Categorie
Monster Energy Cup Series

Carl Edwards chiude la regular season con un backflip a Richmond

Carl Edwards si è imposto in volata a Kurt Busch nella Federated Auto Parts 400, ultima prova della regular season 2013 della NASCAR Sprint Cup Series, dopo che un testacoda di Clint Bowyer a sette giri dal termine aveva fatto scattare la quinta e ultima bandiera gialla della serata al Richmond International Raceway. Edwards ha avuto la meglio in ripartenza, anche grazie a quattro gomme nuove rispetto alle due del rivale e non senza l’ormai solita polemica su una possibile restart anticipato da parte della Ford Fusion #99, ma ha potuto festeggiare con un backflip il secondo successo stagionale.

“All’ultimo restart è successo che Paul aveva due gomme nuove e io quattro. Sapevo che sarebbe stato un bello svantaggio per lui,” ha detto Edwards. “Quando ha dato gas io aspettato che si lanciasse lui per fare lo stesso. Poi la sua macchina mi ha leggermente toccato e penso che la cosa lo abbia sorpreso o che abbia esagerato appena un po’ con l’acceleratore. A quel punto dovevo scegliere tra alzare il piede dal gas e aspettarlo – non ho mai visto nessuno farlo abbastanza velocemente quando succede una cosa del genere – oppure andare per la mia strada e sperare che la NASCAR capisse che aveva fatto pattinare le ruote. In questo caso l’hanno notato”.

[column col=”1/3″]

NSCS a Richmond

[gdl_gallery title=”nscs richmond federated auto parts 400 2013″ width=”250px” height=”180px” type=”1″ ]

[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#cf2121″ size=”15px”]Qualifiche[gdl_icon type=”icon-double-angle-right” color=”#cf2121″ size=”15px”]
[gdl_icon type=”icon-question-sign” color=”#cf2121″ size=”15px”]Clinching scenarios: per capirci qualcosa[gdl_icon type=”icon-double-angle-right” color=”#cf2121″ size=”15px”]
[gdl_icon type=”icon-facetime-video” color=”#cf2121″ size=”15px”]Video completo[gdl_icon type=”icon-double-angle-right” color=”#cf2121″ size=”15px”]
[gdl_icon type=”icon-camera-retro” color=”#cf2121″ size=”15px”]Galleria Fotografica[gdl_icon type=”icon-double-angle-right” color=”#cf2121″ size=”15px”]

[/column]

Le ultimissime tornate di una gara costellata da poche bandiere gialle – appena 5 in totale nei 400 giri previsti –hanno cambiato radicalmente anche lo scenario della Chase For The Cup. Newman sembrava infatti lanciato verso un successo che avrebbe potuto consentirgli di acciuffare una Wild Card e proiettato Jeff Gordon nella Chase a scapito di Joey Logano e Martin Truex Jr., ma una sosta troppo lenta durante l’ultima caution ha fatto perdere posizioni al pilota dello Stewart-Haas Racing e ribaltato la situazione a vantaggio soprattutto di Truex, che è riuscito così a entrare nei playoff. Gordon, undicesimo nella generale ma senza vittorie durante la regular season, non è riuscito a ripetere l’exploit dello scorso anno e si è ritrovato escluso per un punto.

 “Penso che avessimo qualcosa che non andava alla macchina” ha detto Bowyer a chi gli ha ventilato l’ipotesi di un testacoda fatto apposta per favorire il compagno di squadra Truex. “Dale Earnhardt Jr. mi ha affiancato all’interno. Io avevo il volante molto girato e appena ho messo il piede sul gas sono partito in spin. E’ sfortuna. So che voi vi divertite motlo a ricamarci sopra. Fate pure, siate creativi, ma non perdeteci troppo tempo”.

A voi valutare:

Edwards ha preceduto sul traguardo uno splendido Kurt Busch, anche questa volta molto competitivo, che sebbene non abbia vinto una gara, ha comunque realizzato l’impresa di portare in Chase la Chevy #78, unica vettura schierata – seppur con il supporto del Richard Childress Racing – dal Furniture Row Racing. Il team di Denver deve ancora lavorare molto sui pit-stop, ma potrebbe rappresentare la vera sorpresa di una stagione in cui è già andato oltre le più rosee aspettative.

[column col=”1/3″]

[divider]

[space height=”20″]

[mc4wp-form]

[divider]

[space height=”20″]

[/column]

Ripartito dalla quinta posizione per la volata finale, Ryan Newman ha tagliato il traguardo in terza posizione e sancito l’assenza di vetture dello Stewart-Haas Racing dalla Chase, chiudendo la sua prova davanti ad altri due piloti che dovevano assolutamente vincere per avere speranze: Jamie McMurray e Paul Menard. Matt Kenseth, sesto sotto la bandiera a scacchi, ha preceduto Martin Truex Jr. e un delusissimo Jeff Gordon.

Partito dalla pole position, Gordon è stato tradito da una vibrazione, poi rivelatasi una ruota mal fissata, poco dopo metà gara. Il pilota della Chevrolet SS #24 è stato costretto a una sosta non programmata in regime di bandiera verde e si è ritrovato a due giri dal leader. Si è sdoppiato una prima volta in pista e ha poi approfittato di ua gialla per rientrare a pieni giri, ma l’ottava posizione finale non è stata sufficiente consentirgli di entrare nella Chase. Gordon è fuori dalla lotta per il campionato per la seconda volta dal 2004, anno in cui è stata coniata la formula dei playoff.

Lui ce l’ha messa tutta, ma la sfortuna ci ha messo lo zampine e Brad Keselowski, in testa per 142 giri e completamente votato all’attacco, si è ritrovato con una 17esima posizione finale che equivale a un pugno di mosche. Il campione uscente della Sprint Cup Series è andato molto forte, ma la gialla del giro 345, scattata quando aveva appena effettuato la sua sosta, lo ha spedito nelle retrovie.

Ancora una giornata no per Jimmie Johnson, che è partito dal fondo dello schieramento per  non aver preso parte a libere e qualifiche – era accanto alla moglie per la nascita della loro seconda figlia – e si è trovato subito in difficoltà. Rimediata una penalità per eccesso di velocità uscendo dai box al giro 91, Johnson ha poi patito problemi elettrici che lo hanno obbligato a una lunga sosta per le riparazioni. Rientrato in pista, ha anche subito lo scoppio della ruota anteriore destra e ha poi chiuso la sua gara in 40esima posizione, staccato di 28 giri da Carl Edwards.

La Chase avrà inizio la settimana prossima con la GEICO 400 al Chicagoland Speedway di Joliet, Illinois. Partenza intorno alle 20:16 italiane.

La Classifica

Se fino a un mese fa il favorito indiscusso per la vittoria della Sprint Cup era Jimmie Johnson, dopo quattro gare più che problematiche le quotazioni del cinque volte campione sono scese, cos come la sua posizione in classifica. Dopo il reset imposto con l’inizio della Chase, in testa alla graduatoria c’è Matt Kenseth con 2015 punti – in virtù dei cinque successi stagionali – seguito da Johnson e da Kyle Busch, entrambi a quota 2012.

1) Matt Kenseth 2015
2) Jimmie Johnson 2012
3) Kyle Busch 2012
4) Kevin Harvick 2006
5) Carl Edwards 2006
6) Joey Logano 2003
7) Greg Biffle 2003
8) Clint Bowyer 2000
9) Dale Earnarhdt Jr. 2000
10) Kurt Busch 2000
11) Kasey Kahne 2000
12) Martin Truex Jr. 2000

Stay Tuned!

[divider]
[space height=”20″]

Ordine d’arrivo della Federated Auto Parts 400

NASCAR Sprint Cup Series Race – Federated Auto Parts 400
Richmond International Raceway
Richmond, Virginia
Saturday, September 07, 2013

1. (26) Carl Edwards, Ford, 400, $281275.
2. (2) Kurt Busch, Chevrolet, 400, $185355.
3. (24) Ryan Newman, Chevrolet, 400, $181443.
4. (7) Jamie McMurray, Chevrolet, 400, $151805.
5. (22) Paul Menard, Chevrolet, 400, $140701.
6. (5) Matt Kenseth, Toyota, 400, $136676.
7. (11) Martin Truex Jr., Toyota, 400, $125310.
8. (1) Jeff Gordon, Chevrolet, 400, $138696.
9. (16) Mark Martin, Chevrolet, 400, $131360.
10. (21) Ricky Stenhouse Jr. #, Ford, 400, $134971.
11. (17) Kevin Harvick, Chevrolet, 400, $129996.
12. (9) Greg Biffle, Ford, 400, $99360.
13. (14) Dale Earnhardt Jr., Chevrolet, 400, $98285.
14. (18) Kasey Kahne, Chevrolet, 400, $97160.
15. (34) AJ Allmendinger, Toyota, 400, $109593.
16. (12) Juan Pablo Montoya, Chevrolet, 400, $108799.
17. (3) Brad Keselowski, Ford, 400, $136876.
18. (19) Jeff Burton, Chevrolet, 400, $89135.
19. (13) Kyle Busch, Toyota, 400, $122718.
20. (15) Aric Almirola, Ford, 400, $118921.
21. (6) Denny Hamlin, Toyota, 399, $96835.
22. (8) Joey Logano, Ford, 399, $108243.
23. (37) David Gilliland, Ford, 399, $96218.
24. (20) Brian Vickers(i), Toyota, 399, $87810.
25. (4) Clint Bowyer, Toyota, 398, $124543.
26. (25) Casey Mears, Ford, 397, $101568.
27. (32) Marcos Ambrose, Ford, 397, $106399.
28. (33) Travis Kvapil, Toyota, 397, $98618.
29. (23) David Ragan, Ford, 397, $96382.
30. (36) Danica Patrick #, Chevrolet, 396, $79710.
31. (40) Dave Blaney, Chevrolet, 396, $75585.
32. (35) David Reutimann, Toyota, 395, $75435.
33. (41) Tony Raines(i), Chevrolet, 395, $75310.
34. (28) Landon Cassill(i), Chevrolet, 395, $75185.
35. (38) Ryan Truex(i), Chevrolet, 395, $83035.
36. (43) JJ Yeley, Chevrolet, 393, $74880.
37. (42) Ken Schrader, Ford, 393, $74737.
38. (29) David Stremme, Toyota, 391, $69725.
39. (31) Joe Nemechek(i), Toyota, 388, $65725.
40. (10) Jimmie Johnson, Chevrolet, 372, $110661.
41. (27) Josh Wise(i), Ford, Vibration, 142, $57725.
42. (39) Reed Sorenson(i), Ford, Brakes, 126, $53725.
43. (30) Michael McDowell, Ford, Brakes, 76, $50225.

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.