Sprint Cup – Brian Scott lascerà a fine stagione

brian-scott-11-10_p3

Il Richard Petty Motorsports ha comunicato che Brian Scott, pilota della Fusion #44, si ritirerà dal mondo delle corse a fine stagione.

Il 28enne Scott è nel entrato nelle mondo delle serie NASCAR nel 2007, oggi è un candidato al Rookie of the Year, nel suo primo anno al volante della #44 del team di Richard Petty.

Nel comunicato viene specificato che l’unico motivo che ha spinto Scott a lasciare la NASCAR è puramente per motivi personali

“E’ stata una decisione molto difficile ma ho deciso di farlo per la mia famiglia, le corse e soprattutto la NASCAR sono e rimarranno sempre nel mio cuore, ma in questo momento voglio e devo passare più tempo con la mia famiglia. Le corse mi hanno dato enormi opportunità ed io sarò sempre enormemente grato a tutti coloro che mi hanno permesso di ottenere tutto ciò, ma ora per me è ora di voltare pagina” Ha detto Scott ne comunicato che continua: “Non posso fare altro che ringraziare chiunque mi ha aiutato nel corso della mia carriera, non sarei qui oggi senza il loro appoggio e la loro fiducia”

In un comunicato separato, sempre fornito dal team,  si comunica che Albetons Companies non sarà più lo sponsor della squadra. L’azienda di generi alimentari basata a Boise, Idaho, è stata sponsor principale della #44 per 34 gare e Scott nativo di Boise e il pronipote del fondatore di Albertons Companies.

In 51 partenze Scott ha ottenuto una pole position e una top-5, entrambi a Talladega; la stagione in corso è stata molto difficile da dove sono venuti fuori 5 ritiri che momentaneamente piazzano Scott 32° nella classifica generale; dopo il suo piazzamento migliore, il secondo posto alla Hellmann’s 500 a Talladega del mese scorso, Scott ha riconosciuto le grosse difficoltà incontrate nella sua prima stagione in Sprint Cup. In Truck Series ha ottenuto 2 vittorie: a Dover nel 2009 e a Phoenix nel 2012, inoltre ha gareggiato in sei stagione compete nella Xfinity Series, due anni per il Joe Gibbs Racing e tre per il Richard Childress Racing, mettendo a segno 20 top-5 e 5 pole position il 208 partenze.

Il team comunica che ci saranno ulteriori aggiornamenti riguardo al nome che ci sarà sulla #44 dal 2017.

Intanto Brian Moffitt, CEO del RPM, ringrazia e saluta il suo pilota: “Brian gareggia come pochi sanno fare in NASCAR,  anche se da noi da un solo anno è diventato parte della famiglia Petty e si impegna sempre a rendere la nostra organizzazione migliore. Ci sentiamo molto fortunati ad aver avuto la possibilità di conoscere  Brian e non possiamo fare altro che augurare il meglio a lui e alla sua famiglia”.

Marco Russo