Kevin Harvick trionfa sulle montagne russe del Kansas Speedway

Kevin Harvick ha vinto partendo dalla pole position e percorrendo il maggior numero di giri in testa una Hollywood Casino 400, quarta prova della Chase For The Cup, che è però stata tutt’altro che banale.

Prendete un ovale da 1.5 miglia decisamente veloce come il Kansas Speedway, che già lo scorso anno aveva dato parecchi grattacapi a team e piloti, aggiungete delle condizioni meteo molto mutevoli, temperature basse, restart “selvaggi” e una nuova gomma dual-tread della Goodyear relativamente poco conosciuta per tutti e avrete il mix di condizioni che ha reso la Hollywood Casino 400 una specie di festival della bandiera gialla.

A spuntarla, come detto, è stato Kevin Harvick, che ha centrato il terzo successo stagionale, ma questa volta non ha rispettato il classico copione che gli ha regalato il soprannome di “The Closer”. Il californiano del Richard Childress Racing è infatti partito dalla pole position – una vera rarità per lui – e ha percorso anche il maggior numero di giri in testa (138 sui 267 previsti). Tra la bandiera verde e quella a scacchi ha però vissuto, un po’ come tutti gli altri, un pomeriggio sulle montagne russe: finito nelle retrovie al giro 83 a causa di una gialla scattata poco dopo il suo pit-stop, Harvick ha reagito bene alle difficoltà di muoversi nel traffico, per poi recuperare posizioni grazie a un’ottima chiamata di Gil Martin, che lo ha rimesso nelle prime posizioni con una sosta “solo benzina” in occasione di una delle tante neutralizzazioni.

Tornato davanti, Harvick ha lottato a lungo per la prima posizione con un Brad Keselowski ancora una volta sfortunatissimo. Il campione in carica della NASCAR Sprint Cup Series è infatti rimasto senza benzina a 42 giri dal termine ed è scivolato inesorabilmente indietro restando fermo in pit-road almeno una decina di secondi di troppo prima che la sua Fusion si riaccendesse.

Spezzettata da ben 15 gialle – un record per il Kansas Speedway –, la gara ha avuto un attimo di respiro solo nel primo terzo e poi tra i 40 e i 20 giri al termine, quando i piloti hanno potuto sciogliere un po’ i muscoli delle stock-cars da 900CV della Sprint Cup Series. La festa è però durata poco, perché una gran botta di Brian Vickers ha di nuovo compattato il gruppo dietro la pace car.

Al restart, quando mancavano 18 giri alla fine, Harvick è scappato subito via e ha gestito benissimo il vantaggio chiudendo con più di un secondo di vantaggio su Kurt Busch e Jeff Gordon.

“Avevamo una macchina velocissima e lo dimostra il fatto che ho stabilito la pole position, un fatto inusuale per me,” ha dichiarato Harvick. “Quando siamo precipitati a causa di quella gialla mi sono un po’ innervosito perché la macchina era molto sovrasterzante nel traffico. Poi però siamo riusciti a ritornare davanti e far lavorare al meglio la traiettoria centrale in curva 1 e 2 e siamo andati fortissimo nel finale”.

La prova di Kurt Busch, secondo al traguardo, è stata davvero maiuscola. Partito dalla 41esima posizione per essere passato alla backup-car dopo un incidente nell’Happy Hour, il maggiore dei fratelli Busch è stato abilissimo a gestire gomme, vettura e strategia per terminare la sua prova davanti a un Jeff Gordon con cui ha dato vita a diversi duelli molto ravvicinati nel corso della gara, tanto che i due si sono chiariti a lungo in pit-road dopo la bandieraa a scacchi.

Joey Logano, molto in palla al Kansas Speedway, ha preceduto Carl Edwards nella sfida per il quarto posto, mentre in sesta posizione è transitato Jimmie Johnson. Il cinque volte campione, pur avendo condotto le danze per appena 6 giri, è apparso per lunghi tratti il più veloce in pista. Ritrovatosi 17esimo dopo la gialla del giro 83, Johnson ha patito delle difficoltà a far rendere al meglio le gomme in restart, ma è sempre stato in grado di risalire il gruppo passando gli avversari con estrema facilità, fino a quando non è arrivato alla top-5 prima dell’ultimo restart. Un po’ in difficoltà nella lotta con Logano per la quarta posizione, il pilota della Chevy #48 è poi stato colpito da un problema al motore nell’ultima tornata e ha dovuto lasciare strada anche a Carl Edwards.

Un ottimo Paul Menard, Dale Earnhardt Jr., Marcos Ambrose e Aric Almirola hanno completato la top-10, mentre il leader della generale Matt Kenseth, alle prese con una vettura che ha definito “maligna” per le reazioni imprevedibili, si è inventato un’undicesima piazza che tutto sommato non è nemmeno male, visto come si erano messe le cose dopo che aveva rimediato una penalizzazione per eccesso di velocità in pit road.

Kenseth conserva 3 punti di vantaggio su Johnson in vista della gara di Charlotte della settimana prossima, ma la corsa al titolo sembra restringersi sempre più, a meno di sorprese in quel di Talladega. Al terzo posto infatti non c’è più Kyle Busch, ma Kevin Harvick, salito a 25 lunghezze dalla vetta.

Busch è prima partito dal fondo dello schieramento – anche lui per essere passato alla backup-car – ed è subito rimasto marginalmente coinvolto nel testacoda del primo giro che ha messo KO Danica Patrick. Kyle è poi risalito fino alla top-5 a cavallo di metà gara, ma è stato anche protagonista di un contatto sotto l’apron con Juan Pablo Montoya e alla fine una toccata tra Vickers ed Edwards lo ha spedito dritto a muro. Motore KO e 34esimo posto finale il risultato per lui, che scende in quinta posizione in classifica a 35 punti  da Kenseth e a 3 dal quarto posto di Jeff Gordon.

La Sprint Cup Series tornerà in pista nella notte tra sabato e domenica al Charlotte Motor Speedway per la Bank Of America 500.

Stay Tuned!

 Gian Luca Guiglia


[divider]

[space height=”20″]

Ordine d’arrivo della Hollywood Casino 400

1 1 29 Kevin Harvick Budweiser Chevrolet 267 48 5 Running 8 138
2 19 78 Kurt Busch Furniture Row / Denver Mattress Chevrolet 267 42 Running
3 14 24 Jeff Gordon Axalta Chevrolet 267 41 Running
4 5 22 Joey Logano Shell Pennzoil Ford 267 41 1 Running 2 33
5 9 99 Carl Edwards Fastenal Ford 267 39 Running
6 3 48 Jimmie Johnson Lowe’s Chevrolet 267 39 1 Running 2 6
7 8 27 Paul Menard Menards / Splash Chevrolet 267 37 Running
8 6 88 Dale Earnhardt Jr. Time Warner Cable Chevrolet 267 37 1 Running 4 10
9 25 9 Marcos Ambrose MAC Tools Ford 267 35 Running
10 20 43 Aric Almirola Farmland Ford 267 34 Running
11 7 20 Matt Kenseth Dollar General Toyota 267 34 1 Running 1 21
12 16 31 Jeff Burton Caterpillar Chevrolet 267 33 1 Running 1 1
13 26 16 Greg Biffle Sherwin Williams Ford 267 31 Running
14 22 15 Clint Bowyer Raspberry5-hourEnergybenefittingLivingBynd Toyota 267 30 Running
15 15 5 Kasey Kahne Time Warner Cable Chevrolet 267 29 Running
16 24 1 Jamie McMurray Cessna Chevrolet 267 28 Running
17 4 2 Brad Keselowski Miller Lite Ford 267 28 1 Running 2 52
18 12 42 Juan Pablo Montoya Target Chevrolet 267 26 Running
19 13 56 Martin Truex Jr. NAPA Auto Parts Toyota 267 25 Running
20 28 47 AJ Allmendinger Scott Products – Win My Car Toyota 267 24 Running
21 37 13 Casey Mears GEICO Ford 267 24 1 Running 1 1
22 23 14 Mark Martin Bass Pro Shops / Tracker Boats Chevrolet 267 22 Running
23 10 11 Denny Hamlin FedEx Office Toyota 267 21 Running
24 34 38 David Gilliland Long John Silver’s Ford 267 20 Running
25 41 7 Dave Blaney Tommy Baldwin Racing Chevrolet 267 19 Running
26 36 93 Travis Kvapil Burger King / Dr Pepper Toyota 267 19 1 Running 1 1
27 33 36 JJ Yeley Accell Construction Chevrolet 267 18 1 Running 1 1
28 35 32 Timmy Hill # U.S. Chrome Ford 267 16 Running
29 42 40 Tony Raines(i) Moonshine Attitude Attire Chevrolet 267 0 Running
30 2 17 Ricky Stenhouse Jr. # Ford EcoBoost Ford 266 14 Running
31 30 30 Cole Whitt(i) Swan Energy Toyota 260 0 Running
32 11 55 Brian Vickers(i) Aaron’s Dream Machine Toyota 242 0 Accident
33 43 33 Landon Cassill(i) LittleJoesAutos.com Chevrolet 235 0 Running
34 18 18 Kyle Busch M&M’s Toyota 199 11 1 Accident 1 1
35 17 39 Ryan Newman Code 3 Associates Chevrolet 188 9 Running
36 32 34 David Ragan Taco Bell Ford 168 9 1 Accident 1 2
37 27 83 David Reutimann Burger King / Dr Pepper Toyota 157 7 Running
38 31 98 Michael McDowell Phil Parsons Racing Ford 144 6 Vibration
39 21 51 Justin Allgaier(i) Brandt Chevrolet 135 0 Accident
40 38 35 Josh Wise(i) MDS Transport Ford 108 0 Vibration
41 39 87 Joe Nemechek(i) Calvert’s Toyota 107 0 Engine
42 40 95 Reed Sorenson(i) SupportMilitary.org Ford 103 0 Vibration
43 29 10 Danica Patrick # GoDaddy Chevrolet 0 1 Accident