Martinsville Report: Kurt is back! Busch vince al temine di una rimonta eccezionale

BkASCsUCYAAehMa

“We’re done!”

Così si era rivolto Kurt Busch via radio alla crew del team Stewart-Haas Racing dopo che un contatto in pit road con KAsey Kahne e Brad Keselowski aveva arrecato seri danni alla parte anteriore sinistra della Chevrolet SS #41. E invece Kurt non solo è riuscito a riprendersi e a mantenere la calma nei giri in cui un imbufalito Keselowski lo ha “cercato” in pista e lo ha deliberatamente colpito più volte, ma è anche ritornato davanti alla grandissima, vincendo un duello da antologia con Jimmie Johnson e tornando in Victory Lane per la prima volta dalla gara di Dover dell’ottobre 2011, in cui si era imposto sempre davanti a JJ.

Fortemente voluto nel corso dell’inverno da Gene Haas, che è arrivato a forzare la mano al socio Stewart pur di allestire una quarta vettura per lui, Kurt Busch sale a quota 25 in carriera e conquista per per la seconda volta il “Grandfather’s Clock” simbolo del successo sullo short-track della Virginia, un successo ancor più dolce proprio perché arrivato battendo il pilota in attività con più successi a Martinsville.

La STP 500 ha sancito anche il sesto vincitore diverso nelle prime sei gare della stagione 2014, qualcosa che non accadeva dal 2003.

Un duello eccezionale

A 51 giri dalla fine, dopo 449 tornate intensissime, sembrava che la STP 500 fosse destinata a cadere nelle mani di Clint Bowyer, appena passato in testa ai danni di un Johnson che aveva condotto gran parte della corsa ma si era ritrovato con un assetto decisamente sovrasterzante in entrata e in uscita di curva.

Un testacoda di Carl Edwards ha però rimescolato le carte, ricompattando il gruppo dietro la pace car per la 14esima e ultima volta della giornata. I meccanici del Michael Waltrip Racing sono però incappati in un problema con la ruota posteriore destra e il successo per Bowyer è sfumato improvvisamente.

Jimmie Johnson si è presentato così per primo sotto la bandiera verde a 35 tornate dal termine, davanti a Kurt Busch, ma è stato presto infilato dal rivale, che ha approfittato di un piccolo errore del sei volte campione, ma non è riuscito a prendere il largo anche a causa del traffico continuo tipico degli short-track.

A caccia del primo successo stagionale e con la voglia di rifarsi della delusione patita a Fontana, Johnson è ripassato al comando a sedici tornate dalla bandiera a scacchi, ma Busch è rimasto letteralmente incollato al suo paraurti posteriore a preparare un nuovo attacco, mentre da dietro Dale Earnhardt Jr. si faceva sotto dopo aver avuto la meglio in una bella lotta su Joey Logano e Marcos Ambrose, da sempre a suo agio su questo circuito che somiglia più a uno stradale che a un ovale.

L’ultimo, chirurgico, affondo Busch lo ha piazzato a dieci giri dal traguardo, sopravanzando all’interno la Chevy SS #48. Anche questa volta Johnson ha provato a ribattere, ma non è riuscito a far ragionare la sua vettura, pur dando fondo a tutto il repertorio di controsterzi a disposizione.

Dale Earhnardt Jr., Joey Logano e Marcos Ambrose hanno completato nell’ordine la top-5, mentre Bowyer ha chiuso al nono posto, dietro a un ottimo Aric Almirola. Molto bene anche AJ Allmendinger, undicesimo al volante della Chevy #47 del JTG Daugherty Racing.

Rookie Watch

Ammettiamolo, Martinsville non è esattamente il tracciato più semplice per un rookie. E gli otto rookie al via hanno avuto tutti le loro gatte da pelare. Dopo il secondo posto di Fontana, Kyle Larson ha fatto vedere ancora una volta cose pregevoli, flirtando per un bel pezzo con la top-10, salvo poi finire in testacoda tutto da solo a 159 giri dal traguardo per chiudere poi in 27esima posizione. Il miglior piazzamento è andato ancora una volta ad Austin Dillon, 15esimo al traguardo, che ora può vantare 31 punti di vantaggio in classifica sul rivale californiano.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia


Chase Watch

Dale Earnhardt Jr. 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Kevin Harvick 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Brad Keselowski 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Carl Edwards 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 
Kyle Busch 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 
Kurt Busch 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 

Classifica

(1) D. Earnhardt Jr. 227
(2) M. Kenseth 218
(3) C. Edwards 217
(4) J. Gordon 216
(5) J. Johnson 209
(6) Kyle Busch 189
(7) B. Keselowski 188
(8) J. Logano 187
(9) A. Dillon # 179
(10) R. Newman 174
(11) P. Menard 168
(12) D. Hamlin 165
(13) B. Vickers 165
(14) M. Ambrose 162
(15) T. Stewart 154
(16) A. Allmendinger 152

Ordine d’arrivo della STP 500

1 22 41 Kurt Busch Haas Automation Chevrolet 500 47 4 Running 3 23
2 4 48 Jimmie Johnson Lowe’s Chevrolet 500 44 2 Running 11 296
3 26 88 Dale Earnhardt Jr. Diet Mountain Dew Chevrolet 500 42 1 Running 3 25
4 3 22 Joey Logano Shell Pennzoil Ford 500 41 1 Running 2 39
5 17 9 Marcos Ambrose DeWalt Ford 500 40 1 Running 1 22
6 6 20 Matt Kenseth Dollar General Toyota 500 39 1 Running 5 36
7 18 4 Kevin Harvick Budweiser Chevrolet 500 38 1 Running 1 1
8 20 43 Aric Almirola STP Ford 500 36 Running
9 12 15 Clint Bowyer 5-hour Energy Toyota 500 36 1 Running 3 16
10 21 27 Paul Menard Pittsburgh Paints / Menards Chevrolet 500 34 Running
11 15 47 AJ Allmendinger Bush’s Beans Chevrolet 500 34 1 Running 1 1
12 5 24 Jeff Gordon Axalta Chevrolet 500 32 Running
13 8 99 Carl Edwards Fastenal Ford 500 31 Running
14 1 18 Kyle Busch M&M’s Toyota 500 31 1 Running 2 22
15 34 3 Austin Dillon # Dow Chevrolet 500 29 Running
16 13 55 Brian Vickers Aaron’s Dream Machine Toyota 500 28 Running
17 7 14 Tony Stewart Code 3 Associates / Mobil 1 Chevrolet 500 27 Running
18 11 16 Greg Biffle 3M Ford 500 27 1 Running 1 18
19 2 11 Denny Hamlin FedEx Freight Toyota 500 25 Running
20 16 31 Ryan Newman Quicken Loans Chevrolet 500 24 Running
21 31 78 Martin Truex Jr. Furniture Row Chevrolet 500 23 Running
22 27 5 Kasey Kahne Farmers Insurance Chevrolet 500 22 Running
23 25 51 Justin Allgaier # AccuDoc Solutions Chevrolet 500 21 Running
24 23 13 Casey Mears GEICO Chevrolet 500 20 Running
25 36 40 Landon Cassill(i) CRC Brakleen / FiberLock Chevrolet 500 0 Running
26 39 38 David Gilliland Long John Silver’s Ford 499 18 Running
27 28 42 Kyle Larson # Target Chevrolet 498 17 Running
28 24 34 David Ragan Taco Bell Ford 497 16 Running
29 35 26 Cole Whitt # Swan Energy Toyota 497 15 Running
30 38 83 Ryan Truex # Borla Exhaust Toyota 496 14 Running
31 40 7 Michael Annett # Pilot / Flying J Chevrolet 495 13 Running
32 10 10 Danica Patrick GoDaddy – Get Found Chevrolet 494 12 Running
33 29 32 Travis Kvapil Keen Parts / SK Tools Ford 493 12 1 Running 1 1
34 42 36 Reed Sorenson Chevrolet 492 10 Running
35 33 98 Josh Wise Phil Parsons Racing Chevrolet 492 9 Running
36 19 23 Alex Bowman # Dr Pepper Toyota 488 8 Running
37 32 95 Michael McDowell Triangle Office Equipment Ford 474 7 Brakes
38 14 2 Brad Keselowski Miller Lite Ford 469 6 Running
39 37 33 David Stremme Mace Brands Chevrolet 440 5 Running
40 30 17 Ricky Stenhouse Jr. Ford EcoBoost Ford 409 4 Running
41 41 30 Parker Kligerman # Swan Energy Toyota 408 3 Running
42 9 1 Jamie McMurray McDonald’s Chevrolet 396 2 Running
43 43 66 Joe Nemechek(i) Land Castle Title Toyota 310 0 Accident