Las Vegas Report: Earnhardt finisce la benzina all’ultimo giro, Keselowski fa il bis

BiUU89nCEAAJpvG

La premiata ditta Brad Keselowski-Paul Wolfe torna a colpire! Vettura velocissima, strategia estrema, scelte controcorrente e un pilota in gran vena hanno dato vita al mix con cui il campione della Sprint Cup Series 2012 ha centrato al Las Vegas Motor Speedway la prima vittoria stagionale – nonché un posto nella Chase – sorpassando a metà dell’ultimo giro un Dale Earnhardt Jr. eccezionale, rimasto senza benzina proprio quando iniziava a sperare nella seconda affermazione dopo quella nella Daytona 500.

[divider]

[space height=”20″]

Il weekend NASCAR su Motorsport Rants

Qualifiche NSCS | Smoke IS The Bandit: Episodio 1 | Photogallery NNS | Video Completo NNS | Report NNS | Kwasniewski entra nel programma di sviluppo di Ganassi | Report NSCS

[divider]

[space height=”20″]

Keselowski si era già imposto con una prestazione dominante nella gara della Nationwide Series di ieri e con la vittoria di oggi, conquistata ai danni del pilota che gli ha dato l’occasione di affermarsi guidando per il JR Motorsports nel 2007, ha completato lo “sweep” del Las Vegas Motor Speedway, diventando il secondo a riuscire in questa particolare impresa dopo Jeff Burton nel 2000.

Il momento decisivo della Kobalt 400 è arrivato al giro 222 sui 267 in programma, quando dei detriti in pista hanno fatto scattare la quarta e ultima gialla della serata poco dopo il completamento di una tornata di soste in verde. Dale Earnhardt Jr., così come Carl Edwards e Denny Hamlin hanno deciso di rimanere in pista, provando ad allungare al massimo il loro stint finale pur di guadagnare posizioni in pista. Dietro di loro si sono schierati in restart Paul Menard, Kyle Busch, e Jimmie Johnson, tutti autori di uno splash&go, mentre Brad Keselowski è ripartito dalla settima posizione, ma con due gomme nuove.

Allo scattare della bandiera verde, Earnhardt si è fiondato in avanti, mentre Edwards ha fatto un po’ da tappo, regalando 2 secondi al pilota del team Hendrick. Da dietro Keselowski è risalito molto rapidamente e a poco meno di 20 giri dalla conclusione ha scavalcato Edwards, il quale non ha opposto troppa resistenza al compagno di marca. Il divario dalla prima posizione è calato molto rapidamente, anche perché davanti Earnhardt stava cercando di risparmiare benzina: mancavano 3 quarti di giro, secondo Steve Letarte. Keselowski ha continuato a forzare, obbligando il rivale a rompere gli indugi e proprio quando sembrava che l’uomo di Kannapolis potesse conquistare la sua seconda vittoria, un colpo di tosse del motore della Chevy #88 ha costretto Dale Jr. a farsi da parte, lasciando via libera a Keselowski.

“Grandissime chiamate oggi da parte di Paul Wolfe per consentirci di avere aria pulita. La macchina era velocissima e sono orgoglioso di team e vettura,” ha detto Keselowski in Victory Lane. “Ho cercato di mettergli quanta più pressione possibile perché sapevamo che era a corto di benzina. Ora che siamo nella Chase non dovrà sentire tutte quelle stupidaggini sul fatto di non essere entrato ai playoffs lo scorso anno.”

Earnhardt ha comunque ritrovato – dopo aver letteralmente “agitato” la macchina – quel poco di spunto sufficiente a tagliare il traguardo in seconda posizione, davanti a un eccezionale Paul Menard, salito in cattedra quando mancavano un centinaio di giri alla bandiera a scacchi e autore di una prova maiuscola con la Chevy #27 del Richard Childress Racing.

“Sapevamo di essere a rischio per via del carburante e ci e abbiamo provato comunque,” ha dichiarato Earnhardt, che non ha mai vissuto un inizio di stagione così brillante. “Non abbiamo vinto, ma comunque è andata bene. Non dobbiamo lasciarci abbattere da una sconfitta come questa, per quanto sia bruciante. Dobbiamo andare a Bristol e vincere. Il modo migliore per vincere è essere positivi e insistere”.

La delusione più grande della giornata l’ha patita Kevin Harvick. Il vincitore della gara di Phoenix si è rivelato di nuovo velocissimo e, pur partendo dalla 16esima posizione, si è riportato tra i primissimi, dando la sensazione di poter lottare per il successo, ma quando stava viaggiando in seconda posizione è stato costretto a fermarsi per un problema al mozzo della ruota anteriore sinistra, venendo poi classificato in 41esima posizione. Male anche gli altri piloti dello Stewart-Haas Racing: Danica Patrick è stata la migliore in 21esima piazza, mentre Kurt Busch e Tony Stewart si sono dovuti accontentare rispettivamente della 26esima e della 33esima posizione.

Joey Logano ha portato a casa un quarto posto che suona un po’ come una delusione, dopo che aveva conquistato la pole e percorso in testa ben 44 dei primi 50 giri della Kobalt 400. Scivolato indietro insieme a Keselowski a causa di una sosta da 4 gomme in occasione della prima gialla, Sliced Bread non è stato veloce quanto il compagno di team nel recuperare e solo nel finale ha ritrovato il passo giusto per precedere Carl Edwards.

Il pilota della Ford Fusion #99 è stato il migliore del Roush Fenway Racing e ha chiuso davanti a Jimmie Johnson, al quale manca ancora qualcosa per trovare la condizione ideale, e Ryan Newman, arrivato alla seconda top-10 consecutiva.

Niente di fatto anche per Kyle Busch, in testa per 52 giri e smarritosi nel finale, al punto da essere preceduto sul traguardo da Matt Kenseth. Il trio del Joe Gibbs Racing non ha sfoggiato la superiorità dello scorso anno sul primo ovale intermedio della stagione, segno che il team deve ancora lavorare sulle ultime novità regolamentari introdotte dalla NASCAR. Kenseth, Busch e Hamlin si sono piazzati rispettivamente in decima, undicesima e dodicesima posizione.

Rookie Watch

Kyle Larson sembrava il più in forma degli otto rookies in gara, ma una penalità per eccesso di velocità in ingresso in pit road lo ha relegato tra i doppiati. I lunghi run in verde e il tempismo delle bandiere gialle non gli hanno permesso di ritornare in corsa, costringendolo alla 19esima posizione finale. Il migliore è stato allora Austin Dillon, 16esimo e piuttosto anonimo. Michael Annett ha chiuso in 29esima posizione, terzo tra i rookies. Dillon ha ora 29 punti di vantaggio sul rivale del Ganassi Racing e 39 su Justin Allgaier.

Chase Watch

Dale Earnhardt Jr. 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Kevin Harvick 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Brad Keselowski 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 

La classifica

(1) D. Earnhardt Jr. 133
(2) B. Keselowski 132
(3) J. Johnson 117
(4) J. Logano 116
(5) J. Gordon 115
(6) C. Edwards 105
(7) M. Kenseth 105
(8) D. Hamlin 101
(9) R. Newman 97
(10) Kyle Busch 95
(11) J. Mcmurray 93
(12) G. Biffle 86
(13) A. Dillon # 84
(14) K. Harvick 83
(15) K. Kahne 83
(16) R. Stenhouse Jr. 80

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia

 

[divider]

[space height=”20″]

Ordine d’arrivo della Kobalt 400

1 2 2 Brad Keselowski Miller Lite Ford 267 48 5 Running 5 53
2 14 88 Dale Earnhardt Jr. Mountain Dew Kickstart Chevrolet 267 43 1 Running 3 51
3 21 27 Paul Menard Quaker State/Menards Chevrolet 267 42 1 Running 1 6
4 1 22 Joey Logano Shell Pennzoil Ford 267 41 1 Running 2 44
5 11 99 Carl Edwards Aflac Ford 267 40 1 Running 1 1
6 5 48 Jimmie Johnson Kobalt Tools Chevrolet 267 39 1 Running 3 34
7 10 31 Ryan Newman Caterpillar Chevrolet 267 37 Running
8 13 5 Kasey Kahne Farmers Insurance Chevrolet 267 36 Running
9 15 24 Jeff Gordon Axalta Chevrolet 267 35 Running
10 29 20 Matt Kenseth Dollar General Toyota 267 35 1 Running 1 2
11 20 18 Kyle Busch M&M’s Toyota 267 34 1 Running 3 52
12 27 11 Denny Hamlin FedEx Ground Toyota 267 33 1 Running 1 1
13 9 55 Brian Vickers Aaron’s Dream Machine Toyota 267 31 Running
14 12 78 Martin Truex Jr. Furniture Row Chevrolet 267 30 Running
15 7 1 Jamie McMurray Cessna/Bad Boy Buggies Chevrolet 267 29 Running
16 4 3 Austin Dillon # Cheerios Chevrolet 267 28 Running
17 19 66 Jeff Burton Let’s Go Places Toyota 267 27 Running
18 18 47 AJ Allmendinger Kingsford Charcoal Chevrolet 267 26 Running
19 17 42 Kyle Larson # Target Chevrolet 266 25 Running
20 34 21 Trevor Bayne(i) Motorcraft/Quick Lane Tire & Auto Center Ford 266 0 Running
21 22 10 Danica Patrick Aspen Dental Chevrolet 266 23 Running
22 25 16 Greg Biffle Red Cross Ford 266 22 Running
23 3 15 Clint Bowyer 5-hour Energy Toyota 266 21 Running
24 43 9 Marcos Ambrose DeWalt Ford 266 20 Running
25 8 43 Aric Almirola Farmland Ford 264 19 Running
26 23 41 Kurt Busch Haas Automation Chevrolet 264 18 Running
27 6 17 Ricky Stenhouse Jr. Zest Ford 264 17 Running
28 30 13 Casey Mears GEICO Chevrolet 264 16 Running
29 38 7 Michael Annett # Pilot/Flying J Chevrolet 264 15 Running
30 33 38 David Gilliland Love’s Travel Stops Ford 264 14 Running
31 37 51 Justin Allgaier # Brandt Professional Agriculture Chevrolet 264 13 Running
32 26 34 David Ragan Taco Bell Ford 263 12 Running
33 24 14 Tony Stewart Mobil 1/Bass Pro Shops Chevrolet 263 11 Running
34 40 36 Reed Sorenson Chevrolet 262 10 Running
35 39 83 Ryan Truex # Borla Exhaust Toyota 261 9 Running
36 28 26 Cole Whitt # Speed Stick GEAR Toyota 261 8 Running
37 36 23 Alex Bowman # Dr.Pepper Toyota 259 7 Running
38 41 33 Timmy Hill LittleJoesAutos.com Chevrolet 258 6 Running
39 42 32 Travis Kvapil Ask More-Get More Ford 253 5 Running
40 32 30 Parker Kligerman # Aria Hotels/Black Clover Toyota 240 4 Running
41 16 4 Kevin Harvick Jimmy John’s Chevrolet 237 4 1 Running 2 23
42 31 98 Josh Wise Ambient Edge HVAC Chevrolet 212 2 Running
43 35 95 Michael McDowell WRL General Contractors Ford 141 1 Engine