Sprint Cup – Kevin Harvick batte al fotofinish Carl Edwards

1780137_931713103608805_8435876893327081446_o

Kevin Harvick ha dovuto sudare le cosiddette sette camicie per vincere per l’ottava volta in carriera al Phoenix Raceway. Il pilota dello SHR ha dovuto combattere, nel vero senso della parola, fino all’ultimo millimetro contro un più che determinato Carl Edwards battuto al traguardo per solo 0,010 millesimi di secondo, il margine di vittoria più ristretto della storia dell’ovale da un miglio dell’Arizona.

Kevin Harvick, campione 2014 della Sprint Series, ha condotto in testa il maggior numero di giri ma un green-white-checkered, provocato dalla foratura di Kasey Kahne, una delle tante di giornata, ha rimesso tutto in gioco dando la possibilità a numerosi piloti di combattere per la vittoria dando filo da torcere a Kevin Harvick, maestro al Phoenix Raceway, fino alle ultimissime battute della corsa.

Si tratta del settimo margine di vittoria più ristretto della storia della Sprint Cup Series alla pari con quello avvenuto solo tre settimana al Daytona International Speedway in occasione della Daytona 500 vinta da Denny Hamlin su Martin Truex Jr.

Alle spalle del duo Harvick, Edwards, Denny Hamlin è giunto in terza posizione, rimontando alla grande dopo una penalità nelle prime fasi della corsa. Quarto e forse deluso di giornata, Kyle Busch, autore di ben 74 tornate in testa su 312 ma un errore in uno dei pit stop lo ha costretto a rimontare nelle fasi centrali della gara e a perdere il treno dei migliori. Quinto Dale Earnhardt Jr., protagonista di una strepitosa rimonta nelle prime fasi della gara fino a ritrovarsi primo e a condurre la corsa per 34 giri.  Completano la top-10, Kurt Busch, Matt Kenseth, Chase Elliott, Austin Dillon e un ottimo Ryan Blaney.

La gara è stata principalmente caratterizzata dalle numerose forature occorse a diversi piloti, tra cui i due piloti del Richard Childress Racing, Ryan Newman e Paul Menard, entrambi out nella prima metà di gara. Anche Stenhouse Jr. ha dovuto fare i conti con una foratura all’anteriore destra che lo ha messo fuori gioco subito dopo la metà gara.

La NASCAR Sprint Cup Series torna in pista questo weekend all’Auto Club Speedway di Fontana, California, per la Auto Club 400. Sarà molto importante osservare come il nuovo pacchetto a basso carico aerodinamico si comporterà sul superspeedway californiano, teatro negli ultimi anni di gare molto vivaci che ci hanno tenuto col fiato sospeso fino alla bandiera a scacchi.

Chase Watch

Jimmie Johnson 1 (Atlanta)
Denny Hamlin 1 (Daytona 1)
Brad Keselowski 1 (Las Vegas)
Kevin Harvick 1 (Phoenix 1)

Federico Floccari

Classifica generale dopo Phoenix (4/36)

1) #4-Harvick [1 win], 154
2) #18-Busch, 154
3) #48-Johnson [1 win], 140, -14
4) #41-Kurt Busch, 137, -17
5) #19-Edwards, 136, -18
6) #11-Hamlin [1 win], 131, -23
7) #22-Logano, 127, -27
8) #3-Dillon, 122, -32
9) #78-Truex, Jr., 117, -37
10) #88-Earnhrdt, Jr., 115, -39
11) #2-Keselowski [1 win], 110, -44
12) #21-Blaney, 104, -50
13) #43-Almirola, 100, -54
14) #5-Kahne, 96, -58
15) #1-McMurray, 94, -60
16) #20-Kenseth, 90, -64

  • In grassetto i piloti con almeno una vittoria e già qualificati per la Chase for the Cup.