Sprint Cup – Denny Hamlin riporta Toyota in Victory Lane a Martinsville

NASCAR_2015-mar-29

Ci sono volute sei gare, ma alla fine anche una Toyota ha trovato la strada per la Victory Lane, ed è stato merito di un Denny Hamlin in forma smagliante, che ha tenuto brillantemente testa a Brad Keselowski nelle tornate conclusive della STP 500 al Martinsville Speedway, tagliando il traguardo di traverso dopo aver incassato la bussata del rivale all’ultima curva. Il 34enne di Chesterfield, Virginia, ha anche recuperato da una penalità in pit road, rimediata al giro 165 dei 500 in programma.

Per Hamlin si tratta della quinta vittoria in carriera sul mezzo miglio della Virginia e della 25esima in carriera, mentre per il Joe Gibbs Racing quello di oggi è il primo successo dal maggio dello scorso anno, quando fu proprio Denny a imporsi a Talladega.

Con l’ottavo posto di oggi a Martinsville si è arrestata a otto gare la striscia di primi e secondi posti di Kevin Harvick, che nella porzione centrale della corsa è apparso ancora una volta in grado di imporsi – tanto da percorrere 154 giri in testa, più di chiunque altro – ma si è un po’ perso nel finale.

La Gara

Ancora una volta i 500 giri di Martinsville hanno riservato al pubblico un campionario completo di tutto quello che può succedere su uno short track, dagli incidenti ai contatti, dalle penalità alle rotture, in una corsa a eliminazione che si è risolta in un rush finale di una trentina di giri tra le Toyota Camry di Denny Hamlin e Matt Kenseth e la Ford Fusion di Brad Keselowski.

Se Kenseth ha alzato quasi subito bandiera bianca, Hamlin e Keselowski se le sono suonate fino alla bandiera a scacchi, con il primo rapidissimo in uscita di curva e il secondo, più efficace in entrata, a braccare come un ombra il rivale. Keselowski non ha mai avuto una reale occasione di mettere il muso davanti, ma Martinsville offre anche soluzioni “non convenzionali”, soprattutto in entrata di curva. Il campione 2012 della Sprint Cup Series ha però scelto di non tentare mosse kamikaze e si è limitato a bussare sul paraurti di Hamlin tra curva 3 e curva 4 dell’ultimo giro, scomponendo la Camry #11. Hamlin è però stato molto bravo a mantenere il controllo e ha tagliato il traguardo di traverso per la sua prima vittoria stagionale.

“Non volevo in alcun modo perderla, questa gara. Avevo fiducia nella vettura e devo ringraziare tutto il Joe Gibbs Racing per avermi messo a disposizione un mezzo fantastico,” ha detto Hamlin. “I miei complimenti a Brad perché poteva cercare il contatto, ma ha scelto di giocare pulito”.

Molto contento anche Keselowski, che a Martinsville non era mai andato oltre il quarto posto.

“Volevo davvero portare a casa l’orologio. Alla fine eravamo a posto, ma non ho avuto la chance di passarlo. Avrei voluto altri 10/15 giri per riuscirci, ma alla fine devo ringraziare Paul Wolfe e i miei ragazzi, che mi hanno dato una macchina fantastica,” ha detto.

Gibbs e Penske si sono invertiti al terzo e quarto posto con Joey Logano e Matt Kenseth, mentre David Ragan – ancora al volante della Camry #18 in sostituzione di Kyle Busch – ha completato la gran giornata del team di “Coach” Gibbs con la quinta piazza.

Detto dell’ottavo posto di Harvick, va segnalata anche la furiosa rimonta di Jeff Gordon, che era in testa al momento dell’ultima gialla, ma è stato messo fuori causa da una penalità per eccesso di velocità in corsia box e ha recuperato una marea di posizioni fino a chiudere nono.

Molto bene ancora una volta Martin Truex Jr. – sesto alla fine  – e Danica Patrick, che con una buona prova di carattere raddrizza un inizio così così e mette a segno un settimo posto che rappresenta il suo secondo miglior risultato in carriera dopo il sesto posto di Atlanta dello scorso anno.

Gara ancora una volta negativa per il Roush Fenway Racing, con Trevor Bayne e Ricky Stenhouse Jr. autori di due testacoda nei primi 30 giri di gara e proprio Bayne nel ruolo di miglior piazzato, al diciannovesimo posto. Giornata da dimenticare anche per AJ Allmendinger, Chase Elliott e Jimmie Johnson, fermati da problemi meccanici. dale Earnhardt Jr. è invece rimasto vittima di un “elastico” in cui ha distrutto il frontale della Chevrolet SS #88 dopo aver fatto vedere buone cose, nonostante un intervento d’emergenza per sostituire in corsa la leva del cambio.

Saltato in macchina all’ultimissimo momento per sostituire Kyle Larson – i medici stanno vagliano possibili problemi di natura cardiaca per il giovanissimo californiano del team Ganassi – Regan Smith a portato a casa un onorevole 16esimo posto.

La Sprint Cup Series si ferma ora per Pasqua e tornerà in pista al Texas Motor Speedway tra quindici giorni.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia – @Gian_138

Chase Grid Outlook

1.K. Harvick 263 (2 wins)
2.J. Logano 239 (1)
3.B. Keselowski 206 (1)
4.D. Hamlin 172 (1)
5.J. Johnson 168 (1)
6.M. Truex Jr. 231 (0)
7.K. Kahne 193
(0);8.R. Newman 180 (0)
9.P. Menard 173 (0)
10.D. Earnhardt Jr. 172 (0)
11.A. Almirola 170 (0)
12.M. Kenseth 168 (0)
13.D. Ragan 163 (0)
14.C. Mears 161 (0)
15.J. Mcmurray 154 (0)
16.D. Patrick 148 (0)

Ordine d’arrivo della STP 500

UNOFFICIAL Provided by NASCAR Statistics Sunday, 3/29/2015 @ 5:13 PM Eastern UNOFFICIAL
Fin Str Car Driver Team Lap Pts BPts Status TLd LLd
1 15 11 Denny Hamlin FedEx Express Toyota 500 47 4 Running 4 91
2 12 2 Brad Keselowski Miller Lite Ford 500 43 1 Running 4 18
3 1 22 Joey Logano Shell Pennzoil Ford 500 42 1 Running 5 108
4 8 20 Matt Kenseth Dollar General Toyota 500 41 1 Running 3 11
5 20 18 David Ragan M&M’s Crispy Toyota 500 39 Running
6 3 78 Martin Truex Jr. Furniture Row/Visser Precision Chevrolet 500 39 1 Running 1 23
7 16 10 Danica Patrick TaxAct Chevrolet 500 37 Running
8 17 4 Kevin Harvick Budweiser/Jimmy John’s Chevrolet 500 38 2 Running 8 154
9 4 24 Jeff Gordon Axalta Chevrolet 500 36 1 Running 1 21
10 19 1 Jamie McMurray Cessna Chevrolet 500 34 Running
11 9 5 Kasey Kahne Farmer’s Insurance Chevrolet 500 34 1 Running 1 29
12 18 43 Aric Almirola STP Ford 500 32 Running
13 30 15 Clint Bowyer 5-Hour Energy Toyota 500 31 Running
14 26 41 Kurt Busch Haas Automation Chevrolet 500 31 1 Running 1 21
15 24 13 Casey Mears GEICO Chevrolet 500 29 Running
16 7 42 Regan Smith(i) Target Chevrolet 500 0 Running
17 11 19 Carl Edwards ARRIS Toyota 500 28 1 Running 1 13
18 36 6 Trevor Bayne AdvoCare Ford 500 26 Running
19 25 16 Greg Biffle Ortho Ford 500 25 Running
20 6 14 Tony Stewart Code 3 Associates/Mobil 1 Chevrolet 500 25 1 Running 1 8
21 34 40 Landon Cassill(i) Newtown Building Supplies Chevrolet 500 0 Running
22 37 35 Cole Whitt Ford 499 22 Running
23 13 27 Paul Menard Pittsburgh Paints/Menards Chevrolet 499 21 Running
24 35 34 Chris Buescher(i) A&W All American Food Ford 499 0 Running
25 29 38 David Gilliland Love’s Travel Stops Ford 499 19 Running
26 42 23 JJ Yeley(i) American Cancer Society Toyota 497 0 Running
27 2 31 Ryan Newman Quicken Loans Chevrolet 496 18 1 Running 1 2
28 33 55 Brett Moffitt # Aaron’s Dream Machine Toyota 496 16 Running
29 32 26 Jeb Burton # Maxim.com Toyota 495 15 Running
30 31 98 Josh Wise Phil Parsons Racing Ford 495 14 Running
31 43 83 Matt DiBenedetto Dr. Pepper Toyota 494 13 Running
32 38 9 Sam Hornish Jr. Medallion Bank/Mercury Marine Ford 493 12 Running
33 41 33 Alex Kennedy # Dream Factory Chevrolet 492 11 Running
34 40 32 Mike Bliss(i) CorvetteParts.net Ford 491 0 Running 1 1
35 5 48 Jimmie Johnson Lowe’s Chevrolet 468 9 Running
36 14 88 Dale Earnhardt Jr. Diet Mountain Dew Chevrolet 453 8 Running
37 39 7 Alex Bowman Nikko RC/Toy State Car Chevrolet 444 7 Running
38 27 25 Chase Elliott(i) NAPA Auto Parts Chevrolet 427 0 Running
39 28 46 Michael Annett Pilot/Flying J Chevrolet 389 5 Running
40 23 17 Ricky Stenhouse Jr. Fastenal Ford 364 4 Running
41 22 3 Austin Dillon Cheerios Chevrolet 330 3 Electrical
42 21 51 Justin Allgaier Fraternal Order of Eagles/Switch Hitch Chevrolet 328 2 Running
43 10 47 AJ Allmendinger Bush’s Beans Chevrolet 177 1 Oil Leak