 Kurt Busch Hendrickcars.com Chevrolet 327 31 75.3 $129,638 Running
14 27 78 Regan Smith Furniture Row / Farm American Chevrolet 327 30 74.6 $126,638 Running
15 2 16 Greg Biffle 3M / Manheim Auctions Ford 327 30 1 88.5 $112,205 Running 1 1
16 32 21 Trevor Bayne(i) Good Sam / Camping World Ford 327 0 62.6 $100,305 Running
17 10 9 Marcos Ambrose DeWalt Ford 327 27 83.6 $127,488 Running
18 9 20 Joey Logano The Home Depot Toyota 327 26 79.0 $106,680 Running
19 25 47 Bobby Labonte Kingsford Toyota 327 25 64.4 $120,013 Running
20 40 83 Landon Cassill Burger King Toyota 326 24 54.5 $124,475 Running
21 33 42 Juan Pablo Montoya Target Chevrolet 326 23 62.6 $126,146 Running
22 1 14 Tony Stewart Office Depot / Mobil 1 Chevrolet 326 23 1 72.9 $156,380 Running 1 8
23 11 5 Kasey Kahne Hendrickcars.com Chevrolet 325 21 61.2 $102,555 Running
24 20 1 Jamie McMurray Bass Pro Shops / Tracker Boats Chevrolet 325 20 61.5 $124,763 Running
25 22 36 Dave Blaney Tommy Baldwin Racing Chevrolet 324 19 54.4 $93,180 Running
26 41 93 Travis Kvapil Dr Pepper / Burger King Toyota 324 18 44.5 $111,888 Running
27 30 15 Clint Bowyer 5-hour Energy Toyota 324 17 79.2 $118,844 Running
28 14 34 David Ragan Glory Foods Ford 323 16 43.0 $99,777 Running
29 23 10 Danica Patrick(i) GoDaddy.com Chevrolet 321 0 43.6 $87,555 Running
30 42 32 TJ Bell(i) Greensmoke Ford 319 0 36.2 $97,180 Running
31 29 38 David Gilliland House – Autry Ford 298 13 44.3 $87,255 Running
32 13 43 Aric Almirola AdvoCare Ford 297 12 56.5 $124,291 Running
33 19 13 Casey Mears GEICO Ford 291 11 48.6 $86,905 Engine
34 8 48 Jimmie Johnson Lowe’s / Kobalt Tools Chevrolet 269 10 93.7 $133,966 Accident
35 17 39 Ryan Newman ARMY Medicine Chevrolet 268 9 69.0 $131,013 Accident
36 12 99 Carl Edwards Subway Ford 264 8 73.3 $132,946 Engine
37 36 95 Scott Speed Jordan Truck Sales Ford 196 7 39.3 $86,280 Suspension
38 34 49 Jason Leffler(i) Robinson-Blakeney Racing Toyota 77 0 34.9 $86,157 Vibration
39 31 30 David Stremme Inception Motorsports Toyota 54 5 32.5 $82,700 Suspension
40 39 23 Scott Riggs North Texas Pipe Chevrolet 43 4 31.1 $82,550 Vibration
41 43 37 JJ Yeley MaxQworkforce.com Chevrolet 32 3 27.9 $82,375 Brakes
42 38 91 Reed Sorenson(i) Plinker Tactical Toyota 24 0 28.9 $82,280 Overheating
43 37 87 Joe Nemechek(i) AM/FM Energy Wood & Pellet Stoves Toyota 22 0 24.3 $82,641 Rear