Sprint Cup – Dale Earnhardt Jr. pesca il Jolly a Talladega

NASCAR_2015-mag-03

Si dice spesso che a Talladega possono davvero vincere tutti, ma ci sono piloti che hanno un particolare feeling con il draft, una particolare sensibilità per il movimento dell’aria intorno alla vettura e per la strategia fine che occorre mettere in pratica per trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Tra questi si può annoverare sicuramente Dale Earnhardt Jr, che oggi ha ritrovato la vittoria a Talladega dopo averla lasciata nell’ottobre del 2004. Già nel corso della Daytona 500 aveva dato l’impressione di avere una marcia in più, ma sull’ovale più “amico” per la famiglia Earnhardt ha messo insieme la gara perfetta.

Per Dale Jr. si tratta del primo successo stagionale – che gli vale anche un posto nella Chase in quanto ottavo vincitore diverso in 10 gare – e del 24esimo in carriera, nonché del sesto a Talladega, un dato che lo appaia a Jeff Gordon per il maggior numero di successi di un pilota in attività sul superspeedway dell’Alabama. Leader assoluto, ovviamente, papà Intimidator, a quota 10.

“Non vincevamo qui da tanto e il compleanno di papà è stato solo qualche giorno fa,” ha detto il pilota della Chevrolet SS #88. “Sono davvero emozionato e non saprei spiegare compiutamente perché, ma sono convinto che ce lo meritavamo. E’ una grande giornata per tante persone all’interno dell’Hendrick Motorsport. Sono fortunato, davvero fortunato.”

La Gara

Talledaga spesso significa gare di attrito, di posizione e di attesa, attesa di quel (o quei) big one che inevitabilmente restringeranno il campo dei favoriti nel corso dei 188 giri di gara. Questa volta l’antipasto è arrivato al giro 19, quando il motore di Brian Scott ha ceduto e la vettura numero 33 ha finito con il travolgere La #55 di Michael Waltrip dopo aver schivato di un pelo la #22 di Joey Logano.

La prima portata sostanziosa è arrivata invece al giro 47 grazie a una serie di circostanze “aerodinamiche”. Trevor Bayne si è ritrovato a entrare in curva affiancato a destra e a sinistra – rispettivamente da Paul Menard e Kurt Busch – quando la sua Ford Fusion #6 si è alleggerita al posteriore ed è partita in testacoda in una nuvola di fumo, dando il via al patatrac. Coinvolti in totale 15 piloti, tra cui entrambi i compagni di squadra di Bayne, Stenhouse e Biffle, più Harvick, Logano, Kahne, Larson, Patrick e Ragan.

Una manciata di altre gialle senza grandi cose da segnalare, se non che la vettura di Harvick riparata a suon di nastro adesivo si è rivelata comunque parecchio veloce, e la gara è arrivata a meno di 40 giri dal termine con i piloti Hendrick a fare da mattatori in testa al gruppo.

A 33 tornate dalla bandiera a scacchi è iniziata, sotto bandiera verde, la tornata finale di soste prima della volata finale, ma nel bel mezzo della stessa, gomma anteriore destra della Chevrolet SS di Austin Dillon ha preso fuoco e fatto scattare la neutralizzazione, prima della quale Jeff Gordon ha comunque fatto in tempo a rimediare una penalità per eccesso di velocità in entrata della pit road.

Il gruppo ha ingoiato in un sol fiato la distanza che lo separava dall’ultimo giro, incolonnato dietro a Dale Earnhardt Jr., Jimmie Johnson e Ryan Blaney, fino a quando Denny Hamlin non ha rotto gli indugi sotto la bandiera bianca e si è preso la terza piazza. Una serie di contatti nella seconda metà del gruppo non ha comunque interrotto la volata finale, ma ormai era troppo tardi: l’attendismo non ha pagato e  alle spalle di Johnson non si è formato il gruppo necessario a generare sufficiente velocità per attaccare Earnhardt e così l’uomo di Kannapolis ha potuto tagliare il traguardo “scortato” dal compagno di squadra.

Paul Menard si è portato a casa una bella terza posizione, seguito da Ryan Blaney – splendido con la Ford Fusion #21 del Wood Brothers Racing, ma forse un po’ troppo calcolatore nel finale – e Martin Truex Jr. Altre sorprese nella top-10 sono venute da Sam Hornish Jr., sesto, e da Josh Wise, decimo.

Piuttosto dubbiosi molti dei protagonisti, che per “timore” di perdere l’occasione giusta hanno finito col non provarci per nulla, favorendo la lepre Earnhardt.

Settimana prossima si torna alla “normalità” con l’appuntamento sul miglio e mezzo del Kansas Speedway. Bandiera verde alle 01:46 italiane.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia – @Gian_138

CHASE GRID OUTLOOK

1.K. Harvick 394 (2 wins)
2.J. Johnson 342 (2)
3.J. Logano 335 (1)
4.D. Earnhardt Jr. 319 (1)
5.B. Keselowski 305 (1)
6.M. Kenseth 292 (1)
7.D. Hamlin 281 (1)
8.M. Truex Jr. 354 (0)
9.J. Mcmurray 297 (0)
10.K. Kahne 286 (0)
11.P. Menard 280 (0)
12.A. Almirola 279 (0)
13.J. Gordon 277 (0)
14.R. Newman 271 (0)
15.D. Patrick 253 (0)
16.C. Bowyer 249 (0)

Ordine d’arrivo della GEICO 500

1 4 88 Dale Earnhardt Jr. Nationwide Chevrolet 188 48 5 134.7 $306,065 Running 6 67
2 5 48 Jimmie Johnson Lowe’s Chevrolet 188 43 1 118.5 $256,121 Running 2 50
3 7 27 Paul Menard Quaker State/Menards Chevrolet 188 41 97.9 $190,060 Running
4 3 21 Ryan Blaney(i) Motorcraft/Quick Lane Tire & Auto Center Ford 188 0 103.0 $148,385 Running
5 36 78 Martin Truex Jr. Furniture Row/Visser Protection Chevrolet 188 39 99.1 $159,600 Running
6 12 9 Sam Hornish Jr. Medallion Bank Ford 188 38 83.1 $156,715 Running
7 18 31 Ryan Newman Caterpillar Chevrolet 188 37 58.7 $151,670 Running
8 24 4 Kevin Harvick Outback Steakhouse Chevrolet 188 37 1 102.6 $168,570 Running 1 1
9 17 11 Denny Hamlin FedEx Express Toyota 188 36 1 110.9 $127,645 Running 2 5
10 34 98 Josh Wise Phoenix Construction Ford 188 35 1 62.0 $111,070 Running 1 1
11 27 1 Jamie McMurray McDonald’s Chevrolet 188 33 86.1 $138,701 Running
12 19 41 Kurt Busch Haas Automation Chevrolet 188 33 1 87.8 $127,435 Running 1 1
13 41 35 Cole Whitt Speed Stick Ford 188 32 1 68.4 $125,618 Running 1 2
14 42 23 JJ Yeley(i) Dr Pepper Toyota 188 0 57.8 $121,993 Running
15 28 43 Aric Almirola Fresh from Florida Ford 188 29 81.6 $142,146 Running
16 37 7 Alex Bowman Golden Corral Chevrolet 188 28 63.6 $117,918 Running
17 31 47 AJ Allmendinger Kroger/Hungry Jack Chevrolet 188 27 55.8 $128,518 Running
18 43 83 Matt DiBenedetto # Dustless Blasting Toyota 188 26 55.5 $109,157 Running
19 6 14 Tony Stewart Bass Pro Shops/Tracker Boats Chevrolet 188 26 1 92.6 $128,724 Running 2 6
20 39 38 David Gilliland Farm Rich Ford 188 25 1 72.9 $108,710 Running 1 1
21 25 10 Danica Patrick GoDaddy Chevrolet 188 23 67.1 $107,435 Running
22 15 2 Brad Keselowski Miller Lite Ford 188 22 86.4 $143,851 Running
23 35 51 Justin Allgaier Brandt Chevrolet 188 22 1 57.5 $106,110 Running 1 1
24 38 34 Chris Buescher(i) CSX/Play It Safe Ford 188 0 56.0 $94,185 Running
25 8 20 Matt Kenseth Dollar General Toyota 188 19 74.0 $133,721 Running
26 29 17 Ricky Stenhouse Jr. Fifth Third Bank Ford 188 19 1 46.9 $104,085 Running 1 1
27 32 32 Bobby Labonte C&J Energy Services Ford 188 18 1 48.0 $95,435 Running 1 1
28 11 13 Casey Mears GEICO Chevrolet 188 17 1 63.4 $102,885 Running 1 1
29 40 46 Michael Annett Bene-fit Chevrolet 188 15 50.8 $91,685 Running
30 10 15 Clint Bowyer PEAK Commercial & Industrial Toyota 188 14 61.7 $128,643 Running
31 1 24 Jeff Gordon Drive To End Hunger Chevrolet 188 14 1 82.5 $145,871 Running 6 47
32 22 19 Carl Edwards ARRIS Toyota 188 12 68.5 $97,685 Running
33 21 22 Joey Logano Shell Pennzoil Ford 186 11 44.3 $138,268 Running
34 2 5 Kasey Kahne Farmers Insurance Chevrolet 158 11 1 78.1 $109,435 Running 1 3
35 14 3 Austin Dillon Bass Pro Shops Chevrolet 157 9 77.5 $127,721 Engine
36 23 55 Michael Waltrip Aaron’s Dream Machine Toyota 151 8 33.6 $117,874 Running
37 20 16 Greg Biffle Ortho Ford 147 7 35.7 $121,469 Running
38 9 18 David Ragan Pedigree Toyota 123 6 51.7 $129,515 Running
39 30 40 Landon Cassill(i) Chevrolet 91 0 51.9 $80,465 Accident
40 33 62 Brendan Gaughan(i) Dia Thrive Chevrolet 90 0 39.8 $76,465 Accident
41 26 6 Trevor Bayne AdvoCare Ford 46 3 64.9 $117,040 Accident
42 13 42 Kyle Larson Target Chevrolet 46 2 50.3 $96,373 Accident
43 16 33 Brian Scott(i) Shore Lodge Chevrolet 18 0 27.3 $64,965 Engine