Categorie
Monster Energy Cup Series

Jimmie Johnson: “Abbiamo fatto tutto al meglio per l’80% della Chase, ma le ultime due gare ci hanno fregati”

Jimmie Johnson si è presentato a testa alta in sala stampa dopo la Ford Ecoboost 400, nonostante un problema ai box prima e la rottura del cambio poi, abbiano messo improvvisamente fine alle sue speranze di vincere la sesta Sprint Cup in sette anni, costringendolo a un 36esimo posto finale che lo ha privato anche della seconda posizione in classifica generale, a favore di Clint Bowyer.

“Sono orgoglioso del fatto che ci siamo presentati in pista e abbiamo mantenuto la parola data, mettendo pressione ai nostri rivali. Questo però non allevia il bruciore della sconfitta in campionato.” ha detto Johnson. “Aiuta in qualche modo e aumenta il dispiacere in un altro.”

La strategia ideata da Chad Knaus aveva consentito a Johnson di ritrovarsi in una posizione molto vantaggiosa a una sessantina di giri dal traguardo, quando il cinque volte campione si è ritrovato in testa, mentre Keselowski era attardato e con la prospettiva di un’ulteriore sosta. Poi la sfortuna e un errore ai box hanno colpito la Chevy #48: prima un dado ruota avvitato male e poi la rottura del cambio hanno messo fine alla gara di Johnson:

“C’era dell’olio sotto la macchina. Non so di preciso se si è rotto un giunto a causa di un detrito o se ha ceduto un tubo, ma qualcosa è successo e la vettura ha iniziato a perdere olio. E’ stata una grossa delusione, perché eravamo nella posizione ideale per metterli sotto pressione. Ho comunque molte cose di cui essere orgoglioso quest’anno e questo vale anche per il mio team. Non posso che ringraziare tutto il personale dell’Hendrick Motorsports. Tutti gli uomini e le donne che hanno speso innumerevoli ore del loro lavoro per darmi macchine vincenti, Lowe’s per il grande supporto, i miei fans, Chevrolet  e la mia famiglia. Abbiamo fatto il massimo e ci è mancato pochissimo”.

Jimmie è rimasto inizialmente sorpreso quando ha capito che Keselowski non lo avrebbe “marcato a uomo” durante la gara:

“Sono rimasto stupito e penso che abbiano provato a guadagnare posizioni per stare davanti. Forse erano un po’ frustrati dall’essersi ritrovati in mezzo al gruppo. E’ molto difficile dare il massimo su questa pista, quando hai qualcosa da perdere. Mi è capitato diverse volte, e credo che loro abbiano provato questa sensazione oggi. Forse non erano proprio al meglio ed erano preoccupati per il consumo di carburante. Questo ci ha dato un’occasione. Il finale sarebbe stato molto interessante. Sfortunatamente non siamo riusciti a capitalizzare.”

E dire che dopo otto gare, la Chase sembrava scivolata nelle mani del cinque volte campione, che però è incappato in due prove negative a Phoenix, dove è andato a muro per la foratura dell’anteriore destra, e a Homestead.

“Sono solo deluso dall’esserci andato così vicino. Abbiamo fatto tutto al meglio per l’80% della Chase, avevamo una bella inerzia dalla nostra e poi le ultime due gare ci hanno fregati”.

Il sogno di raggiungere le otto vittorie in campionato, una più di Earnhardt e Petty, deve subire un’altro rinvio dopo quello del 2011, ma Johnson si congeda da questa stagione facendo i complimenti al nuovo campione: Brad Keselowski

“Non posso non congratularmi con Brad e tutto il suo team. Conosco Paul (Wolfe) da molti anni e, nonostante la mia delusione, sono felice per lui. Sono felice per Brad e per il mio amico Roger. Sono felice che finalmente sia riuscito a vincere il titolo”.

Stay Tuned!

[follow id=”gian_138″ size=”large” count=”true” ]

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.