Report: Joe Gibbs Racing in grande spolvero nei Budweiser Duels

Budweiser Duel 1

Serata movimentata al Daytona International Speedway! Dopo le qualifiche dominate dai motorizzati Earnhardt-Childress Racing, il Joe Gibbs Racing ha ritrovato lo smalto dello scorso anno e vinto le due gare di qualificazione grazie a Matt Kenseth e Denny Hamlin. Se la prima si è conclusa con una volata a tre e ha riservato qualche sorpresa nel dopo-gara, la seconda è stata interrotta all’ultimo giro da un big-one, iniziato dal secondo testacoda in due gare di Jimmie Johnson.

Duel 1: Kenseth in volata, Harvick retrocesso per un’irregolarità

60 giri senza gialle hanno caratterizzato la prima gara di qualificazione per la Daytona 500. Matt Kenseth ha preso il comando dopo le soste ai box e ha poi tirato dritto fino alla bandiera a scacchi, nonostante l’attacco all’ultimo giro da parte di Kevin Harvick, che lo ha affiancato all’interno e sembrava sul punto di sopravanzarlo. Kenseth si è però avvicinato al lato destro della Chevy #4 dello Stewart-Haas Racing e, sfruttando il side-drafting, ha letteralmente “frenato” il rivale e si è riportato in testa, mentre ancora più all’interno si affacciava in three wide Kasey Kahne.

Kenseth è piombato sul traguardo con qualche centesimo di secondo di vantaggio e ha conquistato il suo secondo Duel in carriera, dopo quello del 2012 al volante della Ford Fusion #17 del Roush Fenway Racing.

“La gara è andata alla grande per noi,” ha detto. “Abbiamo imparato molto in gara. Mi sono ritrovato in situazioni che vorrei evitare se si dovessero ripresentare. Sono stato in grado sorpassare e di portarmi in seconda posizione dietro a Junior per un bel pezzo e poi prendere il comando. Alla fine ho visto Kevin fare la sua mossa. Non avrei potuto bloccarlo senza creare un incidente, così ho solo cercato di rifarmi sotto, e per fortuna ho avuto abbastanza tempo per farlo.”

Nel dopo-gara sulla vettura di Kevin Harvick è stato trovata una differenza tra le altezze sinistra e destra della track-bar oltre i valori consentiti dal regolamento. Si trattava di un valore ridotto, frutto di un aggiustamento esagerato in gara, per cui Harvick è stato classificato all’ultimo posto del Duel e partirà quindi dal 38esimo posto in griglia per la Daytona 500.

Onde evitare di dover ricorrere alla vettura di riserva, con conseguente retrocessione automatica, Austin Dillon, il poleman della Great America Race, ha badato più che altro a portare a casa intera la macchina e ha tagliato il traguardo in 18esima posizione.

Prova interessante per Alex Bowman e Cole Whitt, due rookie che si sono guadagnati sul campo il biglietto per la gara di domenica.

1 9 20 Matt Kenseth Dollar General Toyota 60 120.7 $56,726 Running 2 31
2 10 5 Kasey Kahne Farmers Insurance Chevrolet 60 103.1 $41,713 Running 1 1
3 6 9 Marcos Ambrose Stanley Ford 60 95.2 $36,713 Running
4 4 88 Dale Earnhardt. Jr. National Guard Chevrolet 60 118.9 $31,713 Running 2 14
5 22 98 Josh Wise Curb Records Ford 60 68.8 $29,713 Running
6 7 43 Aric Almirola Smithfield Ford 60 93.9 $27,313 Running
7 14 47 AJ Allmendinger Kroger/USO Chevrolet 60 90.7 $26,213 Running
8 16 38 David Gilliland Love’s Travel Stops Ford 60 88.6 $25,213 Running
9 3 31 Ryan Newman Caterpillar Chevrolet 60 75.0 $25,188 Running
10 18 14 Tony Stewart Bass Pro Shops/Mobil 1 Chevrolet 60 63.6 $25,163 Running
11 20 26 Cole Whitt # Speed Stick Gear Toyota 60 77.4 $25,138 Running
12 2 16 Greg Biffle 3M Ford 60 81.3 $25,113 Running
13 13 10 Danica Patrick GoDaddy Chevrolet 60 59.3 $25,088 Running
14 24 23 Alex Bowman # Dr.Pepper Toyota 60 45.6 $25,063 Running
15 19 55 Brian Vickers Aaron’s Dream Machine Toyota 60 49.7 $25,038 Running
16 8 22 Joey Logano Shell Pennzoil Ford 60 62.4 $25,013 Running
17 17 30 Parker Kligerman # Swan Energy Toyota 60 54.1 $24,988 Running
18 1 3 Austin Dillon # DOW Chevrolet 60 67.2 $24,938 Running 1 14
19 5 17 Ricky Stenhouse. Jr. Nationwide Insurance Ford 60 47.8 $24,913 Running
20 11 18 Kyle Busch M&M’s Toyota 60 36.3 $24,888 Running
21 21 95 Michael McDowell K-Love Ford 59 27.8 $24,838 Running
22 23 87 Joe Nemechek(i) 300 Rise of an Empire Toyota 59 29.8 $24,813 Running
23 15 36 Reed Sorenson Golden Corral Chevrolet 20 26.6 $24,763 Wheel Bearing
24 12 4 Kevin Harvick Budweiser Chevrolet 60 87.0 $24,738 Penalty

Duel 2: Hamlin si impone, big one all’ultimo giro

Altro giro, altra vettura del Joe Gibbs Racing davanti a tutti. Questa volta però si tratta di quella di Denny Hamlin, che si è aggiudicato il secondo Duel in un finale neutralizzato da una bandiera gialla, scattata in seguito al big one dell’ultimo giro. A condurre le danze nella prima parte di gara era stato soprattutto Brad Keselowski, ma il campione 2012 della Sprint Cup Series è stato beffato da una penalità in pit road durante la sua sosta, che lo ha relegato in ultima posizione. Hamlin, anche lui al secondo successo in un Duel dopo quello del 2008, è passato in testa al 38esimo giro dei 60 in programma e ha guidato una lunga fila indiana, frutto soprattutto di tattiche attendiste, fino alle ultimissime tornate.

In vista del traguardo il gruppo si è scatenato, ma prima del traguardo Jimmie Johnsonè rimasto senza benzina ed è stato aiutato da un incolpevole McMurray a dare il a un big one in cui sono rimaste coinvolte nove vetture. Macchina in fiamme per Johnson, che dovrà ricorrere al muletto e quindi partirà dal fondo della griglia nella Daytona 500, così come lo stesso McMurray, Clint Bowyer – il quale ha compiuto un tonneau perfetto ed è atterrato sulle quattro ruote – Michael Waltrip e soprattutto Martin Truex Jr., che finisce col dire addio, almeno nei fatti, alla prima fila.

“Mi dispiace tantissimo di aver distrutto così tante macchine,” ha detto Johnson. “Di sicuro voglio chiedere scusa a tutti. Ho provato a farmi da parte. Avevo la mano fuori per segnalare, ma all’ultimo giro c’è molta azine. Sapevo che mi sarebbero passati sopra se fossi rimasto a secco ed è successo. Per fortuna tutti stanno bene.”

Decisamente più contento Denny Hamlin, che partirà quarto nella Great American Race dopo aver vinto la Sprint Unlimited.

“Una volta che la palla di neve comincia a rotolare, è difficile fermarla,” ha detto. “E in questo momento sia in gran forma.”

Rimasto coinvolto nell’incidente all’ultimo giro, Ryan Truex è l’unico rookie che non potrà prendere il via della Daytona 500 al volante della Toyota #83 del BK Racing. Sia Terry che Bobby Labonte, entrambi staccati al momento dell’incidente e quindi passati indenni, prenderanno parte alla gara. Il 57enne Terry, due volte campione della categoria, ha annunciato che sarà la sua ultima apparizione nella Great American Race.

1 11 11 Denny Hamlin FedEx Express Toyota 60 107.9 $56,726 Running 1 23
2 4 24 Jeff Gordon Drive to End Hunger Chevrolet 60 107.7 $41,713 Running
3 14 41 Kurt Busch Haas Automation Chevrolet 60 102.9 $36,713 Running
4 5 27 Paul Menard Peak/Menards Chevrolet 60 79.4 $31,713 Running
5 6 33 Brian Scott(i) Whitetail Chevrolet 60 98.0 $29,713 Running
6 13 21 Trevor Bayne(i) Motorcraft/Quick Lane Tire & Auto Center Ford 60 81.2 $27,313 Running
7 12 42 Kyle Larson # Target Chevrolet 60 80.2 $26,213 Running
8 1 78 Martin Truex. Jr. Furniture Row Chevrolet 60 70.4 $25,213 Running 1 1
9 16 40 Landon Cassill Hillman Racing Chevrolet 60 72.2 $25,188 Running
10 10 15 Clint Bowyer 5-hour Energy Toyota 60 73.8 $25,163 Running
11 19 1 Jamie McMurray McDonald’s Chevrolet 60 77.2 $25,138 Running
12 21 32 Terry Labonte C&J Energy Services Ford 60 50.7 $25,113 Running
13 22 52 Bobby Labonte Phoenix Construction Chevrolet 60 50.9 $25,088 Running
14 8 13 Casey Mears GEICO Chevrolet 60 71.1 $25,063 Running 1 2
15 2 99 Carl Edwards Fastenal Ford 60 85.0 $25,038 Running
16 7 48 Jimmie Johnson Lowe’s Chevrolet 59 67.7 $25,013 Accident
17 20 34 David Ragan CSX – Play It Safe Ford 59 69.5 $24,988 Accident
18 17 66 Michael Waltrip BlueDEF/AAA Toyota 59 67.8 $24,938 Accident
19 23 83 Ryan Truex Borla Exhaust Toyota 59 30.6 $24,913 Running
20 15 51 Justin Allgaier Brandt Professional Agriculture Chevrolet 59 33.0 $24,888 Running
21 9 7 Michael Annett # Pilot/Flying J Travel Centers Chevrolet 59 34.6 $24,838 Running
22 24 93 Morgan Shepherd(i) SupportMilitary.org Toyota 59 26.6 $24,813 Running
23 18 35 Eric McClure(i) Hefty Ultimate/Reynolds Wrap Ford 57 34.6 $24,763 Running
24 3 2 Brad Keselowski Miller Lite Ford 57 92.5 $24,738 Running 1 34

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia