Dodge salterà il primo test per i modelli 2013 della Sprint Cup

Dodge ha comunicato che non sarà presente con la nuova Charger ai primi test riservato ai modelli 2013 per la Sprint Cup, programmato dalla NASCAR per martedì 7 e mercoledì 8 agosto al Martinsville Speedway.

Dopo l’annuncio del passaggio del Penske Racing a Ford, la casa di Auburn Hills non ha ancora trovato una soluzione che le consenta di essere presente in griglia per il prossimo anno, ma ha continuato lo sviluppo della Charger, che era stata presentata ufficialmente in versione stock-car lo scorso 11 marzo al Las Vegas Motor Speedway.

“A causa della mancanza di tempo per preparare il test per le vetture 2013 della prossima settimana a Martinsville, abbiamo scelto di saltare questa sessione di prove” ha dichiarato Beth Paretta, direttore del marketing di SRT, il braccio sportivo di Dodge.

Al test saranno invece presenti Ford, Chevrolet e Toyota, rispettivamente con i modelli Fusion, SS e Camry, dopo che nei giorni scorsi la NASCAR aveva annunciato che tutti i costruttori hanno raggiunto gli standard aerodinamici richiesti durante il processo di sviluppo delle auto. I piloti impegnati a Martinsville saranno Carl Edwards, Martin Truex Jr, Jimmie Johnson e Kevin Harvick.

L’assenza da Martinsville non dovrebbe comunque pregiudicare lo sviluppo della Charger, visto che la NASCAR ha già fissato altri test in cui le vetture 2013 potranno scendere in pista, ma Dodge deve risolvere molto rapidamente il nodo relativo al team (o ai team) che farà da riferimento per il marchio del gruppo Fiat, perché i tempi per presentarsi al meglio a Daytona il prossimo febbraio si fanno stretti. Lo ha testimoniato Michael Andretti, indicato da più parti come in procinto di schierare due Dodge in Sprint Cup, che ha recentemente parlato di una situazione “decisamente improbabile” a meno di una svolta in tempi rapidissimi.

Fiducioso — e non poteva essere altrimenti — Robin Pemberton, Vice president of competition della NASCAR:

“Dodge sta mettendo insieme il programma. Tutto l’ambiente si aspetta un annuncio il prima possibile.”

Stay Tuned!