Sprint Cup – Dale Earnhardt Jr. salterà tutto il resto della stagione

022016-27-NASCAR-Dale-Earnhardt-Jr-OB-PI.vresize.1200.675.high.1

L’Hendrick Motorsports ha annunciato nella giornata di venerdì che il pilota più popolare della NASCAR, Dale Earnhardt Jr, salterà tutto il resto della stagione 2016 della Sprint Cup Series a causa di una commozione cerebrale subita in occasione della gara dello scorso 12 giugno al Michigan International Speedway.

“Non avrei mai voluto prendere questa decisione ma alla fine ho dovuto mettere davanti la mia salute e il mio recupero,” ha dichiarato Dale Earnhardt Jr. “So benissimo che è un periodo molto duro per i miei fan che aspettano il mio ritorno in pista ma in questo momento devo concentrarmi al 100% sulla mia salute e cercare di recuperare il più velocemente possibile. I miei test clinici stanno avendo dei progressi positivi quindi sono molto fiducioso per i mesi avvenire.”

Jeff Gordon e Alex Bowman condivideranno la Chevy  #88 per il resto della stagione, Gordon guiderà la vettura in occasione della Southern 500 al Darlington Raceway di questo weekend, inoltre, continuerà a stare dietro al volante della #88 anche la settimana prossima a Richmond per poi riprendere a Dover e Martinsville. Bowman prenderà il controllo della vettura nelle rimanenti gare.

Earnhardt ha preso parte l’ultima volta ad una gara lo scorso 9 luglio al Kentucky Speedway sebbene i dottori avevano espresso molti dubbi subito dopo l’appuntamento di Michigan dove Earnhardt ha subito una botta in seguito ad un incidente con AJ Allmendinger. Earnhardt ha dichiarato che i sintomi non si erano sviluppati immediatamente. Il pilota, figlio del leggendario Dale Sr, aveva mancato due gare nel 2012 sempre a causa di un trauma cerebrale e ha anche ammesso di aver nascosto la commozione nell’ormai lontano 2002 sempre in seguito ad un incidente.

Earnhardt, Hendrick e il Dr. Micky Collins dell’University of Pittsburgh Medical Center Sports Medicine Concussion Program, terranno una conferenza stampa domenica al Darlington Raceway.

Federico Floccari