Categorie
Monster Energy Cup Series

Anche Kenseth raddoppia conquistando la STP 400

Matt Kenseth è diventato il terzo pilota in questa stagione a raggiungere quota 2 vittorie, grazie a una prestazione maiuscola che gli ha consentito di vincere la STP 400 al Kansas Speedway.

Il pilota del Joe Gibbs racing, partito dalla pole position, ha contenuto magistralmente il ritorno di Kasey Kahne nelle ultime tornate, bissando il successo ottenuto sull’ovale da 1.5 miglia di Kansas City durante la scorsa Chase e completando anche il maggior numero di giri al comando: ben 163 sui 267 percorsi durante la gara.

La Gara

Il circuito, riasfaltato nel corso del 2012, si è rivelato particolarmente insidioso nella prima metà della corsa, soprattutto a causa delle altissime velocità abbinate a temperature molto basse e a forti raffiche di vento, che hanno causato non pochi problemi alle vetture in uscita da curva 2. I piloti non si sono fatti però pregare e hanno sfruttato ogni centimetro di asfalto – percorrendo spesso e volentieri traiettorie sotto l’apron  sul rettilineo principale – e ogni situazione, in particolare i restart, per tentare il sorpasso.

Come detto, Kenseth ha percorso gran parte della gara al comando, ma la sua è parsa l’unica Toyota  del Joe Gibbs Racing a trovare la sintonia con il Kansas Speedway, perché sia Kyle Busch che Brian Vickers hanno avuto parecchi problemi di sovrasterzo. Se per il secondo, sostituto ancora una volta di Denny Hamlin al volante della Camry #11, un paio di testacoda hanno portato ad un impatto con il muro che  lo ha relegato in 31esima posizione, per il vincitore della scorsa settimana è andata pure peggio.

Sulla una delle poche piste che può essere considerata una sua bestia nera, Busch è prima andato in testacoda mentre era nelle primissime posizioni, e poi si è ripetuto al giro 103, finendo contro il muro esterno e centrando in pieno Joey Logano nello scivolare verso la parte interna del tracciato.

La prima parte di gara è stata caratterizzata anche da una bella rimonta – grazie a un mix di velocità e prestazioni – di Brad Keselowski, relegato tra i doppiati a causa di un contatto che ha danneggiato il bocchettone di rifornimento della Ford #2 e risalito con precisione chirurgica fino a ritrovarsi in top-5 già prima di metà corsa.

I piloti del team Hendrick sono partiti tutti piuttosto indietro – il migliore in qualifica è stato Johnson con un 21esimo posto – ma si sono rapidamente fatti strada fino alla top-10 e sono anche stati, Jimmie Johnson e Kasey Kahne in particolare, molto abili ad adeguare le proprie vetture al cambiare delle condizioni di gara.

Mano a mano che le temperature si sono alzate, complice anche un timido sole, e la traiettoria ideale si è allargata, i team hanno sfruttato le neutralizzazioni per mettere in pratica una grande varietà di strategie, tutte volte a ritrovarsi nelle prime posizioni in occasione dell’ultima sosta ai box.

A mettere tutti d’accordo ci ha pensato una porzione della carrozzeria posteriore della vettura di Keselowski, che staccandosi al giro 218 ha fatto scattare l’ottava e ultima gialla proprio al limite della lunghezza di uno stint. L’intervento della pace-car ha rovinato i piani di Ricky Stenhouse Jr., Dale Earnhardt Jr., Carl Edwards e Greg Biffle – tutti molto veloci, in particolare il Rookie del Roush Fenway Racing – che si erano appena fermati e si sono quindi ritrovati a dover usare il wave-around per ritornare a pieni giri e a dover rimontare dal fondo durante la lunga volata finale.

Matt Kenseth ha allungato subito bene, mentre Kasey Kahne si è lanciato al suo inseguimento per colmare il buco di circa un secondo che lo separava dalla Toyota #20. Alle spalle del duo di testa, Johnson ha impiegato qualche giro di troppo a scavalcare un determinato Martin Truex Jr. e non ha trovato il passo per ricucire sui primi.

Nelle ultime tornate, il traffico dei doppiati ha permesso a Kahne di rifarsi sotto, ma Kenseth è stato abilissimo a non concedere occasioni al rivale e ha tagliato il traguardo con 171 millesimi di vantaggio, in un replay della gara di Las Vegas ancora una volta conclusosi a suo favore.

Johnson ha preceduto Martin Truex, Clint Bowyer, un Brad Keselowski ancora un volta incredibile nel cavare il massimo da una situazione difficile e due outsider in grande spolvero: Jamie McMurray e Aric Almirola, il quale ha onorato al meglio la gara sponsorizzata da STP, storico partner di Richard Petty e della vettura #43. Mark Martin e Paul Menard hanno completato la top-10, mentre la rimonta di Stenhouse si è chiusa con l’11esimo posto finale.

[divider]

Dichiarazioni dei protagonisti

“E’ stato un po’ come giocare alle sedie musicali. Bisognava essere davanti quando la musica finiva. La nostra macchina era molto veloce con aria pulita. Non era male con aria sporca, ma non era veloce abbastanza da passare gli avversari nel traffico. Per fortuna ho fatto un paio di restart ottimi e ho guadagnato del terreno che ci ha consentito di essere al posto giusto nel momento giusto” – Matt Kenseth.

“Ci siamo andati vicini alla fine, nella lotta con Matt. Mi sono sentito come a Las Vegas perché potevo raggiungerlo ma non potevo fare nulla una volta che lo avevo preso. La mia macchina diventava un po’ più sovrasterzante. Ho provato a fare qualcosa ma lui ha chiuso la porta e ha ripreso velocità e margine. E’ stato difficile, ma abbiamo fatto comunque una grande gara” – Kasey Kahne.

Stay Tuned!

[follow id=”gian_138″ size=”large” count=”true” ]

[divider]

Classifica

J. Johnson – 311; K. Kahne – 274; Brad Keselowski – 273; G. Biffle – 264; D. Earnhardt Jr. – 263; C. Edwards – 262; Kyle Busch – 257; M. Kenseth – 252; C. Bowyer – 247; P. Menard – 240; J. Mcmurray – 227; K. Harvick – 224

[divider]

Ordine d’arrivo della STP 400

1. (1) Matt Kenseth, Toyota, 267, $263816.
2. (27) Kasey Kahne, Chevrolet, 267, $182085.
3. (21) Jimmie Johnson, Chevrolet, 267, $185021.
4. (7) Martin Truex Jr., Toyota, 267, $155985.
5. (10) Clint Bowyer, Toyota, 267, $151018.
6. (33) Brad Keselowski, Ford, 267, $156551.
7. (14) Jamie McMurray, Chevrolet, 267, $131330.
8. (6) Aric Almirola, Ford, 267, $132671.
9. (8) Mark Martin, Toyota, 267, $102135.
10. (12) Paul Menard, Chevrolet, 267, $124176.
11. (3) Ricky Stenhouse Jr. #, Ford, 267, $139071.
12. (17) Kevin Harvick, Chevrolet, 267, $133821.
13. (43) Jeff Gordon, Chevrolet, 267, $131971.
14. (9) Ryan Newman, Chevrolet, 267, $121768.
15. (13) Kurt Busch, Chevrolet, 267, $112855.
16. (23) Dale Earnhardt Jr., Chevrolet, 267, $100685.
17. (2) Carl Edwards, Ford, 267, $121510.
18. (20) Jeff Burton, Chevrolet, 267, $93485.
19. (11) Greg Biffle, Ford, 267, $99585.
20. (15) Marcos Ambrose, Ford, 267, $113399.
21. (18) Tony Stewart, Chevrolet, 266, $127985.
22. (41) Regan Smith(i), Chevrolet, 266, $110568.
23. (28) David Gilliland, Ford, 266, $100268.
24. (34) Bobby Labonte, Toyota, 266, $105943.
25. (25) Danica Patrick #, Chevrolet, 265, $80910.
26. (36) Josh Wise(i), Ford, 265, $83235.
27. (19) Juan Pablo Montoya, Chevrolet, 264, $110149.
28. (31) David Reutimann, Toyota, 263, $94293.
29. (39) Landon Cassill, Chevrolet, 263, $91982.
30. (26) David Ragan, Ford, 262, $91185.
31. (16) Brian Vickers(i), Toyota, 257, $98785.
32. (38) David Stremme, Toyota, 256, $78760.
33. (37) Timmy Hill #, Ford, 242, $78560.
34. (30) Casey Mears, Ford, Accident, 216, $86335.
35. (40) JJ Yeley, Chevrolet, Accident, 210, $78140.
36. (32) Travis Kvapil, Toyota, Engine, 209, $85935.
37. (4) Sam Hornish, Jr.(i), Ford, Accident, 181, $77725.
38. (5) Kyle Busch, Toyota, Accident, 102, $117958.
39. (22) Joey Logano, Ford, Accident, 102, $96458.
40. (24) Elliott Sadler(i), Toyota, Accident, 85, $64550.
41. (35) Mike Bliss(i), Toyota, Brakes, 65, $60550.
42. (29) Michael McDowell, Ford, Vibration, 43, $56550.
43. (42) Dave Blaney, Chevrolet, Accident, 36, $53050.

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.