Categorie
Monster Energy Cup Series

NASCAR Sprint Cup: Jimmie Johnson si impone in volata e agguanta la seconda vittoria consecutiva

Il cinque volte campione della Sprint Cup ha prima dominato gran parte della AAA Texas 500 e poi ha regolato in volata, in regime di Gree-White-Checkered, il suo principale rivale nella corsa al titolo, Brad Keselowski, con un sorpasso in restart che gli vale un vantaggio di sette punti in classifica.

Johnson ha prevalso in uno splendido duello ruota a ruota anche grazie alle gomme più fresche ed è andato a cogliere il quinto successo stagionale, il secondo consecutivo dopo quello ottenuto a Martinsville, sempre partendo dalla pole, la 60esima in carriera, la 22esima(!) nella Chase e la 700esima nella storia del marchio Chevrolet.

La  gara

Prima del via, la AAA Texas 500 ha vissuto un momento comico per tutti, tranne forse per Kevin Harvick: uno dei paracadutisti che si sono esibiti nel pre-gara è atterrato nei pressi della Chevy #29, facendo sì che uno dei pesi che tenevano distesa la bandiera del Texas andasse a impattare contro la vettura, danneggiandone la carrozzeria. Il pilota di Bakersfield ha potuto comunque prendere il via dopo le dovute riparazioni, ma si è trattato comunque dell’ennesimo episodio di una stagione in cui le cose sono andate più storte che dritte per lui.

Jimmie Johnson è scattato per la seconda settimana consecutiva dalla pole position e per i primi 190 giri di gara, percorsi prevalentemente in regime di verde, con la pista che andava progressivamente raffreddandosi in curva 1 e 2 a causa dell’ombra delle tribune, è stato letteralmente senza rivali.

Nelle prime fasi della AAA Texas 500 si sono messi in evidenza anche Kyle Busch, dapprima secondo e poi autore di una bella rimonta quando ha perso terreno ai box nel corso della prima sosta in verde, Brad Keselowski, risalito dall’ottava posizione fino alla top-5, e Jeff Gordon, che era scattato dalla 16esima piazza e ha fatto il suo ingresso nella top-10 dopo nemmeno un quinto di corsa.

Le prime gialle sono arrivate intorno al centesimo giro e hanno consentito ai team di lavorare sull’assetto delle vetture: prima dei detriti in pista, poi un testacoda di AJ Allmendinger e infine un tamponata di Bobby Labonte ai danni di Trevor Bayne in cui è rimasto coinvolto anche Juan Pablo Montoya, hanno frammentato la corsa per una trentina di tornate.

Ad approfittarne è stato Keselowski, che ha sostituito due gomme e si è portato al comando per una decina di giri prima di essere nuovamente scavalcato da Johnson.

Altre due gialle per detriti hanno caratterizzato le fasi centrali della AAA Texas 500 e l’equilibrio in pista è cambiato. Johnson ha in parte perso il filo delle modifiche al setup e si è ritrovato staccato in terza posizione, alle spalle della coppia Keselowski/Busch, ma i suoi meccanici sono stati abili a sfruttare tutte le soste ai box e la prima piazzola per fargli recuperare posizioni. Anche Gordon e Bowyer, insieme a Martin Truex Jr. e Mark Martin, si sono messi in evidenza, viaggiando stabilmente ai margini della top-5.

Keselowski e Busch si sono contesi la prima posizione con un intenso duello fino al giro 276, quando una gialla per detriti ha consentito a tutti di rifornire proprio al limite per effettuare il resto dei giri previsti senza più rifornire. In questa occasione, Keselowski ha avuto problemi ad uscire dalla sua piazzola per la presenza della vettura di Danica Patrick e si è ritrovato in ottava posizione. Mentre davanti Busch ha allungato immediatamente, il pilota della Dodge Charger #2 ha dovuto recuperare posizioni una ad una, fino a trovarsi in terza piazza quando un incidente di Marcos Ambrose, avvenuto a 25 giri dal termine, ha neutralizzato di nuovo la AAA Teas 500 e risolto i problemi di carburante di molti concorrenti.

Keselowski ha approfittato della gialla per cambiare solo le gomme di destra e riportarsi al comando, davanti a Busch e Johnson, entrambi con quattro gomme fresche, in restart. Giusto il tempo per Johnson di scavalcare Busch ed è arrivata una nuova neutralizzazione, questa volta per l’incidente di Kasey Kahne, che ha detto definitivamente addio alle remote speranze di titolo che conservava.

Il successivo restart, ha visto Johnson e Keselowski dare spettacolo nel contendersi la prima posizione, percorrendo affiancati più di un giro e giungendo al contatto rettilineo principale. Il duello che è stato però interrotto da un altro incidente, questa volta capitato a Mark Martin, che mandato la gara ai supplementari.

In ripartenza, in regime di Green-White-Checkered, Johnson è riuscito finalmente a sfruttare le gomme più fresche, non senza una corretta difesa da parte dell’avversario, per avere ragione di Keselowski e andare a tagliare il traguardo con otto decimi di vantaggio. Al terzo posto si è classificato Kyle Busch, seguito da Matt Kenseth, Tony Stewart, Clint Bowyer, Dale Earnhardt Jr., un ottimo Kurt Busch, Kevin Harvick e Greg Biffle.

La classifica

La vittoria e il punto bonus per aver percorso il maggior numero di giri in testa aumentano il vantaggio di Johnson a 7 lunghezze su Keselowski quando mancano due gare, Phoenix e Homestead, alla fine della stagione. Nonostante la buona prestazione di Fort Worth, Clint Bowyer vede il suo ritardo dalla vetta salire a 36 punti, mentre Kahne è ormai a 58 lunghezze in quarta posizione.

Stay Tuned!

[button color=”green” size=”medium” link=”http://motorsportrants.com/nascar/sprint-cup-series-nascar/nascar-sprint-cup-series-video-completo-della-aaa-texas-500/” target=”blank” ]Vedi il video completo della gara[/button]

Ordine d’arrivo della AAA Texas 500

1 1 48 Jimmie Johnson Lowe’s Chevrolet 335 48 5 146.8 $492,086 Running 7 168
2 8 2 Brad Keselowski Miller Lite Dodge 335 43 1 125.2 $353,830 Running 5 75
3 3 18 Kyle Busch Snickers Toyota 335 42 1 125.2 $268,143 Running 4 80
4 10 17 Matt Kenseth Ford EcoBoost Ford 335 41 1 96.8 $241,021 Running 1 1
5 21 14 Tony Stewart Office Depot/Mobil 1 Chevrolet 335 39 84.5 $212,935 Running
6 4 15 Clint Bowyer 5-hour Energy Toyota 335 38 113.3 $180,149 Running
7 19 88 Dale Earnhardt Jr. National Guard/Diet Mountain Dew Chevrolet 335 37 90.7 $148,085 Running
8 18 78 Kurt Busch Furniture Row Chevrolet 335 36 89.6 $155,493 Running
9 23 29 Kevin Harvick Rheem/Budweiser Chevrolet 335 35 83.5 $168,971 Running
10 2 16 Greg Biffle 3M Ford 335 34 105.7 $128,560 Running
11 6 20 Joey Logano Home Depot/redbeacon.com Toyota 335 33 95.6 $121,585 Running
12 36 39 Ryan Newman Quicken Loans Chevrolet 335 33 1 79.8 $155,443 Running 2 6
13 5 56 Martin Truex Jr. Carlyle Tools by NAPA Toyota 335 31 101.3 $134,249 Running
14 16 24 Jeff Gordon Drive to End Hunger Chevrolet 335 30 100.8 $148,021 Running
15 14 43 Aric Alrmirola Farmland Ford 335 29 82.2 $141,221 Running
16 9 99 Carl Edwards Aflac Ford 335 28 83.7 $145,051 Running
17 17 22 Sam Hornish Jr.(i) Shell Pennzoil Dodge 335 0 72.5 $142,785 Running
18 24 1 Jamie McMurray McDonald’s Chevrolet 335 26 67.0 $132,543 Running
19 22 31 Jeff Burton Caterpillar Chevrolet 335 25 68.4 $139,210 Running
20 12 11 Denny Hamlin FedEx Office Toyota 335 24 75.1 $143,051 Running
21 20 13 Casey Mears GEICO Ford 335 23 57.4 $116,343 Running
22 7 21 Trevor Bayne(i) Motorcraft/Quick Lane Tire & Auto Center Ford 335 0 64.0 $99,810 Running 1 4
23 38 93 Travis Kvapil Dr.Pepper Toyota 335 22 1 58.3 $121,943 Running 1 1
24 32 10 Danica Patrick(i) GoDaddy.com Chevrolet 335 0 61.4 $99,210 Running
25 13 5 Kasey Kahne Hendrickcars.com/Great Clips Chevrolet 334 19 90.6 $107,185 Running
26 41 83 Landon Cassill Burger King Toyota 333 18 46.4 $125,755 Running
27 27 27 Paul Menard Quaker State/Menards Chevrolet 332 17 49.8 $106,585 Running
28 33 34 David Ragan CertainTeed/31-W Ford 331 16 41.2 $109,668 Running
29 11 55 Mark Martin Aaron’s Dream Machine Toyota 329 15 82.0 $97,710 Accident
30 31 95 Scott Speed B&D Electrical/TWD Ford 328 14 44.7 $96,000 Running
31 42 32 Ken Schrader Federated Auto Parts Ford 328 13 37.8 $105,560 Running
32 15 9 Marcos Ambrose Mac Tools Ford 310 12 70.5 $124,743 Accident
33 29 47 Bobby Labonte Wounded Warrior Project Toyota 284 11 49.4 $111,682 Running
34 25 42 Juan Pablo Montoya Huggies Chevrolet 279 10 48.4 $123,926 Running
35 30 38 David Gilliland Long John Silver’s Ford 225 9 46.0 $93,460 Engine
36 26 51 AJ Allmendinger Phoenix Construction Chevrolet 107 8 54.6 $101,510 Accident
37 35 26 Josh Wise # MDS Transport Ford 41 7 33.5 $93,030 Vibration
38 37 98 Michael McDowell Phil Parson Racing Ford 37 6 34.5 $92,803 Overheating
39 40 36 Dave Blaney Tommy Baldwin Racing Chevrolet 37 5 31.9 $89,900 Brakes
40 43 87 Joe Nemechek(i) AM/FM Energy Wood & Pellet Stoves Toyota 33 0 28.8 $89,700 Vibration
41 34 19 Mike Bliss(i) Plinker Tactical/MCM Elegante Toyota 32 0 28.6 $89,475 Brakes
42 28 37 JJ Yeley MaxQWorkForce.com Chevrolet 10 2 29.6 $89,275 Overheating
43 39 91 Reed Sorenson(i) Plinker Tactical/MCM Elegante Toyota 6 0 27.4 $89,561 Electrical

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.