Matt Kenseth vince una lunghissima GEICO 400 al Chicagoland Speedway

Ci sono volute un po’ più di otto ore per arrivare alla bandiera a scacchi, ma i piloti della NASCAR Sprint Cup Series sono riusciti a completare i 267 giri della GEICO 400, prima tappa della Chase For The Cup 2013.

[column col=”1/3″]

NSCS a Joliet

[gdl_gallery title=”nscs chicagoland geico 400 2013″ width=”250px” height=”180px” type=”1″ ]

[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#cf2121″ size=”15px”]Qualifiche[gdl_icon type=”icon-double-angle-right” color=”#cf2121″ size=”15px”]
[gdl_icon type=”icon-question-sign” color=”#cf2121″ size=”15px”]Chase For The Cup – I protagonisti ai raggi X[gdl_icon type=”icon-double-angle-right” color=”#cf2121″ size=”15px”]
[gdl_icon type=”icon-camera-retro” color=”#cf2121″ size=”15px”]Galleria Fotografica[gdl_icon type=”icon-double-angle-right” color=”#cf2121″ size=”15px”]

[/column]

A feteggiare in Victory Lane è stato Matt Kenseth, che ha approfittato di un restart nelle fasi finali della corsa per scavalcare il compagno di team Kyle Busch e involarsi verso il sesto successo stagionale, un record personale per il pilota del Wisconsin passato quest’anno al Joe Gibbs Racing e non a caso finito tra i nostri favoriti per il successo finale.

“Ho sempre voluto vincere qui a Chicago” ha detto un Kenseth in forma come non mai. “E’ ad appena un paio d’ore da dove sono cresciuto, in Wisconsin. E’ fantastico vincere qui. Ci siamo andati vicini diverse volte. (Harvick) mi ha dato una super-spinta al restart, quando avrebbe potuto provare a infilarsi sull’apron. Gli sono debitore per questa vittoria.”

Man, he gave me a big push on that restart, where he could have tried to squeeze it in on the apron, (but he gave) me a big push and go me out front,” said Kenseth, who leads his teammate by eight points with nine races left in the Chase. “I owe him one for that, for sure.”

Nella manovra decisiva, avvenuta al giro 245, ha avuto un ruolo fondamentale Kevin Harvick, che con una spinta sul paraurti di Kenseth al calare della bandiera verde – non eguagliata da Kurt Busch a favore del fratello – ha permesso alla Toyota #20 di passare al comando. Le ultime, velocissime tornate, hanno poi visto il duo di testa di lottare sul filo dei centesimi, con Kenseth in grado di sfruttare al meglio l’aria pulita e transitare sotto la bandiera a scacchi con un vantaggio di oltre sette decimi su un Kyle Busch che comunque ha preferito vedere il lato positivo di un fine settimana in cui ha vinto sia in Camping World Truck Series che in Nationwide Series e non sperava, dopo e libere, di poter lottare per il successo nella massima divisione.

“Oh year, l’ho vista sfuggirmi tra le dita”, ha detto. “Non c’è stato niente da fare. Di certo sarebbe stato bello se avessimo potuto vincere stasera e fare il tris. Non pensavo che avremmo avuto una chance dopo le libere di ieri. Oggi in gara, invece, la macchina era tutta un’altra cosa. Potevo guidarla al massimo.”

Kevin Harvick, consapevole di avere una vettura leggermente inferiore, ha portato a casa un terzo posto convincente, mentre in quarta posizione si è issato Kurt Busch, ancora un volta autore di una prova maiuscola. Il pilota di Las Vegas è riuscito a recuperare alla grandissima, con un bel mix di prestazioni e strategia, da una penalità rimediata in pit-road che lo aveva spedito tra i doppiati.

Jimmie Johnson si è dovuto accontentare del quinto posto, un risultato che lo lascia comunque sorridente in virtù dei problemi patiti durante la GEICO 400: nel corso di una sosta ai box in regime di bandiera verde avvenuta mentre “Double J” era al comando, uno dei meccanici del team Hendrick ha sostituito un dado ruota della posteriore destra che era caduto, ma il commissario della NASCAR che si trovava nella piazzola non se ne è accorto e ha richiamato la pit-crew a lavorare sulla ruota, facendo perdere secondi preziosi al cinque volte campione della categoria. Johnson è uscito dai box al quinto posto ed è poi rimasto vittima anche della rottura del cric durante una sosta successiva, ritrovandosi a recuperare dalla 22esima piazza fino alla top-5.

Gara tutta in rimonta anche per Jeff Gordon, che è stato costretto da una foratura a una sosta non programmata e, anche grazie a una delle neutralizzazioni seguenti, ha potuto dar fondo alle prestazioni della Chevy SS #24 e compiere moltissimi sorpassi su un circuito in cui l’aerodinamica riveste sempre un ruolo fondamentale, fino a insidiare la quinta posizione di Johnson negli ultimissimi giri.

Le prime Ford al traguardo sono state quelle di Brad Keselowski e Ricky Stenhouse Jr., rispettivamente settimo e ottavo sotto la bandiera a scacchi, che hanno preceduto Clint Bowyer e Ryan Newman. Undicesimo e un po’ sottotono il vincitore di Richmond Carl Edwards.

[column col=”1/3″]

[mc4wp-form]

[/column]

La GEICO 400 è partita con oltre un’ora di ritardo a causa del maltempo ed è stata poi interrotta, questa volta con una bandiera rossa da oltre 5 ore, per il ritorno di una perturbazione che ha costretto gli organizzatori a trasformare la corsa in una “notturna” pur di arrivare almeno a quel 50% della distanza complessiva che avrebbe consentito di attribuire punteggio pieno. Le ore di stop e la variazione consistente delle temperature non hanno giovato ai motori e a farne le spese sono stati soprattutto Joey Logano – appiedato dal propulsore al giro 177 – e Dale Earnhardt Jr., che ha visto il suo motore andare in fumo alla tornata 227, poco dopo essersi fermato per un rattoppo a base di nastro adesivo al muso della Chevrolet SS #88, danneggiato durante un contatto ai box.

La Classifica

Se a Chicago abbiamo avuto solo un’idea di chi potrebbe vincere la Sprint Cup, abbiamo anche visto le prime vittime di un rush finale che non ammette passi falsi. La botta peggiore l’hanno presa Joey Logano e Dale Earnhardt Jr., che si ritrovano in fondo alla classifica. In vetta, invece, Kenseth spera che le statistiche non mentano, visto che da quando il tracciato di Joliet è entrato nel calendario della Chase nel 2011, chi ha vinto al Chicagoland Speedway ha sempre conquistato il campionato.

M. Kenseth – 2,063; Kyle Busch – 2,055; J. Johnson – 2,052; K. Harvick – 2,048; C. Edwards – 2,040; Kurt Busch – 2,040; J. Gordon – 2,039; R. Newman – 2,035; C. Bowyer – 2,035; K. Kahne – 2,032; G. Biffle – 2,032; J. Logano – 2,011; D. Earnhardt Jr. – 2010

La NASCAR Sprint Cup Series si sposta ora a Loudon per la seconda tappa della Chase, in programma per domenica alle

Stay Tuned!

[divider]
[space height=”20″]

NASCAR Sprint Cup Series Race – GEICO 400

Chicagoland Speedway
Joliet, Illinois
Sunday, September 15, 2013

1. (10) Matt Kenseth, Toyota, 267, $334891.
2. (12) Kyle Busch, Toyota, 267, $261048.
3. (17) Kevin Harvick, Chevrolet, 267, $221326.
4. (16) Kurt Busch, Chevrolet, 267, $169960.
5. (9) Jimmie Johnson, Chevrolet, 267, $176926.
6. (6) Jeff Gordon, Chevrolet, 267, $161976.
7. (2) Brad Keselowski, Ford, 267, $164431.
8. (5) Ricky Stenhouse Jr. #, Ford, 267, $158976.
9. (24) Clint Bowyer, Toyota, 267, $148273.
10. (20) Ryan Newman, Chevrolet, 267, $143123.
11. (8) Carl Edwards, Ford, 267, $142180.
12. (4) Kasey Kahne, Chevrolet, 267, $119355.
13. (15) Aric Almirola, Ford, 267, $140891.
14. (21) Jeff Burton, Chevrolet, 267, $111180.
15. (26) Marcos Ambrose, Ford, 267, $130994.
16. (7) Greg Biffle, Ford, 267, $116030.
17. (29) Mark Martin, Chevrolet, 267, $143905.
18. (14) Martin Truex Jr., Toyota, 267, $132555.
19. (27) Jamie McMurray, Chevrolet, 267, $126025.
20. (23) Danica Patrick #, Chevrolet, 267, $100180.
21. (13) AJ Allmendinger, Toyota, 267, $124438.
22. (11) Paul Menard, Chevrolet, 267, $127571.
23. (41) Dave Blaney, Chevrolet, 267, $113013.
24. (37) Travis Kvapil, Toyota, 266, $118313.
25. (30) JJ Yeley, Chevrolet, 266, $96005.
26. (19) David Ragan, Ford, 266, $114388.
27. (36) Justin Allgaier(i), Chevrolet, 266, $111577.
28. (35) David Gilliland, Ford, 266, $93430.
29. (32) Landon Cassill(i), Chevrolet, 266, $90230.
30. (31) Casey Mears, Ford, 266, $101980.
31. (42) Joe Nemechek(i), Toyota, 266, $89780.
32. (3) Juan Pablo Montoya, Chevrolet, 261, $116794.
33. (22) Denny Hamlin, Toyota, Engine, 247, $109180.
34. (39) Timmy Hill #, Ford, Engine, 225, $89180.
35. (18) Dale Earnhardt Jr., Chevrolet, Engine, 224, $106945.
36. (33) David Reutimann, Toyota, Engine, 195, $88755.
37. (1) Joey Logano, Ford, Engine, 175, $122433.
38. (25) Brian Vickers(i), Toyota, Engine, 161, $90860.
39. (28) Cole Whitt(i), Toyota, Engine, 151, $78860.
40. (43) Tony Raines(i), Chevrolet, Vibration, 87, $74860.
41. (34) Josh Wise(i), Ford, Brakes, 84, $70860.
42. (40) Reed Sorenson(i), Ford, Vibration, 68, $66860.
43. (38) Michael McDowell, Ford, Brakes, 29, $63360.