Sprint Cup – Gordon, Gordon, Gordon! terzo centro per Wonder Boy

Pure Michigan 400

E dire che aveva ammesso di pensare al ritiro in caso di vittoria del quinto titolo. Con un Jeff Gordon così rischiamo davvero di trovarci a sperare che cambi idea a fine stagione! Veloce, costante, perfetto nella strategia e ora anche aggressivo ripartenza: esattamente come a Indianapolis – con un restart all’arma bianca a 17 giri dalla bandiera a scacchi – Wonder Boy ha tirato fuori gli artigli per farsi largo fino alla prima posizione e far valere la vettura più veloce del lotto.

Per il californiano di Vallejo si tratta del terzo successo stagionale, ma soprattutto di una vittoria che conferma il suo momento straordinario e lo proietta dritto in vetta al seeding della Chase For The Cup. Ah.. e il bottino in carriera sale a quota 91!


Le altre News NASCAR

Sauter trionfa in Truck SeriesChris Buescher vince in Nationwide SeriesCommozione cerebrale per Ryan TruexSeconda pole consecutiva per GordonNuove regole in caso di incidente | Stewart salta anche la gara del Michigan 


Questa volta a dare del filo da torcere a Gordon è stato soprattutto Joey Logano, ancora una volta velocissimo al volante della Ford Fusion #2 del Team Penske. Dopo una lunga fase centrale in bandiera verde, il 24 enne del Connecticut si era messo nella posizione migliore – la prima – quando una serie di 3 gialle iniziata al giro 169 sui 200 in programma per lo scoppio dell’anteriore destra di Brad Keselowski, ha fatto entrare la Pure Michigan 400 nel vivo.

I Restart la chiave di volta

Su un tracciato in cui l’aerodinamica è fondamentale e essere in prima posizione ha un indubbio vantaggio, i restart sono il momento migliore per guadagnare posizioni ed ecco che a dire la loro hanno provato anche Kurt Busch e Kevin Harvick, mai veloci quanto Logano e Gordon, ma pronti a mordere al momento giusto.

Kurt Busch ha centrato una ripartenza molto aggressiva portandosi in seconda posizione proprio mentre Brian Vickers andava in testacoda, neutralizzando di nuovo la gara. Al restart successivo il pilota di Las Vegas è poi andato per il bersaglio grosso, ma ha messo la sua Chevrolet SS #41 un po’ troppo di traverso, finendo a muro e servendo un’altra occasione a Gordon e Harvick per scavalcare Logano.

Questa volta, dopo aver patito un po’ il timing di Logano, Gordon ha ritrovato la verve che gli aveva consentito di vincere a Indianapolis – il restart della sua vita, lo aveva definito – e ha prima affiancato e poi superato Sliced Bread. Il ragazzo ha provato a reagire e ad affiancare Gordon, ma una volta andate in temperatura le gomme, non c’è più stata storia. Logano ha poi esagerato quel tanto che basta in uscita da curva 4 da ritrovarsi a perdere diverse posizioni e così al secondo posto si è piazzato – per la quarta volta consecutiva al Michigan International Speedway – Kevin Harvick, che eguaglia così uno “spiacevole” record stabilito da Dale Jarrett a Richmond.

“Non è mai facile vincere, specie quando l’aerodinamica conta così tanto. Sapevo che sarebbe stato molto difficile in restart con Joey e Kurt, che sono entrambi molto aggressivi in quella fase. Chiunque fosse uscito davanti dalla ripartenza sarebbe stato il vincitore e io avevo bisogno di un paio di giri per far rendere al meglio le gomme,” ha detto Gordon in Victory Lane.

Gli altri: Logano rimonta fino al terzo posto

Joey Logano ha avuto la meglio nel finale su un coriaceo Paul Menard per la terza posizione e ha confermato ancora una volta di essere finalmente giunto a maturazione con il passaggio al Team Penske, mentre il leader della classifica Dale Earnhardt Jr. si è prodotto in una rimontona dalla 25esima posizione per chiudere al quinto posto, perdendo comunque la prima piazza in graduatoria a favore di Jeff Gordon.

Keselowski è sopravvissutto al problema con l’anteriore destra per chiudere ottavo, alle spalle di Clint Bowyer e Denny Hamlin, mentre Jimmie Johnson ha interrotto con il nono posto odierno una lunga striscia negativa, ma lo ha fatto al termine di una gara che definire avventurosa è dire poco. Il campione di El Cajon è partito 30esimo e ha fatto ricorso ad una strategia alternativa nelle prime gialle per guadagnare moltissime posizioni, ma si è ritrovato con la leva del cambio rotta e bloccata in quarta marcia. Dopo diverse peripezie per installarne una nuova, che gli sono valse anche una penalità per aver superato il numero massimo di uomini a operare in pista sulla vettura, è precipitato in 26esima piazza, staccato di un giro, ma è risalito alla grande nel finale, strappando un posto nella top-10. Il risultato è arrivato al termine di uno spettacolare duello con Ryan Newman, che ha evidentemente contrariato il pilota del Richard Childress Racing, pronto a cercare la discussione in pit road dopo la gara.

Delusione per Kyle Busch, Jeff Burton e Matt Kenseth

E’ stata ancora una gara no per Kyle Busch, finito a muro dopo appena 3 giri e rientrato in pista per concludere 39esimo, così come sfortunato è stato il debutto di Jeff Burton sulla Chevrolet #14 in sostituzione di Tony Stewart. Burton ha patito un problema elettrico e non è andato oltre la 37esima posizione, appena davanti a Matt Kenseth, coinvolto insieme a Martin Truex Jr e altri piloti nell’incidente al giro 26 causato da Danica Patrick.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia – @gian_138

Chase Watch / Rookie Watch

Brutta battuta d’arresto per Kyle Larson nella corsa alla Chase. Il rookie californiano è dapprima incappato in un contatto in pit road e poi, al 98esimo giro, è incappato nello scoppio della gomma anteriore destra, finendo violentemente a muro. La vettura ha preso fuoco, ma Larson è uscito velocemente in un esempio perfetto di eccezione alla nuova regola sul comportamento post-incidente diramata dalla NASCAR. E allora Larson precipita 22 punti fuori dalla Chase e due punti alle spalle di Austin Dillon, 22esimo al traguardo in Michigan. Ai playoff entrerebbero per il momento, oltre a Matt Kenseth – quinto in classifica – anche Ryan Newman, Clint Bowyer e Greg Biffle, rispettivamente nono, decimo e undicesimo in classifica e racchiusi in un fazzoletto di 19 punti. 9 lunghezze dietro Biffle c’è Kasey Kahne.

Jeff Gordon 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 3[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Jimmie Johnson 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 3[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Brad Keselowski 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 3[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Dale Earnhardt Jr. 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 3[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Joey Logano 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Kevin Harvick 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Carl Edwards 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”] 2[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Kyle Busch 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Kurt Busch 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Denny Hamlin 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Aric Almirola 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
AJ Allmendinger 1[gdl_icon type=”icon-flag” color=”#FF0000″ size=”20px”]
Matt Kenseth  – Quinto in classifica
Ryan Newman  – Nono in classifica
Clint Bowyer  – Decimo in classifica
Greg Biffle – Undicesimo in classifica

Ordine d’arrivo della Pure Michigan 400

1 1 24 Jeff Gordon Axalta Chevrolet 200 47 4 139.5 $213,686 Running 5 68
2 6 4 Kevin Harvick Jimmy John’s Chevrolet 200 42 119.6 $176,343 Running
3 2 22 Joey Logano Shell Pennzoil Ford 200 43 2 135.9 $164,326 Running 5 86
4 7 27 Paul Menard CertainTeed/Menards Chevrolet 200 40 105.9 $136,399 Running
5 25 88 Dale Earnhardt Jr. National Guard Chevrolet 200 40 1 106.9 $109,900 Running 1 4
6 19 15 Clint Bowyer 5-Hour Energy Toyota 200 38 88.3 $132,106 Running
7 21 11 Denny Hamlin FedEx Freight Toyota 200 37 92.4 $108,940 Running
8 5 2 Brad Keselowski Miller Lite Ford 200 37 1 108.5 $135,173 Running 1 2
9 30 48 Jimmie Johnson Lowe’s/Jimmie Johnson Foundation Chevrolet 200 36 1 93.8 $142,151 Running 2 21
10 11 16 Greg Biffle Roush Performance Ford 200 34 94.4 $133,990 Running
11 12 31 Ryan Newman WIX Filters Chevrolet 200 34 1 97.5 $99,515 Running 3 14
12 20 9 Marcos Ambrose Black & Decker Ford 200 32 79.2 $117,235 Running
13 22 47 AJ Allmendinger Kingsford Charcoal Chevrolet 200 31 86.5 $108,448 Running
14 9 1 Jamie McMurray McDonald’s Chevrolet 200 30 100.6 $128,279 Running
15 10 17 Ricky Stenhouse Jr. Zest Ford 200 29 80.7 $126,840 Running
16 15 5 Kasey Kahne Great Clips Chevrolet 200 29 1 85.6 $104,140 Running 1 2
17 26 13 Casey Mears Geico Chevrolet 200 27 63.0 $112,348 Running
18 14 10 Danica Patrick GoDaddy Chevrolet 200 26 68.6 $95,765 Running
19 4 55 Brian Vickers Aaron’s Dream Machine Toyota 199 25 83.5 $119,565 Running
20 23 43 Aric Almirola Eckrich Ford 199 24 66.5 $125,076 Running
21 29 38 David Gilliland Love’s Travel Stops Ford 199 23 61.6 $108,698 Running
22 8 3 Austin Dillon # American Ethanol Chevrolet 199 22 72.1 $133,151 Running
23 3 99 Carl Edwards Ford EcoBoost Ford 198 21 68.4 $101,865 Running
24 34 34 David Ragan CSX – Play it Safe Ford 198 20 56.0 $105,448 Running
25 36 26 Cole Whitt # Iowa City Capital Partners Toyota 198 19 55.9 $86,015 Running
26 32 23 Alex Bowman # Dr Pepper Toyota 198 18 53.2 $94,562 Running
27 40 36 Reed Sorenson Chevrolet 197 17 48.2 $84,690 Running
28 33 98 Josh Wise Phil Parsons Racing Chevrolet 197 16 46.7 $84,540 Running
29 43 40 Landon Cassill(i) carsforsale.com Chevrolet 197 0 44.9 $83,865 Running
30 31 83 JJ Yeley(i) Burger King Toyota 197 0 32.8 $82,765 Running
31 16 41 Kurt Busch Haas Automation Chevrolet 196 14 1 88.4 $81,140 Running 2 3
32 38 32 Travis Kvapil Skuttle Tight Ford 196 12 43.5 $81,040 Running
33 37 37 Dave Blaney Accell Construction Inc. Chevrolet 195 11 36.5 $80,965 Running
34 41 33 Alex Kennedy Little Joe’s Auto Chevrolet 195 10 34.4 $80,865 Running
35 42 66 Joe Nemechek(i) Land Castle Title Toyota 195 0 30.4 $88,715 Running
36 39 78 Martin Truex Jr. Furniture Row Chevrolet 177 8 37.5 $108,573 Accident
37 27 14 Jeff Burton Mobil 1/Bass Pro Shops Chevrolet 176 7 61.5 $114,750 Running
38 18 20 Matt Kenseth Dollar General Toyota 170 6 40.3 $124,941 Running
39 24 18 Kyle Busch Interstate Batteries Toyota 159 5 35.7 $119,646 Running
40 35 7 Michael Annett # Allstate Peterbilt/Pilot Chevrolet 155 4 33.1 $67,805 Vibration
41 28 21 Trevor Bayne(i) Motorcraft/Quick Lane Tire & Auto Center Ford 153 0 28.1 $63,805 Running
42 17 51 Justin Allgaier # Brandt Professional Agriculture Chevrolet 97 2 39.4 $67,805 Accident
43 13 42 Kyle Larson # Target Chevrolet 94 1 53.6 $82,650 Accident