Roush Yates Engines fornirà i motori Ford a Penske, che non produrrà i propulsori Dodge

Roush Yates Engines, la divisione motori del Roush Fenway Racing, fornirà nel 2013 i propulsori Ford al Penske Racing, che a sua volta ha visto sfumare la possibilità di continuare a costruire i motori Dodge a causa un cambio di rotta della casa del gruppo Fiat.

L’azienda che sviluppa i motori Ford per la Sprint Cup ha rilasciato un comunicato stampa nella serata di lunedì per annunciare l’accordo con il team del “Capitano”.

“E’ un vero onore fornire al Penske Racing i motori Ford FR9 di Roush Yates Engines” ha dichiarato Doug Yates, CEO di Roush Yates Engines. “Ho sempre ammirato Roger Penske come team owner e come uomo d’affari rispettato nel nostro sport e non solo. Conto che vinceremo molte corse e molti campionati supportando il team Penkse.”

“Ford è stata chiara nel suo convincimento che saremmo stati più competitivi con un solo tipo di motore piuttosto che continuando con un approccio indipendente” ha detto Tim Cindric, presidente del Penske Racing. “Roush Yates ha una storia di tutto rispetto e pensiamo di poter vincere molto insieme.”

“Ford has been consistent in its belief that we will be stronger with one engine specification rather than continuing with an independent approach,” said Tim Cindric, President of Penske Racing. “Roush Yates has a proven record and we are looking forward to many successes together.”

Anche Ford Racing ha espresso la sua soddisfazione per l’accordo raggiunto tra le parti, per bocca del suo direttore, James Allison:

“Siamo molto soddisfatti che Penske Racing abbia deciso di utilizzare motori FR9 Roush Yates nel loro ritorno con Ford. Questo si inserisce perfettamente nella filosofia ‘One Ford’; avere un solo programma motori in NASCAR ci permette di dedicare tutte le nostre risorse tecniche ad una sola linea di sviluppo che porti vantaggi a tutti i team Ford. Crediamo che l’FR9 abbia dato prova di essere un motore potente e che, raccogliendo gli input che ci arriveranno da piloti e team diversi come Roush Fenway, Penske Racing, Richard Petty Motorsports e the Wood Brothers, e aggiungendovi le abilità tecniche di Ford e Roush Yates potremo rendere il nostro programma motori ancor più competitivo in futuro.”

A questo accordo, che chiude definitivamente ogni porta per quanto riguarda lo sviluppo interno dei motori in casa Penske, va ad aggiungersi quanto dichiarato in esclusiva a Speed.com dal presidente del team, Tim Cindric, che in un’intervista ha parlato di un improvviso dietro-front di Dodge, avvenuto in settimana, sul progetto che avrebbe visto Penske continuare a costruire i motori Dodge per fornirli ad altri team, salvando capra e cavoli per la casa del gruppo Chrysler-Fiat.

Cindric ha parlato di un’inversione di rotta a trattative avanzate da parte del marchio di Auburn Hills:

“Pensavamo che sarebbe stata una buona opportunità per noi continuare a sfruttare il reparto motori lavorando con Dodge o con una terza parte legata in qualche modo a Dodge, sia vendendo il reparto che trovando il modo di farlo utilizzare ad altri. Pensavamo di essere molto vicini ad un accordo fino a una settimana fa circa. Ritenevamo che ci potesse essere una conclusione positiva per entrambe le parti, ma circa una settimana fa, le cose sono cambiate: è diventato chiaro che Dodge si sta muovendo in un altra direzione e abbiamo deciso di annunciare ufficialmente il nostro impegno con Roush Yates”

Quale sia la direzione presa da Dodge è ancora da capire. La casa potrebbe affidarsi ad un altro team, ma i tempi per mettere in piedi un programma competitivo si fanno strettissimi, se non impossibili da rispettare e il timore è quello che, dopo aver portato avanti lo sviluppo della Charger per la Sprint Cup 2013, Dodge possa chiudere il programma NASCAR.

Stay Tuned!