Sprint Cup – cambia il formato della All-Star Race

040815-Nascar-Sprint-all-start-race-PI-SW.vadapt.955.high.0

L’edizione 2015 della Sprint All-Star Race avrà 20 giri in più rispetto all’edizione dello scorso anno e per la prima volta in assoluto verranno inclusi nei partecipanti alla gara tutti i precedenti vincitori dell’evento e i campioni passati della Sprint Cup che corrono ancora full time e non solo quelli degli ultimi 10 anni.

“Questi cambiamenti sono stati per assicurare ai nostri fan l’opportunità di vedere i migliori piloti in circolazione e di avere ancora più azione in pista, “ ha dichiarato Steve O’Donnell, NASCAR executive vice president and chief racing development officer. “Espandere il numero dei partecipanti e aggiungere più giri renderà ancora più interessante questo evento che è l’appuntamento “All-Star” più atteso dell’anno fra tutti gli sport.”

L’edizione 2015 della Sprint All-Star Race, del prossimo 16 maggio, includerà quindi tutti i vincitori di almeno una gara del 2014 e del 2015 e in più tutti i passati vincitori dell’evento in questione e i campioni del passato della Sprint Cup ancora in piena attività.

I primi quatto segmenti dei cinque avranno una lunghezza di 25 giri, cinque in più ciascuno se comparati ai 20 delle recenti edizioni. Il quinto e ultimo segmento rimarrà della lunghezza di 10 giri e il vincitore otterrà la bellezza di 1 milione di dollari.

I partecipanti dovranno essere almeno 20. Attualmente, ci sono 17 piloti eleggibili e ancora tre piazze disponibili, due delle quali sono riservate ai vincitori dello Sprint Showdown formato da due segmenti di 20 giri ciascuno. L’ultimo posto disponibile appartiene a colui che otterrà più voti dai fan attraverso lo Sprint Fan Vote winner, la cui identità verrò rivelata in Victory Lane in seguito alla conclusione dello Sprint Showdown.

I piloti nella All-Star Race correranno con vetture che rispettano i regolamenti del 2015 e la posizione media al traguardo dei primi quattro segmenti determinerà l’ordine d’entrata delle vetture in pit road al termine del quarto segmento. In caso di parità con la posizione media al traguardo, conterà chi si sarà posizionato meglio al termine del quarto segmento. L’ordine d’uscita dalla pit road, dopo il pit stop, determinerà lo schieramento di partenza per il quinto e decisivo round.

Conteranno tutti i giri per i primi quattro segmenti. Nel quinto e ultimo segmento, invece, conteranno solo i giri sotto bandiera verde. Alla fine di ognuno dei primi tre segmenti, sarà possibile fermarsi in pit road.

Federico Floccari