Sprint Cup 2013 preview – L’ Earnhardt-Ganassi Racing vuole tornare ad essere competitivo aspettando Kyle Larson

Siamo arrivati all’ultima presentazione dei principali team impegnati nella Sprint Cup 2013. Oggi ci occupiamo del Earnhardt-Ganassi Racing, che ha debuttato nella NASCAR in occasione della Daytona 500 del 2009.  Il team è di proprietà di Chip Ganassi, Teresa Earnhardt e Felix Sabates. L’EGR è stato sempre un team vincente in IndyCar, ma deve ancora trovare una certa stabilità nel mondo delle stock-cars. Nel 2013, il team schiererà  due Chevrolet SS,  rispettivamente guidate da Jamie McMurray e Juan Pablo Montoya. Il team ha inoltre ingaggiato, a fini di sviluppo, uno dei giovani più promettenti del mondo delle stock-cars. Parliamo di Kyle Larson, 21 anni, che ha vinto il campionato regionale K&N East nella stagione passata. Nel 2013 correrà full-time in Nationwide con il Turner Scott Motorsports. L’EGR ha fatto senz’altro una buona mossa per il futuro!

[divider]

Team

Il 2012 è stato un’anno non propriamente eccezionale per l’EGR, visto che sia McMurray che Montoya hanno corso al di sotto delle aspettative, mancando la vittoria e conquistando di rado qualche top-10. Nel 2013 ci si aspetta certamente di meglio, soprattutto da Jamie McMurray, che dopo aver dimostrato il suo potenziale negli anni passati, ha completamente deluso nel 2012. Nelle stagioni passate, Chip Ganassi ha avuto difficoltà a trovare sponsor a causa dello scarso rendimento dei suoi piloti e quindi è stato costretto ad avviare una partnership con Teresa Earnhardt e Felix Sabates per “salvare” il team e farlo ancora correre in NASCAR ad un livello di competitività accettabile. Tutti, quindi, all’EGR si aspettano un rendimento simile a quello che il team ha nella IndyCar.

[divider]

Piloti

[one_third]
[lightbox full=”http://motorsportrants.com/wp-content/uploads/2013/02/1mcdonalds-teamchevy.jpg”]1mcdonalds-teamchevy[/lightbox]

[/one_third]
[two_third_last]
Jamie McMurray #1
Il 2012 non è stato uno degli anni migliori per Jamie McMurray. Ha cominciato la stagione con un crash a Daytona, ha ottenuto solamente due top-10 nel resto della stagione, a Las Vegas e Bristol, ed è andato solamente una volta vicino alla vittoria, in occasione della gara autunnale al Talladega Superspeedway, finita male perché lo ha visto coinvolto in un incidente nelle battute finali. McMurray ha concluso la stagione con solo due top-10, nessuna top-5 e nessuna vittoria. Si spera in un 2013 migliore.
[/two_third_last]

[divider]

[one_third]
[lightbox full=”http://motorsportrants.com/wp-content/uploads/2013/02/42target-diecast.jpg” rel=”lightbox”]42target-diecast[/lightbox]
[/one_third]
[two_third_last]
Juan Pablo Montoya #42
Il 2012 di Juan Pablo Montoya verrà ricordato da tutti come l’anno in cui ha quasi mandato all’altro mondo il pilota del jet-dryer da lui colpito al giro 160 della scorsa Daytona 500, provocando inoltre un incendio che ha fatto prendere fuoco persino all’asfalto. Risultato? Quasi 2 ore di bandiera rossa. Quella del 2012 è stata la seconda peggiore stagione da quando Montoya è nella NASCAR. Il pilota colombiano ha chiuso al 22esimo posto in classifica con ben 5 ritiri. Uniche note positive sono state le due pole che ha ottenuto a Pocono e Watkins Glen e le due top-10 arrivate a Bristol e a Michigan.  Spero vivamente, per i colombiani, in un 2013 di resurrezione.
[/two_third_last]

[divider]

tutte le immagini dei modellini sono prese da Jayski.com e appartengono a Lionel Collectables

Federico Floccari

[follow id=”NascarFanNation” size=”large” count=”true” ]