Categorie
Monster Energy Cup Series

Al Magic Mile domina Hamlin ma vince Kahne

Kasey Kahne ha vinto un gara dominata da Denny Hamlin grazie ad una strategia perfetta e a un’incomprensione tra il pilota della Toyota Camry #11 del Joe Gibbs Racing e il crew chief Darian Grubb, che lo ha costretto a una spettacolare rimonta negli ultimi 60 giri della Lenox Industrial Tools 301, 19esima prova della Sprint Cup.

Per il pilota di Enumclaw, il secondo successo stagionale, 14esimo in carriera, rappresenta un importante passo verso un posto nella Chase for The Cup, perché gli consente di andare ad occupare provvisoriamente il primo posto da wild card.

Lo sviluppo della gara sul “Magic Mile” di Loudon è stato in linea con le recenti prove della Sprint Cup e le difficoltà di sorpasso del circuito del New Hampshire: le bandiere gialle sono state appena tre, di cui due per detriti in pista.

Partito dalla pole position, Kyle Busch ha condotto i primi 66 giri di gara ingaggiando un confronto ravvicinato con Kasey Kahne e Denny Hamlin, il quale è sembrato da subito il più rapido dei tre, ma non è riuscito a sopravanzare i due avversari. Chi invece è riuscito a farsi largo nel gruppo è stato Brad Keselowski, scattato dalla 22esima posizione ma rapidamente risalito fino alla top-10.

La prima tornata di soste in verde, tra il 65esimo e il 70esimo giro, è stata fatale a Kyle Busch, che ha rimediato una penalizzazione per eccesso di velocità in pit road, e ha visto Hamlin Balzare al comando e guadagnare subito un certo margine sui quattro piloti dell’Hendrick Motorsports, tutti nelle primissime posizioni, vantaggio però azzerato alla 90esima tornata dalla prima bandiera gialla.

Alla disperata ricerca di un successo, Jeff Gordon ha scelto di restare in pista, mentre tutto il gruppo si è fermato per cambiare due gomme e Kyle Busch ha scelto di effettuare solo il rifornimento di carburante per guadagnare posizioni. Al restart Hamlin ha bruciato immediatamente Gordon, accumulando vantaggio nonostante una guida attenta ad amministrare la vettura e soprattutto l’impianto frenante, fondamentale a Loudon.

Le posizioni si sono stabilizzate con Hamlin quasi tre secondi davanti a Johnson, Kahne, Gordon, Earnhardt e uno splendido Keselowski, ma ad aggiungere complicazioni alla gara ci si è messo il meteo, con una perturbazione in arrivo sul circuito a minacciare il completo svolgimento della Lenox Tools 301.

[minigallery id=”10159″ pretty=”1″]

La seconda gialla di giornata, sventolata al giro 191, ancora una volta al termine di una tornata di soste ai box, ha visto la maggior parte dei piloti optare nuovamente per la sostituzione di due pneumatici. Gordon ha optato invece per cambiarne quattro, mentre Busch è rimasto in pista, ritrovando davanti a tutti in restart. Hamlin lo ha scavalcato poco dopo la bandiera verde, ma il pilota della Camry #18 ha resistito bene al treno del team Hendrick, guidato da Johnson. Sia Johnson che Busch si sono fermati per quella che doveva essere la loro ultima sosta con qualche giro di anticipo rispetto agli altri, intorno al giro numero 230, contando di guadagnare terreno a gomme fresche e difendersi nel finale, ma i loro piani sono stati rovinati dall’ultima neutralizzazione, arrivata al 235esimo giro a causa dell’olio lasciato in pista dalla vettura di David Reutimann.

Johnson ha usufruito del Lucky Dog e Busch del wave around, ma entrambi si sono ritrovati nelle retrovie, intorno alla 18esima posizione, e hanno dovuto dire addio a ogni speranza di vittoria.

Al momento di rientrare in pit road, un’incomprensione tra Hamlin e il crew chief Darian Grubb ha fatto sì che il pilota della Virginia fosse l’unico a cambiare quattro gomme, vanificando il dominio dei primi due terzi di gara con una 14esima posizione in restart che lo ha obbligato ad una rimonta furiosa nell’ultimo run, iniziato a 62 giri dalla bandiera a scacchi.

Davanti a tutti è stato Kahne a scattare al meglio, prendendo immediatamente il largo, ma a dare spettacolo è stato proprio Hamlin, risalito fino alla quarta posizione a 28 giri dal termine. Ai -23 Hamlin ha scavalcato anche Bowyer per la seconda piazza e si è lanciato all’inseguimento di Kahne, ma ha evidentemente chiesto troppo alla sua vettura perché nel corso del penultimo giro è arrivato leggermente lungo in ingresso di curva 3 e si è dovuto accontentare della seconda piazza, a 2.7 secondi dalla Chevy #5.

Bowyer ha portato a casa il terzo posto, seguito da Earnhardt, Keselowski, Gordon e Johnson, anche lui autore di una buona rimonta. Harvick, Biffle e Newman hanno chiuso la top-10.

“Ero più concentrato sui doppiaggi che dovevo affrontare e su come compierli velocemente” ha detto il vincitore, “Però ho perso molta direzionalità al’anteriore, avevo molto sovrasterzo e Denny si avvicinava velocemente con quattro gomme più fresche, per cui sono stato molto attento a dove si trovava, anche se mi sentivo tranquillo col vantaggio che avevo”.

“Ci sentiamo a posto” ha poi detto Kahne a proposito della pista di Loudon, che ospiterà anche un round della Chase. “Sappiamo su cosa dobbiamo lavorare, come è cambiata al pista oggi. La pista sarà un po’ diversa quando ci torneremo, ma molte caratteristiche saranno simili. Potremo elaborare una buona strategia per la gara della Chase.”

“Darian mi ha chiesto quanto avevo usato le gomme” ha detto Hamlin. “Ho risposto che mi sembrava di averle usurate parecchio. Le gomme di sinistra avevano parecchi giri e la mia era solo un’informazione per lui. Mi ha detto ‘Penso che cambiarne due sia la scelta migliore’ e ho risposto ‘OK, cambiatemi solo le gomme e non fate aggiustamenti’. Ha pensato che volessi quattro gomme nuove. E’ stato solo un piccolo problema di comunicazione. Anche se è ovvio che avevamo una vittoria in tasca, non si può mai sapere cosa sarebbe successo. In ogni caso è stata una grande giornata per noi e progrediremo da questo punto.”

Pochi gli scossoni in classifica generale, dove Kenseth (707) è sempre in testa, con 16 punti di vantaggio su Earnhardt (691) e 40 su Biffle (667). Jimmie Johnson è quinti, mentre al sesto posto sale Hamlin, che precede Harvick. Stewart perde due posizioni e scende in settima piazza, davanti a Truex, Bowyer e Keselowski.

Si complica ulteriormente la situazione per Carl Edwards, sempre 11esimo, che vede il suo distacco dalla top-10 salire a 406 lunghezze. Con il successo di Loudon, Kahne consolida la sua posizione nella corsa alle wild card, andando ad occupare il primo dei posti disponibili, mentre la lotta alle sue spalle è sempre più animata, con Kyle Busch che al momento precede di 9 punti Ryan Newman e di 12 Joey Logano.

Stay Tuned!

Ordine d’arrivo della Lenox Industrial Tools 301

1 2 5 Kasey Kahne Farmers Insurance Chevrolet 301 47 4 131.5 $220,275 Running 1 66
2 3 11 Denny Hamlin FedEx Freight Toyota 301 44 2 141.2 $228,751 Running 5 150
3 5 15 Clint Bowyer 5-hour Energy Toyota 301 42 1 106.8 $161,549 Running 1 1
4 9 88 Dale Earnhardt Jr. National Guard / Diet Mountain Dew Chevrolet 301 40 116.1 $120,360 Running
5 22 2 Brad Keselowski Miller Lite Dodge 301 40 1 103.8 $141,130 Running 2 3
6 8 24 Jeff Gordon DuPont Chevrolet 301 39 1 113.0 $142,721 Running 2 5
7 7 48 Jimmie Johnson Lowe’s Chevrolet 301 38 1 112.8 $135,771 Running 2 2
8 12 29 Kevin Harvick Rheem Chevrolet 301 36 102.0 $136,721 Running
9 11 16 Greg Biffle 3M / WB Mason / Post-it Ford 301 35 91.7 $97,735 Running
10 6 39 Ryan Newman ARMY ROTC Chevrolet 301 34 90.7 $128,968 Running
11 4 56 Martin Truex Jr. NAPA Auto Parts Toyota 301 33 91.8 $114,399 Running
12 10 14 Tony Stewart MOBIL 1 / Office Depot Chevrolet 301 32 82.3 $134,110 Running
13 27 17 Matt Kenseth NESN Ford 301 31 88.1 $134,071 Running
14 16 20 Joey Logano The Home Depot Toyota 301 30 83.4 $91,060 Running
15 15 55 Brian Vickers MyClassicGarage.com / Aaron’s Toyota 301 29 87.2 $83,235 Running
16 1 18 Kyle Busch Interstate Batteries Toyota 301 29 1 100.8 $132,168 Running 3 72
17 13 27 Paul Menard Menards / Duracell Chevrolet 301 27 76.1 $89,635 Running
18 21 99 Carl Edwards Fastenal / LENOX Ford 301 26 75.3 $123,676 Running
19 20 9 Marcos Ambrose DeWalt Ford 301 25 72.2 $108,593 Running
20 28 1 Jamie McMurray Bass Pro Shops / Allstate Chevrolet 300 24 68.4 $112,593 Running
21 25 31 Jeff Burton Caterpillar Chevrolet 300 23 68.5 $118,510 Running
22 24 22 Sam Hornish Jr.(i) Shell Pennzoil / AAA Dodge 300 0 65.5 $120,760 Running
23 18 47 Bobby Labonte Luke & Associates Toyota 300 21 66.0 $105,718 Running
24 14 51 Kurt Busch Phoenix Construction Services Chevrolet 299 21 1 68.7 $103,418 Running 1 2
25 31 42 Juan Pablo Montoya Degree Chevrolet 299 19 55.6 $109,476 Running
26 17 78 Regan Smith Furniture Row / Farm American Chevrolet 298 18 58.1 $100,818 Running
27 39 38 David Gilliland Taco Bell Ford 298 17 49.5 $89,993 Running
28 23 43 Aric Almirola Medallion Financial Ford 298 16 59.6 $114,971 Running
29 29 83 Landon Cassill Burger King / Dr Pepper Toyota 297 15 47.9 $104,005 Running
30 30 93 Travis Kvapil Burger King / Dr Pepper Toyota 297 14 50.5 $96,457 Running
31 37 32 Ken Schrader Federated Auto Parts Ford 294 13 38.2 $84,710 Running
32 43 33 Stephen Leicht # LittleJoesAutos.com Chevrolet 293 12 34.9 $83,435 Running
33 26 10 David Reutimann Mohawk Northeast Chevrolet 229 11 53.2 $73,735 Engine
34 19 34 David Ragan Front Row Motorsports Ford 139 10 46.8 $73,535 Engine
35 40 30 David Stremme Inception Motorsports Toyota 101 9 34.8 $73,335 Vibration
36 33 13 Casey Mears GEICO Ford 91 8 45.4 $73,110 Vibration
37 32 26 Josh Wise # MDS Transport Ford 82 7 31.8 $72,905 Brakes
38 34 87 Joe Nemechek(i) AM/FM Energy Wood & Pellet Stoves Toyota 71 0 30.0 $72,678 Brakes
39 35 36 Dave Blaney Tommy Baldwin Racing Chevrolet 68 5 37.0 $69,850 Brakes
40 36 98 Michael McDowell Phil Parsons Racing Ford 63 4 36.1 $69,700 Vibration
41 41 23 Scott Riggs North Texas Pipe Chevrolet 32 3 29.9 $69,525 Vibration
42 42 79 Kelly Bires Team Kyle / Bestway Disposal Ford 19 2 28.9 $69,400 Brakes
43 38 49 JJ Yeley Robinson-Blakeney Racing Toyota 4 1 29.3 $69,767 Engine

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.