Sprint Cup 2013 preview – Il Michael Waltrip Racing vuole fare l’ultimo balzo verso la vetta

La nostra carrellata sui principali team impegnati nella Sprint Cup 2013 prosegue con il Michael Waltrip Racing , che ha debuttato nella NASCAR nell’ormai lontano 1994. Il team è di proprietà del vincitore della Daytona 500 del 2001, Michael Waltrip, e di Robert Kauffman. Il MWR schiererà  tre Toyota Camry nel 2013, rispettivamente guidate da Clint Bowyer, Martin Truex Jr. e dall’instancabile Mark Martin in collaborazione con Brian Vickers.

[divider]

Team

Considerando le risorse del team, il 2012 è stato un’anno veramente eccezionale per il MWR, che è riuscito ad ottenere 3 vittorie, tutte arrivate per merito di Clint Bowyer. Allo stesso tempo, gli altri non sono stati da meno: Truex Jr. è riuscito ad arrivare nella Chase pur non vincendo nessuna gara e Mark Martin, ultra 50enne, dividendo la #55 con Brian Vickers,  è riuscito ad ottenere ottimi piazzamenti durante le 25 gare a cui ha partecipato. Nel 2013, ci si aspetta un ulteriore balzo in avanti del MWR che dovrebbe essere un pretendente serio al titolo finale della Sprint Cup. Conoscendo il carattere di Michael Waltrip, farà di tutto per tornare ad essere vincente.

[divider]

Piloti

[one_third]
[lightbox full=”http://motorsportrants.com/wp-content/uploads/2013/02/15fivehourenergy-diecast.jpg”]15fivehourenergy-diecast[/lightbox]

[/one_third]
[two_third_last]
Cint Bowyer #15
La stagione 2012 del pilota di Emporia, Kansas, verrà principalmente ricordata per la mega rissa con Jeff Gordon al Phoenix Int’l Raceway, in seguito ad un incidente nelle battute finali della gara. Bowyer si è lamentato molto del comportamento di Gordon che, secondo il pilota della Toyota #15, gli ha tolto ogni chance di competere per il titolo nell’ultima gara a Miami, dove, per ironia della sorte, Bowyer si è piazzato secondo proprio dietro alla Chevy #24.  Al di là di questo “incidente di percorso”, la stagione 2012 di Clint è stata una stagione solida, conclusasi col secondo posto della generale e impreziosita da tre vittorie a Sonoma, Richmond e nella gara autunnale di Charlotte. Nel 2013, Bowyer tenterà sicuramente di vincere il titolo e di rifarsi dall’anno passato.
[/two_third_last]

[divider]

[one_third]
[lightbox full=”http://motorsportrants.com/wp-content/uploads/2013/02/56napa-diecast.jpg” rel=”lightbox”]56napa-diecast[/lightbox]
[/one_third]
[two_third_last]
Martin Truex Jr. #56
Truex Jr., nel 2012, ha avuto senza dubbio la stagione migliore della sua carriera nella NASCAR. Per la prima volta è riuscito ad entrare nella Chase for the Cup dove, però, non è riuscito a ripetere le solide performance delle prime 26 gare. Il pilota di Mayetta, New Jersey, non ha vinto nessuna gara, ma ci è andato vicinissimo più di un paio di volte: tutti ricorderete la gara di Atlanta dello scorso settembre. E’ la seconda guida del MWR, ma ciò nulla toglie al suo enorme potenziale. Se Truex riuscirà a ripetere la performance dell’anno scorso e ad essere più incisivo nella Chase, allora potrà essere un serio contendente al titolo finale. Personalmente, non mi dispiacerebbe.
[/two_third_last]

[divider]

[one_third]
[lightbox full=”http://motorsportrants.com/wp-content/uploads/2013/02/55aarons-waltrip-diecast.jpg” rel=”lightbox”]55aarons-waltrip-diecast[/lightbox]
[/one_third]
[two_third_last]
Mark Martin, Brian Vickers e Michael Waltrip #55
Sranno in tre a guidare la Toyota Camry #55: Mark Martin, Brian Vickers e Michael Waltrip. Da dove iniziare? Mark è un veterano delle stock car e, attualmente, forse, è il pilota più rispettato all’interno dei garage. A detta di tutti gli esponenti del team, ha dato un contributo fondamentale per far fare al Michael Waltrip Racing La sua età non deve mai trarre in inganno. La scorsa stagione, Mark ha dato spettacolo nelle 25 gare a cui ha preso parte. Il suo avg. finish è stato di 15.2, non male per un’ultra 50enne. Molti lo davano per ritirato già molti anni fa, ma lui è ancora lì, pronto a stupire di nuovo.  Per quanto riguarda Brian Vickers, anche lui non è stato da meno nel 2012. Il suo avg. finish è stato di 13.2, persino migliore di quello di Mark Martin. Il patron Waltrip continuerà invece a sedersi sulla vettura in tre gare su superspeedway: le due di Talladega e quella estiva di Daytona.
[/two_third_last]

[divider]

tutte le immagini dei modellini sono prese da Jayski.com e appartengono a Lionel Collectables

Federico Floccari

[follow id=”NascarFanNation” size=”large” count=”true” ]