Categorie
Monster Energy Cup Series

Sprint Cup – Arriva il primo successo in carriera per Kyle Larson

14114891_1493345420691311_8748608175500139009_o

Finalmente è arrivata. Stiamo parlando della prima vittoria in Sprint Cup Series di Kyle Larson che, dopo 99 partecipazioni nella serie maggiore della NASCAR, ha conquistato la bandiera a scacchi tagliando per primo il traguardo della Pure Michigan 400 al Michigan International Speedway, 24esima prova del campionato.

Larson ha condotto la fase finale della corsa in maniera assolutamente magistrale, gestendo alla grande i pochi restart che ci sono stati e sfruttando al massimo la potenza della sua Chevy SS #42. E’ stato praticamente sempre in testa nell’ultimo quarto di gara, rimanendo al comando per 41 tornate su 200. Grazie a questa vittoria del pilota californiano, il Chip Ganassi Racing interrompe un digiuno durato proprio 99 gare che perdurava dalla vittoria di McMurray a Talladega nel 2013.

 

Larson è diventato anche il 19esimo pilota a vincere prima dei 25 anni di età e fa compagnia ora a gente del calibro di Richard Petty, Jeff Gordon, Kyle Busch e Junior Johnson, inoltre, è diventato il 27esimo pilota a vincere almeno una volta in tutte e tre le serie nazionali della NASCAR. Larson ha dedicato la sua vittoria a Bryan Clauson, scomparso recentemente in una gara sul dirt.

 

Alle spalle del giovane pilota di Elk Groove, è giunto uno straordinario Chase Elliott, a lungo in testa alla gara dando l’impressione a lungo di essere l’uomo da battere per vincere la gara. Terzo Brad Keselowski seguito da un ottimo Ryan Blaney che, però, a questo punto deve sperare solo in una vittoria per entrare nei playoff che cominceranno tra meno di un mese ormai. Completano la top-10, Harvick, Johnson, in testa a lungo nella prima parte di gara, seguito da Edwards, McMurray, Hamlin e il pole sitter Joey Logano subito scomparso dalle posizioni che contano fin dalle prime battute della 400 miglia.

Grazie alla 21esima piazza ottenuta in gara, Tony Stewart si è assicurato una posizione nella top-30 e perciò la sicurezza di partecipare alla Chase, mentre Chris Buescher, finito 35esimo per aver rotto un cilindro, mantiene ancora sette punti di vantaggio sul 31esimo in classifica a due gare dall’inizio della Chase.

Questo weekend è stato inoltre il primo ad aver sancito tre vincitori alla loro prima vittoria nelle tre serie nazionali NASCAR, stiamo parlando di Larson in Sprint Cup, McDowell in Xfinity e Moffitt in Camping World Truck Series.

La Pure Michigan 400 è stata anche l’ultimo banco di prova per il pacchetto super low downforce che la NASCAR ha voluto portare e testare. I risultati sono stati buoni e ci sono ottime possibilità che questo pacchetto venga introdotto a tempo pieno per la prossima stagione della serie regina dell’associazione di Daytona Beach.

La Sprint Cup Series tornerà in pista questo weekend al Darlington Raceway per un classico, la Southern 500 in stile throwback con le livree di tutti i piloti che ricorderanno un pilota o uno sponsor del passato. Da non perdere.

La Chase dopo Michigan (24/36)

Immagine

Federico Floccari

 

 

Di Federico Floccari

Dal mio nickname si possono capire già moltissime cose. Per me la NASCAR è uno stile di vita, non solo un semplice sport. Seguitemi su Twitter (@NASCARCountryUS) se volete veramente saperne di più sul mondo delle stock-cars americane e non solo. Qui, su Motorsportrants, scrivo solo ed esclusivamente sulla NASCAR e non me ne pento. Anzi.