Categorie
Monster Energy Cup Series

Matt Kenseth lascerà il Roush Fenway Racing a fine stagione

Il campione della Sprint Cup 2003, attuale leader della classifica generale, dirà addio alla Ford Fusion #17 del Roush Fenway Racing al termine della stagione. Al suo posto, al volante ci sarà Ricky Stenhouse Jr., campione in carica della Nationwide Series.

A Sonoma erano circolate alcune voci che volevano Kenseth in trattativa con altri team, in particolare il Joe Gibbs Racing, ma l’ufficialità è arrivata nella giornata di ieri, con un comunicato del team RFR che ha annunciato l’arrivo di Stenhouse a tempo pieno in Cup.

“Ricky Stenhouse Jr. ha dimostrato le sue capacità in pista” ha detto Jack Roush. “Pensiamo che sia non solo una parte fondamentale del nostro team, ma anche del futuro di questo sport. Il Roush Fenway è un team con un grande passato e un grande presente, così come un futuro estremamente promettente e non posso pensare ad un candidato migliore di Ricky per il prossimo ciclo di successi del team.”

Alla base della separazione tra Roush e Kenseth, il quale ha disputato con il team 451 delle sue 452 gare in Sprint Cup, c’è essenzialmente una questione economica: pur essendo un constante candidato alla vittoria in campionato — dopo aver vinto il titolo nel 2003, Kenseth ha mancato la Chase soltanto una volta, nel 2009 — oltre che un pilota di provata esperienza e capacità, il 40enne di Cambridge, Wisconsin, è poco appetibile per gli sponsor e ha perso il supporto di Crown Royal. Pur non avendo sponsorizzazioni sufficienti a coprire l’intera stagione 2012, Roush ha deciso di investire di tasca propria pur di permettere a Kenseth di essere al via, ma nel corso della stagione ha raccolto poche sponsorizzazioni aggiuntive, tra cui quella di Ford, nonostante gli ottimi risultati della Fusion #17: una vittoria e 8 top-5 in 16 gare fin qui disputate.

“Vorrei ringraziare Matt Kenseth per i suoi tanti anni di leale servizio” ha detto Roush. “Matt è stato una parte integrante di questa organizzazione per oltre un decennio e apprezziamo moltissimo i suoi successi e il suo contributo al team, per cui lo considereremo sempre una parte della famiglia Roush Fenway.”

“Siamo stati fortunati ad aver capito il potenziale di Matt e ad averlo portato in squadra tanti anni fa e sono orgoglioso del fatto che siamo riusciti a coniugare le risorse del Roush Fenway, il suo talento e la sua determinazione per forgiare una partnership che ha portato un campionato e tutte le sue 22 vittorie, comprese quelle nella Daytona 500.”

La risposta di Kenseth è arrivata via Twitter e si è focalizzata soprattutto sulla stagione in corso:

“Sono estremamente grato a Jack Roush per le opportunità che mi ha concesso negli scorsi 14 anni” ha scritto. “Come squadra siamo concentrati sulla stagione 2012 e sulla rincorsa del terzo titolo per il Jack e il Roush Fenway Racing. Nonostante non abbia nulla da comunicare riguardo al 2013, il tempismo dell’annuncio dà al team RFR un tempo ampiamente sufficiente a sistemare le cose. Darien (Grubb) e Tony (Stewart) ci hanno dimostrato lo scorso anno che queste cose non contano. Continueremo a lavorare e a lottare al massimo delle nostre possibilità.”

L’arrivo di Stenhouse costituisce sicuramente un netto risparmio rispetto all’ingaggio di Kenseth e permetterà a Roush di mantenere tre team in Sprint Cup e probabilmente di dare una chance di lottare per il titolo della Nationwide Series a Trevor Bayne.

La destinazione di Kenseth è un’incognita. Le voci più insistenti lo vorrebbero al Joe Gibbs Racing, in sostituzione di Joey Logano o al volante di una quarta Toyota Camry, che potrebbe essere schierata se Gibbs riuscisse a prolungare il contratto con lo sponsor Home Depot.

Le altre soluzioni possibili sono poche, soprattutto se si considerano team di primissimo piano: Kenseth potrebbe guidare una quarta vettura del Richard Childress Racing, oppure accasarsi al Michael Waltrip Racing, sempre su una quarta macchina o anche al posto di Truex, il cui contratto è in scadenza alla fine del 2012.

Il Penske Racing ha categoricamente smentito voci di trattative ed è molto difficile che lo Stewart-Haas Racing passi a quattro vetture (la terza è già “prenotata” da Danica Patrick) se Tony Stewart riuscisse, come ha più volte detto, a rinnovare il contratto di Ryan Newman.

A quel punto Kenseth potrebbe anche accordarsi con un team di seconda fascia in espansione, ma è praticamente impossibile che torni al volante di una Ford, come ha escluso il direttore di Ford Racing, Jamie Allison:

“Mancherà sicuramente molto a noi e ai fan di Ford Racing. Siamo grati a Matti per le sue vittorie con il Roush Fenway Racing e con Ford Racing negli ultimi 14 anni, in pista e fuori.”

Stay Tuned!

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.