Sprint Cup – Jimmie Johnson di rapina al Texas Motor Speedway

CTU1ZVjXAAAF8sA

Mai dire mai nella NASCAR! Sopratutto quando c’è un signore di nome Jimmie Johnson, sei volte campione in Sprint Cup Series. Il pilota della Chevy SS #48 ha vinto la AAA Texas 500 al Texas Motor Speedway, terzultima gara della Chase for The Cup 2015. La vittoria è arrivata al termine di un duello serrato con il dominatore di giornata, Brad Keselowski, rimasto in testa per ben 312 tornate su 334.

Tutto ha avuto inizio in seguito ad un restart dalla nona bandiera gialla di giornata, che ha permesso a Jimmie Johnson di avvicinarsi al pilota del Team Penske e di innescare così un duello al cardiopalma e molto intenso durato più di 10 giri. La battaglia è poi andata a Johnson che a cinque tornate dal termine ha sorpassato Keselowski, portandogli via così la vittoria, quasi certa, e relegandolo ancora una volta in una fossa in classifica generale assieme al compagno di squadra Logano, 40esimo alla bandiera a scacchi, vittima di una delle tante forature che hanno caratterizzato la gara.

Terzo al traguardo, dietro Johnson e Keselowski, Kevin Harvick, vittima di due forature e capace di rimontare alla grande in entrambe le occasioni. Quarto Kyle Busch, seguito da Carl Edwards. Kurt Busch, altro protagonista della Chase, autore di una gara piuttosto anonima, ha concluso settimo al traguardo, davanti a Martin Truex Jr, ottavo, seguito da Jeff Gordon, già qualificato per Homestead grazie alla vittoria ottenuta a Martinsville settimana scorsa.

“Continuavo a mettergli [a Keselowski] pressione,” ha dichiarato Johnson, che è stato eliminato dalla Chase al termine del primo round. “Vedevo che non riusciva a chiudere bene la traiettoria all’uscita delle curve ed è stato forse l’unico momento in cui è stato vulnerabile per tutta la giornata. Ho cominciato così a mettergli pressione, cercando la migliore linea possibile… mi ha visto che lo stavo tallonando e ha cercato in maniera corretta di tenermi dietro. Io ero molto veloce in curva 2, ho visto che ha perso la vettura in uscita e ne ho approfittato per passarlo in entrata di curva 3. Una volta che avevo compiuto il sorpasso, era fatta.”

Per Jimmie Johnson si tratta della quinta vittoria stagionale, la sesta al Texas Motor Speedway e della 75esima vittoria in carriera, inoltre, il sei volte campione ha “sweeppato” entrambe le gare stagionali sull’ovale da 1,5 miglia del Lone Star State.

Qualche foratura di troppo

Le prime fasi di gara sono state caratterizzate da diverse forature che hanno coinvolto anche nomi importanti del gruppo. Il primo incidente è occorso a Joey Logano che ha visto letteralmente esplodere la posteriore sinistra, costringendolo al testacoda e a rimanere fuori gare per più di 60 tornate. Pochi giri dopo, tocca a Ryan Blaney, anche lui a muro dopo una foratura. Seguono poi altre tre forature in rapida successione, prima a Tony Stewart, poi a Dale Earnhardt Jr. e infine un altro nome importante: Kevin Harvick che, a differenza di Logano, non ha subito danni alla vettura e ha rimontato alla grande. Anche Kyle Larson è stato vittima di una foratura mentre era nella top-5 e stava facendo una gran bella gara.

Il direttore corse di Goodyear, intervistato dalla NBC durante la gara, ha dichiarato che il poco tempo che i team hanno avuto per provare, in Texas sabato ha piovuto e venerdì si è girato poco, ha sicuramente influito sulle prestazioni degli pneumatici nelle prime fasi di gare, sicuramente perché qualche team avrà esagerato con le pressioni, non sapendo quale doveva essere il valore di riferimento esatto a causa dei pochi giri fatti in pista durante le libere del sabato.

Confiscati gli splitter a tre vetture del Joe Gibbs Racing

Durante le ispezioni pre gara, la NASCAR ha fatto sapere di aver confiscato gli splitter a tre vetture del Joe Gibbs Racing, la #11, la #18 e la #19, rispettivamente guidate da Denny Hamlin, Kyle Busch e Carl Edwards, mentre Erik Jones, alla guida della #20 in sostituzione di Kenseth, non ha avuto alcun problema nelle ispezioni.

Secondo la NASCAR, le tre vetture incriminate avevano degli splitter anteriori troppo concavi che permettevano così di avere più velocità di percorrenza in curva, e quindi più downforce. L’associazione di Daytona Beach ha costretto i team ha montare degli splitter nuovi e regolari e ha confiscato quelli irregolari per ulteriori esami al R&D Center a Concord, North Carolina.

Se verranno annunciate delle penalità, la giornata di martedì sarà quella buona. Intanto, i tre piloti del JGR hanno preso regolarmente parte alla gara, senza partire dal retro del gruppo.

Prossimo appuntamento

La NASCAR Sprint Cup Series tornerà in pista domenica prossima al Phoenix International Raceway dove si decideranno gli altri tre contendenti, che faranno compagnia a Jeff Gordon in quel di Homestead, per il titolo di campione 2015!

La Chase dopo Texas

1) #24-Gordon* [1 win], 4082
2) #18-Busch[4], 4080 -2; +11 ahead of 5th
3) #4-Harvick [3], 4079 -3; +10 ahead of 5th
4) #78-Truex, Jr.[1], 4076 -6; +7 ahead of 5th
Top 4 advance to Championship round
5) #19-Edwards[2], 4070 -12; -7 out of 4th
6) #2-Keselowski[1], 4057 -25; -19 out of 4th
7) #41-Busch[2], 4048 -34; -28 out of 4th
8) #22-Logano [6], 4013 – 69; -63 out of 4th

Ordine d’arrivo della AAA Texas 500

NASCAR Sprint Cup Series Race - AAA Texas 500
Texas Motor Speedway
Fort Worth, Texas
Sunday, November 08, 2015
    1. (8) Jimmie Johnson, Chevrolet, 334, $462976.
    2. (1) Brad Keselowski, Ford, 334, $394391.
    3. (2) Kevin Harvick, Chevrolet, 334, $280475.
    4. (3) Kyle Busch, Toyota, 334, $242766.
    5. (13) Carl Edwards, Toyota, 334, $170575.
    6. (10) Dale Earnhardt Jr., Chevrolet, 334, $171240.
    7. (7) Kurt Busch, Chevrolet, 334, $157615.
    8. (23) Martin Truex Jr., Chevrolet, 334, $160910.
    9. (18) Jeff Gordon, Chevrolet, 334, $172351.
    10. (27) Jamie McMurray, Chevrolet, 334, $158556.
    11. (26) Austin Dillon, Chevrolet, 334, $156576.
    12. (6) Erik Jones(i), Toyota, 334, $153326.
    13. (20) Paul Menard, Chevrolet, 334, $120440.
    14. (21) Brian Scott(i), Chevrolet, 334, $127748.
    15. (14) Clint Bowyer, Toyota, 334, $142973.
    16. (11) Danica Patrick, Chevrolet, 334, $116140.
    17. (30) AJ Allmendinger, Chevrolet, 334, $137398.
    18. (24) Aric Almirola, Ford, 334, $143526.
    19. (12) Greg Biffle, Ford, 333, $137148.
    20. (16) Kasey Kahne, Chevrolet, 333, $120765.
    21. (28) Ricky Stenhouse Jr., Ford, 333, $113540.
    22. (19) Ryan Newman, Chevrolet, 333, $137240.
    23. (15) David Ragan, Toyota, 333, $132079.
    24. (32) Sam Hornish Jr., Ford, 332, $130910.
    25. (36) Landon Cassill(i), Chevrolet, 331, $104265.
    26. (17) Casey Mears, Chevrolet, 330, $126123.
    27. (39) Cole Whitt, Ford, 330, $115398.
    28. (43) Justin Allgaier, Chevrolet, 330, $120587.
    29. (41) David Gilliland, Ford, 329, $108340.
    30. (35) Brett Moffitt #, Ford, 329, $103130.
    31. (37) Michael Annett, Chevrolet, 329, $99915.
    32. (40) Jeb Burton #, Toyota, 329, $99690.
    33. (34) JJ Yeley(i), Toyota, 329, $99473.
    34. (33) Michael McDowell, Ford, 328, $99240.
    35. (38) Matt DiBenedetto #, Toyota, 328, $99040.
    36. (42) Ryan Preece, Chevrolet, 326, $98810.
    37. (5) Kyle Larson, Chevrolet, Accident, 304, $126510.
    38. (9) Denny Hamlin, Toyota, 304, $111852.
    39. (29) Trevor Bayne, Ford, 296, $134355.
    40. (4) Joey Logano, Ford, 268, $132988.
    41. (31) Alex Bowman, Chevrolet, Engine, 236, $81780.
    42. (22) Tony Stewart, Chevrolet, Accident, 52, $104994.
    43. (25) Ryan Blaney(i), Ford, Accident, 26, $74280.