Categorie
Monster Energy Cup Series

Sprint Cup 2014 preview – Stewart-Haas Racing, invincibile armata o bomba a orologeria?

L’inizio ufficiale della stagione NASCAR si avvicina e la nostra preview della NASCAR Sprint Cup Series prosegue con il team Stewart-Haas Racing, una delle squadre che dovrà fronteggiare il maggior numero di novità. Privato dei servigi del boss Tony Stewart a causa di un infortunio, il team ha ora due nuovi piloti, che si vanno ad aggiungere a “Smoke” e Danica Patrick: Kevin Harvick e Kurt Busch. Il potenziale è altissimo, così come il rischio di trasformare la squadra in una polveriera pronta a esplodere, quindi occhi puntati sullo Stewart-Haas Racing e pronti al divertimento.

[divider]

[space height=”20″]

Team

Non c’è che dire, ci vuole coraggio e anche un po’ di follia a mettere insieme una squadra del genere, un gruppo che, soprattutto con il nuovo regolamento della Chase, potrebbe far saltare il banco. Kevin Harvick e Tony Stewart – anche se quest’ultimo rientra dopo un lungo periodo di stop e non sarà certamente al massimo almeno per qualche mese – garantiscono almeno una vittoria a testa nel corso della regular season. Kurt Busch è al ritorno in un team di alto livello, ma ha sfiorato la vittoria al volante della Chevy del Furniture Row Racing e centrarla con lo SHR non dovrebbe essere un problema. Con un pizzico di fortuna, infine, Danica Patrick potrebbe puntare al colpaccio in una delle tre gare sui Superspeedway che punteggiano la prima parte della stagione. Di contro, il rischio è quello che i caratteri forti del team finiscano con l’ostacolarsi a vicenda, più che altro fuori dalla vettura. Anche l’espansione da tre a quattro vetture, a cui Stewart era decisamente contrario, potrebbe causare non pochi problemi.

[divider]

[space height=”20″]

Piloti

[column col=”1/3″]

cx4482xbdkh_1

[/column]

[column col=”2/3″ last=”true”]

#4 Kevin Harvick: Chi si aspettava un Harvick sottotono nel suo ultimo anno al Richard Childress Racing è rismasto deluso. “Happy” ha fatto del 2013 una delle sue migliori annate, paragonabile a quella che l’ha condotto al terzo posto assoluto nel 2011. Nel replicare quel risultato, il pilota di Bakersfield ha vinto quattro volte (Richmond, Charlotte, Kansas, Phoenix) ed è stato battuto solo da Jimmie Johnson e Matt Kenseth, entrambi in forma eccezionale. Finalmente approda al team dell’amico Stewart e rappresenta una delle novità più attese del 2014.

[/column]

[column col=”1/3″]

c10482xgddp_1_1

[/column]

[column col=”2/3″ last=”true”]

#10 Danica Patrick: Posta di fronte a una curva di apprendimento che più ripida non si può, sorvolando sull’infinito dibattito riguardo ai motivi e alle opportunità legate a questa scelta, la pilota del Wisconsin ha abbassato la testa e lavorato, producendo nella scorsa stagione una pole position e una top-10 ,tutte nella Daytona 500. Da lì in poi sono arrivate le logiche sofferenze, fino al 27esimo posto nella generale, con una posizione media al traguardo di 26.1 e una posizione media in griglia di 30.1. Realisticamente c’è ancora molto da imparare e potrebbe ambire ad un posto nella Chase solo vincendo a Daytona o Talladega. Giudizio sospeso su tutto il resto, in attesa di vedere se Danica progredirà nel suo apprendistato.

[/column]

[column col=”1/3″]

C14382XMBTS_1

[/column]

[column col=”2/3″ last=”true”]

#14 Tony Stewart: #smokewillrise è stato uno degli hashtag più utilizzati dai fans della NASCAR nel corso dell’inverno. Messo KO da una doppia frattura scomposta a una gamba, rimediata nel corso di una gara in Sprint Car a Oskaloosa, Tony Stewart ha saltato la bellezza di 15 corse, ma ritornerà in pista fin dalla Sprint Unlimited. Smoke non sarà al 100% per un bel po’ e non sarà facile rivederlo davanti – su piste corte la gamba destra deve muoversi molto, mentre su quelle lunghe deve applicare una pressione costante, entrambe situazioni critiche per il pilota di Coumbus – ma ci si può aspettare comunque di tutto. Attenzione anche alla situazione interna del team, con il socio d’affari Gene Haas intenzionato a creare un team di Formula 1 e autore della mossa a sorpresa che ha portato Kurt Busch in seno allo Stewart-Haas Racing.

[/column]

[column col=”1/3″]

c41482xhsub_5

[/column]

[column col=”2/3″ last=”true”]

#41 Kurt Busch: La parabola della carriera di Kurt Busch torna a puntare verso l’alto. Dopo un’annata in cui ha fatto miracoli con la Chevy #78 del Furniture Row Racing – decimo in classifica con 11 top-5 e 16 top-10, è mancata solo la vittoria – il pilota di Las Vegas ha convinto Gene Haas a scommettere forte, fino a decidere senza il socio Tony Stewart, mettendo in pista una quarta vettura. Che il potenziale sia altissimo non si discute, ma Kurt dovrà dimostrare di saper reggere l’inevitabile pressione, anche mediatica, di un team di altissimo profilo e di saper cooperare con due caratterini altrettanto forti come Harvick e Stewart. Il ritorno in Victory Lane si avvicina?

[/column]

[message_box title=”Motorsport Rants NSCS Preview” color=”yellow”]

Hendrick Motorsport | Richard Childress Racing | Furniture Row Racing | Roush Fenway Racing  | Chip Ganassi Racing | Penske Racing | Joe Gibbs Racing

[/message_box]

Le immagini dei modellini sono di proprietà di Lionel Racing

Gian Luca Guiglia

[social type=”twitter” opacity=”dark”]http://twitter.com/gian_138[/social] [social type=”facebook” opacity=”dark”]https://www.facebook.com/gguiglia[/social]

Di Gian Luca Guiglia

Classe: 1979
Mito: Jim Clark
Pilota preferito: Juan Pablo Montoya
Piloti nel cuore da corsa: Tony Stewart, Jim Clarck, Stirling Moss,Max Papis, Alessandro Zanardi e mille altri…
Pilota donna preferita: Simona de Silvestro
Circuito Preferito: Nordschleife
Circuiti nel cuore da corsa: Le Mans, Rouen, la vecchia Monza, la vecchia Spa
Auto preferita: Ferrari P4
Auto nel cuore da corsa: Ford GT40, Lotus 79, Tyrrell P34, Lotus 49, Porsche 917
Gare dal vivo: Fia GT, Superstars, WTCC, F.Renault, LMES Monza, NASCAR Phoenix e Las Vegas 2011
Gare da vedere un giorno dal vivo: 24h Lemans, 500miglia Daytona
Livrea Casco Preferito: Alex Zanardi, Carl Fogarty
Livrea auto preferita: Ford gt40 Gulf, Lotus 49 Gold Leaf
Gara preferita: Troppe
Gara nel cuore da corsa: Daytona 500 2008, Darlington 2003, Lemans 67
Riviste preferite: Autosport, Motorsport magazine.