Categorie
Monster Energy Cup Series

La NASCAR ritocca i regolamenti sulle sospensioni posteriori: obiettivo Hendrick Motorsports?

La NASCAR ha annunciato nuove modifiche al regolamento tecnico che riguarda le sospensioni posteriori in vista della prima gara della Chase For The Cup, che si terrà la prossima settimana al Chicagoland Speedway. I nuovi parametri sono stati introdotti per limitare soluzioni come quella messa in campo dall’Hendrick Motorsports, in grado di rendere il retrotreno leggermente sterzante, con un netto vantaggio in termini di velocità di percorrenza in curva.

La superiorità delle vetture dotate di questa soluzione, soprattutto quelle di Jimmie Johnson e compagni, era stata messa in evidenza in soprattutto da Brad Keselowski, che nelle scorse settimane aveva fatto notare come, a suo avviso, il Penske Racing preferisse non forzare troppo la mano sotto quell’aspetto del regolamento, mentre alcuni avversari stessero lavorando molto in quella “zona grigia” del regolamento.

In particolare, la NASCAR ha fissato un parametro di mobilità per i punti di ancoraggio dei triangoli anteriori della sospensione posteriore, che dovrà essere di quarto di pollice, e le boccole in gomma che permettono questo movimento dovranno essere libere di spostarsi e non bloccarsi in una particolare posizione.

Questi dettagli lasciano capire come, attraverso l’uso di boccole morbide, i team riuscissero a “spostare” in posizione più favorevole l’assetto delle sospensioni posteriori in occasione della prima curva affrontata ad alta velocità — e qui si spiega il riferimento di Keselowski a “qualcosa che si muove dopo le verifiche” — bloccandole poi per il resto della gara.

L’intervento della NASCAR fa pensare che la ricerca delle squadre si sia spinta un po’ troppo in là, visto che John Darby, direttore della Sprint Cup Series, aveva detto alla fine di agosto che non ci sarebbero stati ritocchi al regolamento se non si fossero viste soluzioni troppo estreme. Sarà quindi interessante vedere se alcune team perderanno terreno e come reagiranno.

Stay Tuned!

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.