Sprint Cup – Kenseth la spunta a New Hampshire nella lotta in casa Toyota

LOUDON, NH - JULY 17:  Matt Kenseth, driver of the #20 Dollar General Toyota, celebrates in Victory Lane after winning the NASCAR Sprint Cup Series New Hampshire 301 at New Hampshire Motor Speedway on July 17, 2016 in Loudon, New Hampshire.  (Photo by Chris Trotman/Getty Images)
LOUDON, NH – JULY 17: Matt Kenseth, driver of the #20 Dollar General Toyota, celebrates in Victory Lane after winning the NASCAR Sprint Cup Series New Hampshire 301 at New Hampshire Motor Speedway on July 17, 2016 in Loudon, New Hampshire. (Photo by Chris Trotman/Getty Images)

Matt Kenseth ha avuto la meglio in una battaglia tutta targata Toyota al New Hampshire Motor Speedway 19esima prova della NASCAR Sprint Cup Series.

Il pilota della Camry #20 del Joe Gibbs Racing ha prevalso sui compagni di marca grazie a una gara estremamente consistente, che gli ha permesso di recuperare dalla 18esima posizione di partenza e da un incoveniente in pit road, occorso nella prima parte di gara.

Kenseth, alla sua seconda vittoria stagionale e alla 38esima in carriera, ha preso il comando della corsa con sorpasso ai danni di Kyle Busch a trenta giri dalla bandiera a scacchi e si è difeso bene in tre restart prima di tagliare il traguardo davanti a Tony Stewart, Joey Logano, Kevin Harvick e Greg Biffle.

“E’ sempre bello essere in Victory Lane. Devo ringraziare il Joe Gibbs Racing. L’ho detto un milione di volte, ma sono fortunato ad avere l’opportunità di lavorare con questi ragazzi. Non ho fatto una gran qualifica, ma dopo il primo pit stop la macchina era perfetta. Abbiamo effettuato delle ottime ripartenze, avevamo tanta potenza, trazione e andavamo forte alla fine del rettilineo. Poi, dopo un paio di giri eravamo in grado di prendere del margine.“

Proprio Busch ha percorso il maggior numero di giri in testa (133 su 301), ma ha perso diverse posizioni nell’ultimo restart, retrocedendo dalla terza all’ottava piazza. E finito fuori dai giochi anche Martin Truex Jr., ancora una volta colpito dalla sfortuna dopo aver completato 123 tornate al comando, un dato che gli ha con. Questa volta il pilota di Mayetta, New Jersey ha rotto la leva del cambio e la frizione, ritrovandosi con la Camry #78 bloccata in quarta marcia, dando un’altra volta l’addio alla seconda vittoria stagionale.

Soltanto Jimmie Johnson e Brad Keselowski hanno infranto il monopolio Toyota nel corso della New Hampshire 301, percorrendo un giro in testa ciascuno. Se però Johnson non è mai apparso in grado di dire la sua per il successo finale, Keselowski ha offerto una prova incisiva, ma è rimasto vittima di un incidente al giro 282, che ha coinvolto anche Joey Logano e Kurt Busch.

Anche Kevin Harvick, decisamente in forma sull’ovale da un miglio di Loudon, ha vissuto una gara da dimenticare. La sequenza di problemi in pit road che lo assilla quest’anno è proseguita anche domenica, costringendolo a forsennate rimonte in pista e a una quarta piazza finale che ha lasciato il pilota di Bakersfield con l’amaro in bocca.

“A dire la verità sono disgustato,” ha detto Harvick. “E’ la stessa storia tutte le settimane. Facciamo un errore dopo l’altro e finché non sistemeremo la faccenda non avremo la chance di vincere, perché ci creiamo dei problemi da soli ogni volta che commettiamo questi errori. E’ un peccato, perché le nostre vetture sono molto veloci, ma semplicemente non stiamo facendo del nostro meglio.”

Alex Bowman, sostituto di Dale Earnhardt Jr. al volante della Chevrolet #88 dell’Hendrick Motorsports, ha tenuto fede alle aspettative, affrontando la gara con la testa più che con l’istinto. Il 23enne di Tucson, Arizona è arrivato a occupare anche la nona posizione in gara, ma nella parte finale della New Hampshire 301 è rimasto coinvolto in un incidente e si è dovuto accontentare del 26esimo posto.

“E’ stato fantastico. Non posso ringraziare a sufficienza il team Hendrick Motorsports. Mi hanno messo sulla mia peggior pista in assoluto e mi hanno fatto andare forte. Mi sono divertito tantissimo a lottare con piloti estremamente forte. Sono davvero grato a Nationwide e a tutto l’Hendrick Motorsports per avermi dato questa occasione.”

La prossima tappa della NASCAR Sprint Cup Series sarà questo fine settimana in quel di Indianapolis, per la prestigiosa Combat Wounded Coalition 400.

NASCAR Sprint Cup Series Race – New Hampshire 301
New Hampshire Motor Speedway
Loudon, New Hampshire
Sunday, July 17, 2016
1. (18) Matt Kenseth, Toyota, 301.
2. (12) Tony Stewart, Chevrolet, 301.
3. (6) Joey Logano, Ford, 301.
4. (8) Kevin Harvick, Chevrolet, 301.
5. (28) Greg Biffle, Ford, 301.
6. (19) Jamie McMurray, Chevrolet, 301.
7. (25) Ryan Newman, Chevrolet, 301.
8. (2) Kyle Busch, Toyota, 301.
9. (5) Denny Hamlin, Toyota, 301.
10. (22) Ricky Stenhouse Jr, Ford, 301.
11. (14) * Ryan Blaney #, Ford, 301.
12. (1) Jimmie Johnson, Chevrolet, 301.
13. (15) Austin Dillon, Chevrolet, 301.
14. (29) Danica Patrick, Chevrolet, 301.
15. (9) Brad Keselowski, Ford, 301.
16. (3) Martin Truex Jr, Toyota, 301.
17. (17) Kyle Larson, Chevrolet, 301.
18. (24) Paul Menard, Chevrolet, 301.
19. (26) Aric Almirola, Ford, 301.
20. (13) Carl Edwards, Toyota, 301.
21. (10) AJ Allmendinger, Chevrolet, 301.
22. (4) Kurt Busch, Chevrolet, 301.
23. (31) Trevor Bayne, Ford, 301.
24. (32) Clint Bowyer, Chevrolet, 301.
25. (11) Kasey Kahne, Chevrolet, 301.
26. (20) Alex Bowman(i), Chevrolet, 301.
27. (21) Casey Mears, Chevrolet, 300.
28. (30) Landon Cassill, Ford, 299.
29. (35) Chris Buescher #, Ford, 299.
30. (23) David Ragan, Toyota, 299.
31. (16) Matt DiBenedetto, Toyota, 299.
32. (34) Regan Smith, Chevrolet, 297.
33. (37) Michael Annett, Chevrolet, 295.
34. (7) Chase Elliott #, Chevrolet, 294.
35. (36) * Reed Sorenson, Chevrolet, 294.
36. (38) Eddie MacDonald, Ford, 293.
37. (40) * Ryan Ellis(i), Chevrolet, 292.
38. (33) Brian Scott #, Ford, 278.
39. (27) Michael McDowell, Chevrolet, Electrical, 191.
40. (39) * Josh Wise, Chevrolet, Accident, 94.