Categorie
Monster Energy Cup Series

Confermate le penalità per il Penske Racing, si va all’ultimo grado di giudizio

Il collegio giudicante formato da Brandon Igdalsky, Paul Brooks e Dale Pinilis ha deciso, nella serata di ieri, di respingere il ricorso del Penske Racing contro le penalità assegnate dalla NASCAR al team e ai suoi piloti – Brad Keselowski e Joey Logano – dopo la gara al Texas Motor Speedway, disputatasi lo scorso 13 aprile.

Le sanzioni sono comunque sospese perché Roger Penske ha deciso di ricorrere all’ultimo grado di giudizio, rappresentato dal Chief Appellate Officer John Middlebrook, che deciderà sul da farsi martedì prossimo.

Dopo aver ascoltato le ragione del team, il collegio ha quindi deciso di Confermate dunque le seguenti sanzioni per la vettura numero 2:

  • 25 punti di penalizzazione per il pilota Brad Keselowski
  • 25 punti di penalizzazione per il proprietario Roger Penske
  • multa da 100.000$, sospensione per sei gare e probation fino al 31 dicembre per il crew chief Paul Wolfe
  • sospensione per sei gare e probation fino al 31 dicembre per il car chief Jerry Kelley, per l’ingegnere Brian Wilson e per il team manager Travis Geisler

Analoghe le penalizzazioni per la vettura numero 22:

  • 25 punti di penalizzazione per il pilota Joey Logano
  • 25 punti di penalizzazione per il proprietario Walt Czarnecki
  • multa da 100.000$, sospensione per sei gare e probation fino al 31 dicembre per il crew chief Todd Gordon
  • sospensione per sei gare e probation fino al 31 dicembre per il car chief Raymond Fox, per l’ingegnere Samuele Stanley e per il team manager Travis Geisler, che ricopre il ruolo per entrambe le vetture

Era molto difficile che questo appello ribaltasse la situazione, mentre potrebbe esserci qualche remota speranza di una riduzione delle sanzioni in ultima istanza, anche se questo caso si presenta molto diverso da quello di Jimmie Johnson dello scorso anno. Allora a essere irregolare era un unico pezzo della vettura, mentre in questo caso é tutto il sistema sospensivo posteriore a lavorare in un modo che la NASCAR aveva specificato essere fuori dallo spirito del regolamento.

“Ovviamente siamo delusi dal risultato dell’appello,” ha detto Roger Penske. “Siamo stati ascoltati per quattro o cinque ore ed è stata una procedura equa. Credo che abbiamo le nostre ragioni e, come il regolamento NASCAR ci permette, faremo ulteriore ricorso. Non posso fare altri commenti. Vi darò la mia opinione personale quando il procedimento sarà concluso”.

Stay Tuned!

[follow id=”gian_138″ size=”large” count=”true” ]

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.